Archivi categoria: Formazione

VII Forum del Lago sul Cambiamento: Valutazione e miglioramento

Anche quest’anno la Rete SIRQ – Scuole in rete per la qualità (www.sirq.it), nata in Piemonte nel 2001, in collaborazione con i suoi partner organizza a Stresa il tradizionale Forum sul Cambiamento con due importanti novità:
– Con altre reti nazionali, che si occupano di qualità (AICQ ER e Lombardia, AUMIRE Marche, FARO Sicilia), SIRQ ha sottoscritto un protocollo d’intesa a supporto del miglioramento. A questa Rete delle Reti (RdR) potranno aderire anche altre reti di scuole (www.retedellereti.it) interessate a sviluppare i temi del miglioramento in sintonia con il SNV.
-Nell’anno in corso è stato sottoscritto tra RdR e INDIRE un protocollo d’intesa per  condividere ricerche, attività di formazione e produzione di materiali. Il programma dei lavori verrà impostato nel Forum accogliendo le proposte delle scuole.

 


                                   NOTE INFORMATIVE SUL FORUM

Il Forum di quest’anno ha lo scopo di fare un inventario delle esperienze più significative di miglioramento realizzate dalle reti e dalle scuole per condividere e sviluppare con INDIRE, a partire dai prossimi anni, un programma di ricerca e diffusione delle migliori pratiche a livello nazionale.

 

ISTRUZIONI PER I RELATORI

Le relazioni dovranno essere contenute in uno spazio massimo di 20’.

Si consiglia di utilizzare un numero di slide ridotto e di focalizzare le presentazioni sui nodi essenziali evitando dettagli che potranno essere trovati successivamente nei siti delle reti o approfonditi al termine della giornata.

 

ISTRUZIONI PER PRESENTARE IDEE E PROGETTI

Al dibattito sui temi del Forum parteciperanno le reti e le scuole aderenti alla Rete delle reti, i soggetti istituzionali, gli esperti del settore e tutti i docenti e i dirigenti che invieranno proposte di intervento entro il 30 luglio ca a scuolesirq@gmail.com.

.Poiché negli anni passati le richieste e le segnalazioni da parte degli istituti sono state molto numerose, con conseguente contrazione significativa dei tempi per le relazioni, quest’anno si prevede di raccogliere tutti i contributi che non potranno trovare spazio adeguato durante il Forum in una relazione riassuntiva che sarà presentata da SIRQ.

SPAZIO ESPOSITIVO

Ogni giorno, dalle ore 16, potrà essere allestito uno spazio espositivo con la presentazione di riviste, libri, materiali, sussidi, idealtipi, opere dell’ingegno e artistici, audiovisivi, proposte di attività (approvati preventivamente dal CTS del Forum). Le proposte dovranno essere avanzate a scuolesirq@gmail.com entro il 30 luglio ca.

 

APPROFONDIMENTI TEMATICI

Nei due pomeriggi saranno organizzati i primi nuclei dei gruppi di ricerca RdR-INDIRE sulle tematiche che emergeranno durante il Forum.

 

 

 

INFORMAZIONI SULLA RETE DELLE RETI E SULL’ACCORDO INDIRE

 

CHE COSA E’ “La RETE DELLE RETI – RdR”

 

Quattro grandi reti di scuole hanno costituito nel 2016 La Rete delle Reti (RdR), per coordinare a livello nazionale le iniziative svolte a supporto delle scuole per l’autovalutazione e il miglioramento degli esiti e dei processi.

Le reti firmatarie dell’accordo sono:

SIRQ/MARCHIO SAPERI,

FARO,

AUMIRE Marche,

AICQ Nazionale/EDUCATION.

Questo progetto vuole valorizzare il ruolo attivo e propositivo che le singole scuole autonome e le loro reti possono assumere nei processi di miglioramento del sistema scolastico attraverso una interlocuzione costante con il MIUR, gli Uffici Scolastici Regionali, l’INVALSI, l’INDIRE e gli altri soggetti istituzionali e non. La Rete delle Reti (RR svolgerà, pertanto, la propria attività all’interno di una comune visione della scuola, matrice generativa di iniziative e di programmi nel breve e nel lungo periodo.

 

 

 

 

L’ACCORDO RdR – INDIRE

 

La RdR ha sottoscritto nel corrente anno un accordo con INDIRE allo scopo di promuovere insieme lo sviluppo di attività di ricerca, formazione e diffusione comuni: sostenere le scuole nei processi di autovalutazione, miglioramento e rendicontazione; diffondere le proposte per la valorizzazione e lo sviluppo dell’autonomia scolastica; dare risalto alle esperienze più efficaci sul piano organizzativo, gestionale e didattico.

 

Il FORUM di Stresa di quest’ anno si presenta pertanto come un momento di riflessione interistituzionale sulle esperienze delle scuole e come riesame su esiti, metodologie e strumenti di gestione e monitoraggio del miglioramento.

 

 

 

Sarà possibile incontrare i vari relatori per un approfondimento tematico o per suggerimenti e proposte

 

 

 

I Forum di Stresa sono diventati da cinque anni a questa parte un appuntamento qualificato per un confronto aperto tra scuole, istituzioni ed esperti sui processi di miglioramento. Hanno partecipato e dato il loro contributo ai forum i seguenti esperti.
I nostri relatori ai Forum di Stresa dal 2013 al 2016
 

Le Istituzioni

Antonietta D’Amato                                 Dirigente Ufficio IIX, Ministero Roma

Damiano Previtali                                   Dirigente MIUR Area “Valutazione” Roma

Giuliana Pupazzoni,                               Direttore Generale dell’USR Piemonte e Liguria

Silvana Di Costanzo                               Vice Direttore Regionale USR Piemonte

Stefano Suraniti                                    USR Piemonte

Franco Calcagno                                   USR Piemonte

Antonio Catania                                      USP Verbania

Renato Pagliara                                     USR Campania, Dirigente X Ambito Territoriale di Salerno

Anna Maria Ajello                                   Presidente INVALSI

Roberto Ricci                                          Responsabile Nazionale prove INVALSI

Isabella Quadrelli                                     Ricercatrice INVALSI – Gruppo di progetto RAV

Massimo Faggioli,                                 INDIRE Area “Valutazione e miglioramento”

Francesca Storai                                     Ricercatrice INDIRE

Teresa Ascione                                       Ricercatrice FORMEZ-PA

Giancarlo Cerini                                       Dirigente Tecnico USR Emilia Romagna

Dino Cristanini,                                     Docente universitario, già Direttore Invalsi e Dirigente tecnico

Mario Castoldi                                       Docente Didattica generale, Università di Torino

Roberto Trinchero                                  Docente di Pedagogia sperimentale, Università di Torino

Francesco Schembari                           Esperto Management e Valutazione Sistemi Qualità – Sicilia

Le Reti e le Associazioni

Graziella Ansaldi Fresia,                        Rete SIRQ e Presidente Albo Auditor S.A.P.E.R.I.

Vito Infante                                             Presidente Rete SIRQ e Marchio SAPERI

Simonetta Labanti                                 Vice Presidente Rete S.I.R.Q e Marchio SAPERI-TO

Roberto Bigano                                     Rete SIRQ SAPERI -TO

Caterina Bocchino                                 Rete SIRQ SAPERI-TO

Claudia Bocca                                       Rete SIRQ SAPERI-TO

David Coen Sacerdotti Sears              Rete SIRQ SAPERI-TO

Antonella Cottone                                 Rete SIRQ SAPERI-TO

Sabatino D’Alessandro                         Rete SIRQ SAPERI-TO                                  

Mauro D’Amico                                     Rete SIRQ SAPERI-TO                                  

Antonia Di Costanzo                             Rete SIRQ SAPERI-TO                                  

Rosanna Discanno                                 Rete SIRQ SAPERI-TO                                 

Marilena Gally                                         Rete SIRQ SAPERI-TO

Anna Giaccone                                       Rete SIRQ SAPERI-TO

M. Cristina Guidoni                               Rete SIRQ SAPERI-TO

Laura Loti                                                Rete SIRQ SAPERI-TO

Valeria Miotti,                                         Rete SIRQ SAPERI-TO

Lorenza Patriarca                                   Rete SIRQ SAPERI-TO

Virginia Vergnano                                  Rete SIRQ SAPERI-TO

Cristina Trotta                                         Rete SIRQ SAPERI-AT

Silvia Viscomi                                         Rete SIRQ SAPERI-AT

Antonio   Rimedio                                   Rete SIRQ SAPERI-CN

Nicola Rossetto                                     Rete SIRQ SAPERI-CN

Laura Arena                                           Rete SIRQ SAPERI-CN

Silvia Miraglia                                         Rete SIRQ SAPERI-AL

Maria Potena                                          Rete SIRQ SAPERI-VB

Lidia Aramini                                           Rete SIRQ Chiavari

Ada Pinna                                                 Rete SIRQ SAPERI- CA

Emanuela Ballesini                               Rete SIRQ SAPERI-Novi di Modena

Paola Caprari                                         Rete SIRQ SAPERI-Novi di Modena

Maria Lucia Preti                                    Rete SIRQ SAPERI-Novi di Modena

Massimiliano Urbinati                           Rete SIRQ SAPERI-FE

Cristina Pellicioni                                 Rete SIRQ SAPERI-FE

Matilde Carollo                                      Rete SIRQ SAPERI-TN

Annalisa Frigenti                                   Presidente Rete LISACA-SA

Ornella Pellegrino                                Rete LISACA-SA

Daniela Ruffolo                                     Rete LISACA-SA

Luciano Di Rienzo                                 Rete SIRQ-AV

 

Claudio Rosso                                         Presidente AICQ Nazionale

Paolo Senni Guidotti Magnani             Presidente AICQ Settore nazionale Education

Benito ScrivaBarreca                          AICQ Education – Torino

Catterina Pasqualin                              AICQ Education- Veneto

Anna Ruggeri                                        AICQ Education Torino

Mercedes Tonelli                                   AMICO-AICQ Bologna

Roberta Tosi                                         AMICO-AICQ Bologna

 

Mirella Paglialunga                               Coordinatrice regionale Rete AUMIRE-Marche

Maria Clara Cavalieri                           Rete AUMIRE-Marche

Alessia Quadrini                                   Rete AUMIRE-Marche

 

Sebastiano Pulvirenti,                         Responsabile scientifico rete FARO – Sicilia

Salvo Ferraro                                       Rete FARO-Sicilia

Venera Munafò                                     Rete FARO-Sicilia

Vito Pecoraro                                       Rete FARO-Sicilia

Mirella Pezzini                                      Rete FARO-Sicilia

 

Annamaria Persico                               Presidente Rete ASABERG – Bergamo

Emanuela Battaglia                             ASABERG Bergamo

Donatella Radaelli                               ASABERG Bergamo

Miriam Riva                                          ASABERG Bergamo

Gabriella Cascio                                     Associazione Magistrale Tommaseo -TO

Fabrizio Ferrari                                     Associazione Magistrale Tommaseo -TO

Lino Manfredi                                      Associazione famiglie AGEDO – Torino

 

 

SIRQ: Presentazione delle attività in breve

SIRQ – Scuole in rete per la Qualità – è una delle maggiori reti di scuole italiane. Nata in Piemonte nel 2001, in base all’art. 7 dell’autonomia scolastica, si costituì in associazione culturale nel 2006. Oggi ha 200 istituti associati appartenenti a tutte le regioni e circa 80 soci individuali (V. elenco in www.retesirq.it). SIRQ è una rete aperta alla collaborazione di tutti. Al suo interno le scuole si scambiano competenze ed esperti per le varie attività di supporto: certificazioni ISO e SAPERI autovalutazioni VALES, CAF ed EFQM, miglioramento in rete, bilanci sociali ed etici, accreditamenti.

La metodologia utilizzata per gli scambi di esperti è quella della peer review e del peer assessment. Per questo ha un impulso notevole la formazione dei pari che provengono dalle scuole interessate agli audit e al miglioramento dei processi didattici, organizzativi e gestionali.

La SIRQ fin dalla sua costituzione promuove anche ricerche finalizzate costituendo gruppi di lavoro con i docenti più competenti e motivati ed aprendosi alla collaborazione esterna.

Lo scopo principale della SIRQ oggi è la formazione e il tutoring delle scuole sui temi dell’autovalutazione e del miglioramento. Altro compito specifico è la diffusione delle conoscenze delle metodologie del Marchio SAPERI di cui è proprietario l’USR Piemonte. SIRQ intende formare task force interne alle scuole per supportare tutti i processi di autovalutazione e miglioramento organizzativo e didattico. La rete sperimenta da anni con successo l’ effettuazione di audit incrociati di parte III (peer review) tra gli istituti, fondamentali per il miglioramento, e attualmente sta validando una ricerca per l’auto-valutazione formativa dei docenti. Grande ambizione della rete SirQ è quella di arrivare, grazie ai contributi di più scuole, a finanziare ricerche su temi specifici indicati dalle scuole in base alle effettive esigenze, coinvolgendo il mondo accademico, delle professioni, gli esperti e gli insegnanti (V. SIRQ Ricerche).

Inoltre SIRQ intende promuovere una RETE DELLE RETI. Il motivo principale è la necessità di mettere in comune le prassi migliori e tenere vivo il discorso sulla qualità.

 

SIRQ Ricerche e produzione di strumenti

  • Come migliorare l’insegnamento: “Nell’aula la scuola”
  • Come insegnare la Q ai ragazzi: “Alice nel paese della qualità”
  • Come certificare la Q didattica delle scuole con la peer review coinvolgendo gli stakeholder: “Il Marchio SAPERI”
  • I Fattori del cambiamento: “Le scuole come cambiano come migliorano”
  • Ricerca in corso: Auto-valutazione formativa dei docenti e valutazione formativa esterna con il peer assessment

 

Informazioni generali

Segreteria organizzativa: IIS D’ Oria, via Prever 13 Ciriè (To) tel 011 9210339

E-mail:. retesirq@gmail.com   www.sirq.it   www.marchiosaperi.it

Bibliografia e sitografia: www.sirq.it

 

Scuola di Cittadinanza Europea

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

presenta

Scuola di Cittadinanza Europea

La nuova proposta formativa rivolta alle scuole di I e II grado

Oltre 30 fra percorsi, laboratori e attività ludico-didattiche sui grandi temi della cittadinanza e della formazione civica

Open Day di presentazione dal 26 al 28 settembre in viale Pasubio a Milano

Online dal 19 settembre 2017 la piattaforma www.scuoladicittadinanzaeuropea.it

 

Una scuola non scuola, uno spazio di conoscenza e un laboratorio didattico alla scoperta delle grandi sfide della contemporaneità. Fondazione Giangiacomo Feltrinelli presenta Scuola di Cittadinanza europea, la nuova proposta formativa con oltre 30 progetti sui temi della cittadinanza e della formazione civica, rivolti alle scuole primarie e secondarie per l’anno scolastico 2017/2018.

La proposta di riflessione e approfondimento intende tradurre lo studio della storia e del presente in una forma innovativa di didattica, di formazione e di intrattenimento attraverso uno sguardo sistemico e tematizzato sui fenomeni sociali, economici e politici del Novecento, coniugando diritti civili e politici, libertà individuali e giustizia sociale. Dal 26 al 28 settembre in viale Pasubio 5, a Milano, si terranno gli open day rivolti a docenti e operatori del settore per presentare l’intera offerta formativa.

Scuola di Cittadinanza Europea si articola in tre sezioni:

  • il portale www.scuoladicittadinanzaeuropea.it, online dal 19 settembre 2017 in occasione della presentazione della prima stagione di attività di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, che presenta diverse aree tematiche, kit didattici, e-book, documenti di archivio realizzati in collaborazione con i ricercatori della Fondazione;
  • un catalogo con percorsi formativi e laboratori didattici rivolti alle classi delle scuole secondarie di secondo grado e strutturati in una prima fase di approfondimento e lavoro in classe, supportata dai materiali didattici messi a disposizione da Fondazione, e una seconda, più esperienziale e di confronto, condotta da esperti del tema, come scrittori, autori e ricercatori.
  • Un calendario di attività ludico-didattiche rivolte ai più piccoli, organizzate in occasione delle iniziative promosse nella nuova stagione culturale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

I temi

Tre i filoni tematici: Conoscere l’Europa. Le grandi trasformazioni del 900 europeo, dedicato a come ripensare e rileggere la storia in una modalità priva di confini geografici e cronologici; Democrazia è Partecipazione: politiche e passioni del nostro tempo, un percorso di riflessione sui comportamenti e sui valori di vita democratica e partecipata, e Futuro sostenibile: economie, territori e società, che esplora le trasformazioni legate allo sviluppo sostenibile, declinate a partire dalle priorità emerse dagli SDG’s, gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e dalla Carta di Milano.

www.fondazionefeltrinelli.it

PRIMA

Ricerca, il 18 luglio al Miur la presentazione del progetto PRIMA per l’area euro-mediterranea con la Ministra Fedeli e il vice Ministro Giro

Martedì 18 luglio, alle ore 14.00, presso la Sala della Comunicazione del Miur, in viale Trastevere 76/a, si terrà l’evento nazionale di lancio dell’iniziativa euro-mediterranea PRIMA, la Partnership of Research and Innovation in the Mediterranean Area, alla presenza della Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli e del vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Mario Giro.

Il partenariato PRIMA è un programma euro-mediterraneo di ricerca e innovazione incentrato sullo sviluppo sostenibile di soluzioni tecnologiche ed organizzative in materia di risorse idriche, sistemi alimentari e catene del valore agroalimentare, basato sui principi di parità, interesse comune e benefici condivisi – equal footing, co-ownership, common interest, shared benefit – fra tutti gli Stati partecipanti.

Grazie al contributo dei 19 Paesi che aderiscono e al significativo cofinanziamento da parte dell’Unione Europea, il programma avrà una disponibilità complessiva di circa 500 milioni di euro in dieci anni. Con la recente costituzione della Fondazione per l’attuazione di PRIMA e la nomina a suo Presidente del prof. Angelo Riccaboni dell’Università di Siena, l’Italia assume anche formalmente un ruolo chiave e direttivo.

PRIMA, sostenendo la collaborazione fra ricercatrici e ricercatori delle due coste del Mediterraneo e promuovendo positive ricadute sulle comunità dell’Area, intende contribuire al dialogo fra i Paesi e a società euro-mediterranee più sostenibili e stabili, in una prospettiva di diplomazia scientifica, oggi quanto mai importante.

L’evento del 18 luglio rappresenta un’occasione per consentire a tutti i membri della comunità scientifica italiana di conoscere il Programma e i meccanismi di finanziamento dei bandi, e costituirà un momento di forte impulso e condivisione di informazioni tra Atenei, Centri di Ricerca, Associazioni di categoria.


Programma

Save Research!

Save Research!
con Elena Cattaneo, Fabio Mussi, Giorgio Parisi
Mercoledi 19 luglio ore 11
Piazza Capranica 72

=====

Mercoledì 19 luglio 2017, alle ore 11 “Save Research”  il futuro senza tagli e precariato. Con la senatrice a vita Elena Cattaneo, l’ex ministro dell’università e ricerca Fabio Mussi, il fisico Giorgio Parisi, il sen. Fabrizio Bocchino, la responsabile scuola di Sinistra Italiana Claudia Pratelli.
Intervengono tra gli altri esponenti dell’UdU, di Link, Rete della Conoscenza, Adi, Flc Cgil, Arted , Crnsu, Precari Uniti Cnr.
L’incontro pubblico si svolgerà presso la sala dell’Istituto Santa Maria in Aquiro – Senato della Repubblica in Piazza Capranica 72.

LAVORO CONSAPEVOLE

LAVORO CONSAPEVOLE
Giovani e accesso al mondo del lavoro: quale futuro

Lunedì 17 luglio – ore 15:30
Sala della Regina
Camera dei Deputati
Piazza Montecitorio,1 – Roma

Saluti istituzionali:
Marina Sereni – Vicepresidente Camera dei Deputati

Il perché della ricerca: i giovani e l’accesso al lavoro:
Annamaria Parente – Capogruppo Pd Commissione Lavoro Senato e promotrice di Jobsinaction

Presentazione dell’indagine Censis:
Marco Baldi – Responsabile Area Economia e Territorio Censis

Prospettive e scenari futuri:
Giuseppe De Rita – Presidente Censis
Gianluigi Petteni – Segretario Confederale responsabile del Dipartimento Lavoro Formazione Contrattazione Cisl
Alessio Rossi – Presidente Giovani Imprenditori Confindustria
Stefano Scabbio – Presidente Assolavoro

Il punto di vista delle istituzioni:
Valeria Fedeli – Ministra Istruzione
Maria Elena Boschi – Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei ministri

Conclusioni:
Annamaria Parente – Capogruppo Pd Commissione Lavoro Senato e promotrice di Jobsinaction

Coordina i lavori e interviene:
Riccardo Staglianò – Giornalista de La Repubblica

Per partecipare è necessario accreditarsi, entro venerdì 14 luglio, all’indirizzo di posta elettronica info@jobsinaction.it.

La presentazione dell’indagine Censis sul rapporto tra i giovani e il lavoro in Italia è l’occasione per discutere dell’efficacia e degli sviluppi futuri delle politiche attive, per delineare nuove prospettive e scenari. Accesso al lavoro, formazione e competenze sono le tematiche al centro del dibattito.

LO SVILUPPO ITALIANO E IL RUOLO SOCIALE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA ORGANIZZATA

LO SVILUPPO ITALIANO E IL RUOLO SOCIALE
DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA ORGANIZZATA
Martedì 11 luglio – ore 10:00
Sala degli Atti Parlamentari
Biblioteca del Senato «Giovanni Spadolini»
Piazza della Minerva, 38 – Roma
Saluti:
Giorgio SantambrogioPresidente AdmPresenta la ricerca:
Francesco MaiettaResponsabile Area Politiche sociali Censis

Intervengono:
Giovanni TotiPresidente Regione Liguria e Vicepresidente Conferenza delle Regioni
Renato Brunetta – Commissione Bilancio e Tesoro Camera dei Deputati
Massimo Mucchetti – Presidente Commissione Industria, Commercio e Turismo Senato della Repubblica
Yoram Gutgeld – Commissario straordinario per la razionalizzazione e revisione della spesa
Andreas Kipar – Urbanista

Modera:
Massimiliano ValeriiDirettore Generale Censis  

In occasione della pubblicazione del «50° Rapporto sulla situazione sociale del Paese», il Censis ha ripercorso i sentieri di evoluzione della vita economica, sociale e istituzionale italiana. Un ambito decisivo è stato quello dei consumi quotidiani: il carrello della spesa è da sempre la nostra bilancia collettiva per capire meglio le trasformazioni di stili e qualità della vita degli italiani. Dagli anni del miracolo economico fino alla recente crisi, alla storia della spesa degli italiani si affianca quella della Distribuzione moderna organizzata, un protagonista primario non solo dello sviluppo dei consumi, ma dello sviluppo italiano.