Archivi categoria: LRE

Manifesto per la Felicità Futura

Lancio del  << Manifesto per la  Felicità Futura>>

FIRMATE IL MANIFESTO PER LA FELICITA’ FUTURA https://www.change.org/p/paolo-manzelli-manifesto-per-la-felicita-futura/share_for_starters?just_created=true

PRIMA BOZZA a cui si chiede di collaborare e sottoscrivere 18/03/2019-Firenze  
Paolo Manzelli , Presidente di EGOCREANET

Il Manifesto verra’ presentato e condiviso in occasione del Seminario di Studi sul Tema Anticipazione di un Futuro Migliore .30.Marzo2019 c/o Info Point Sala Multimediale Piazza Stazione di SMN n°4 in Firenze.

Vedi Programma in www.egocrea.net

NB la Partecipazione al Seminario e Gratuita . E’ richiesta la Prenotazione inviando una email a: egocreanet2016@gmail.com Paolo Manzelli

Richiesta di sottoscrizioni motivate dalla ricerca della Felicità Contemporanea

L’essere umano è biologicamente strutturato per essere felice afferma il neurologo Shimon Edelman, infatti miliardi di neuroni, producono modelli del mondo e prevedono le possibili conseguenze: ed “ogni previsione corretta è compensata con la felicità”.Per il raggiungimento della ‘FELICITA, scrive Alessandro Lo Presti nel  libro “Destinazione Felicita”, è necessario dare senso e motivazione alla vita che si evolve e cambia modificando continuamente la  percezione interiore di benessere cosi che  non è possibile stabilizzare uno stato di felicita assoluto e permanente che  corrisponda ad essere individualmente felici per sempre. E’ necessario quindi capire come raggiungere effettivamente la  felicità perseguendo la realizzazione gratificante di  nuovi e rinnovati obiettivi della vita. La ricerca della felicità può essere immaginata come un viaggio nel quale si evitano ostacoli accettando le nuove sfide per trasformarle in nuove opportunita’ da sviluppare nel procedere dinamico della vita. Di conseguenza non bisogna mai credere che la felicita sia il Nirvana (Condizione estatica, corrispondente al puro godimento dello spirito o all’annullamento di ogni concreta realtà) perche’ tale illusione di una suprema felicita individuale rischia di trasformarsi in ansia a depressione gravemente condizionante la neurologia funzionale alla naturale evoluzione cerebrale.

La Ricerca della Felicita e le ragioni del  Fallimento del Sogno Americano.

Il Presidente degli Stati Uniti di America Benjamin Franklin  ed i Padri Fondatori inserirono (il 04 Luglio 1776) nella Dichiarazione d’Indipendenza degli USA un paragrafo sulla eguaglianza tra gli uomini sulla base del diritto che garantisce :     “La vita, la libertà e la ricerca della felicità”, di ciascun cittadino .

Quanto sopra  fu redatto facendo  riferimento esplicito alle idee del Padre del’ Illuminismo il  filosofo Napoletano Gaetano Filangieri. –

Purtroppo nella  realtà, l’ ideale del raggiungimento della Felicita resta ancora assai lontano dalla evidenza della vita della società americana dove oggigiorno si registra il piu elevato tasso di uso di anti depressivi ed anche  un alto consumo di droghe che in tutto il mondo dimostrano come cresca l’ esatto contrario della ricerca della Felicita.

  • Al seminario di Studi e Ricerca su ANTICIPAZIONE DI UN FUTURO MIGLORE , ci proporremo di indagare la ragione profonda di tale insuccesso e cosa si può fare per invertire sviluppano una strategia che agisca come antidoto di questo fenomeno di sistematica decrescita della Felicita Mentale che malauguratamente deprime il comportamento di troppi giovani e  giovanissimi .

La Strategia di Ricerca della : <FELICITA COMPIUTA >

come scienza del benessere comune equo e sostenibile .

D’ora in poi dovremo parlare di  “Felicita Compiuta” non piu’  come assenza generica di infelicita’ ma di una conquista creativa intelligentemente predisposta a modificare le vecchie strategie di comportamento lineare dello sviluppo per  rilanciare nuove soluzioni crescita eco-ecologica circolari che inducono la espressione della energia vitale coerenti alle dinamiche della Felicita e del Ben-essere Pubblico. . Il compimento della Felicita contemporanea è pertanto il frutto di  un complesso processo di rinascita culturale ,ambientale e sociale, indirizzato a superare le  perturbazioni  e  le alterazioni nel cervello  umano che sono la causa di molteplici disturbi neurologici e psichiatrici”.

Le ricerche di Egocreanet Cluster indicano che il  superamento delle patologie neuro-psichiatriche quali ansia, depressione, schizofrenia e autismo risiedono principalmente  nella azione di cambiamento culturale  finalizzata ad evitare condizionamenti derivanti da il mantenimento conservativo di significati  obsoleti che ci impediscono di perseguire scelte innovative e di liberarci da superate e limitate concezioni le quali  riducono la nostra intelligenza e sensibilita’ a rimanere nel dubbio del “vero o del falso” come nel caso del paradosso  dell’ Asino di Buridano .

D’ora in poi è divenuto importante uscire  dalla contrapposizione duale di significati opposti come individuale//collettivo,bene//male,favorevole//contrario,destra//sinistra  ecc…  che razionalmente, ovvero ideologicamente, bloccano il flusso della ricerca di una “Felicita’ Compiuta” peggiorando il nostro ben-essere psichico invaso nel dubbio e da emozioni e pulsioni cerebrali negative.

Infine proprio per superare la trappola epistemologica del “tertium non datur” derivante “Principio Aristotelico di non Contraddizione” ci viene incontro la Scienza Quantistica con la quale si opera un cambiamento radicale di prospettiva e di atteggiamento della costruzione contemporanea del sapere probabilistico , fondata sulla base della simultaneita di esistenza “corpuscolare ed ondulatoria” dei quanti di energia//materia.

Infatti la quantistica con il “Principio di Indeterminazione (1927)”  supera ogni  precedente atteggiamento dogmatico volto a  far credere a sistemi di causa//effetto lineari e quantitativi , descritti come leggi predeterminate della scienza meccanica-riduzionista ,le quali  di fatto tendono a limitare la liberta del pensiero nel verificare la variazione semantica dei significati direttamente dalla evidenza del cambiamento ciclico della qualita’ della vita .

 Ed è proprio la sensazione di Decrescita della Felicita’ quella che apre la mente ed induce la “evoluzione della coscienza”  a riflettere e ripensare ad una profonda ed estesa  revisione e rigenerazione delle scelte probabili che inducono a potenziare il percorso della ricerca di un Mondo Migliore.

Concludendo  è  proprio lo sviluppo spontaneo e consapevole della esigenza di  una nuova cultura della coscienza quella che ha condotto recentemente in tutto il Pianeta  i giovani e giovanissimi del  movimento “Friday for Future” a  vivere e vedere la realta’ contemporanea  oltre gli schemi riduzionisti delle logiche lineari della meccanica ricercando nuove risposte e soluzioni creative –circolari  dei problemi strategici di sopravvivenza del pianeta.

D’ora in poi  come sottoscrittori del <<Manifesto della Felicita>> ci impegniamo  a favorire la crescita di una coscienza collettiva di  rinnovamento circolare per una tutela dell’ambiente sostenibile, capace di contenimento dei costi e dei consumi dei beni materiali e simultaneamente investiremo le nostre potenzialita creative individuali e relazionali, nel favorire lo sviluppo consapevole di una scienza condivisa della politica ad elevato valore culturale e di coscienza sociale idonea a favorire la aspirazione umana della costruzione futura della Felicita Compiuta.

NB.  Questa Prima Bozza potra essere rivista e corretta dai Sottoscrittori della Petizione su Change ORG  postata il 18 /03/20 che verra discussa al Seminario di Studi e Ricerca organizzato dal Cluster EGOCREANET il 30.Marzo 2019 a Firenze.

L’ Isola Che Non C’è

<<L’ Isola Che Non C’è>>

di Paolo Manzelli
egocreanet2016@gmail.com  

<<L’ Isola Che Non C’è>>  .  L’ impatto della Quarta Rivoluzione Industriale 4.0 sul lavoro basata sulla robotizzazione e la  dematerializzazione digitale dello sviluppo rendera’ il lavoro tradizionale un qualcosa che, come l’ isola che non c’e , si cerca ma non si trova; questo accadra’ se non modificheremo alle radici il modello di sviluppo contemporaneo per dar vita a molte opportunita di lavoro socialmente innovativo e creativo.

Il Lavoro tradizionale con la nuova concezione di sviluppo della  industria 4.0 cambiera rapidamente  pertanto   lavoro socialmente creativo sara’ consapevolmente da innovare

In ogni momento storico di cambiamento si aprono alternative  che sbloccano le possibilita’ di rinnovare  obsolete modalita di concepire la realta’ evolutiva dello sviluppo sociale ed economico.

(1)-http://nuovadidattica.lascuolaconvoi.it/agire-educativo/2-la-mediazione-plurale-nel-lavoro-educativo/thomas-samuel-khun/

Purtroppo l’ uomo contemporaneo si comporta come colui che cerca il suo cappello ovunque e non lo trova perche’ lo tiene sulla sua testa  cosi che similmente non pensa che le radici della regressione progressiva della crescita economica e sociale  risiedono nelle modalita riduzioniste  incluse nella concezione meccanica della scienza e della cultura del progresso  industriale, la quale è  stata fondata sulla paradigma utile per la costruzione di macchine anziche sulla comprensione della evoluzione della vita biologicca e relazionale.

Pertanto al fine di evitare motivi irreversibili di crisi permanente diventa oggi necessario superare obsolete concezioni meccaniche che in primariamente determinano insanabili contraddizioni logiche.

La prima tra esse e il “Dualismo Kantiano tra Fenomeno e Noumeno” che rende trascendente il pensiero cosi da affermare un “Realismo Ingenuo” della concettualita’ meccanica per la quale si ritiene oggettivo cio’ che è solo una nostra rappresentazione del mondo esterno  costruita dal cervello.(2)- http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Infatti dalla neuro-chimica  sappiamo che “non” ci sono occhi nella idea di un “soggetto isolato ed astratto” che al posto nostro percepisce oggettivamente la realta’ .  Diversamente sappiamo che quando gli occhi di una persona reale vengono temporaneamente accecati da un forte flash di luce i recettori fotochimici non emettono il segnale neuronale e pertanto rimaniamo temporaneamente come fossimo al buio malgrado la intensita’ luminosa esterna sia elevata.

 Cio significa che quando normalmente apriamo gli occhi non vediamo oggettivamente la luce esterna  cio’ i quanto  la sensazione di luce che percepiamo “non” e’ oggettivamente quella dei fotoni della luce interagenti nell’ ambiente esterno ma altresi proviene dalla sensazione cerebrale interiore che crea una immagine di luce diffusa che in realta’ è quella  prodotta dal cervello.

 Infatti sappiamo che  l’ impulso neuronale, generato dalla reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della fovea, va a stimolare le sinapsi cerebrali, in particolare quelle bioelettriche che avvicinando il “gap” tra le cariche positive e negative emettono “sparks” di luce ( “biofotoni” ) ;  quindi è la produzione cerebrale di luce all’ interno del nostro cervello quella che genera la effettiva sensazione dei  luminosita che vediamo. (3)-   http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

Dallo sviluppo della storia delle conoscenze sappiamo come l “realtà percepita ” non sia  mai stata la stessa nel quadro del cambiamento dei paradigmi di sviluppo storico dei sapere sociale .

(4)- https://noemalab.eu/ideas/essay/tempo-–-bidimensionale-nell’arte

In seguito agli sviluppi della “Intelligenza Artificiale “ che  permettono la visione di una   “Realta’ Virtuale” oggi sappiamo che gli ologrammi   che osserviamo in tre dimenzioni (  3D ) sono fisicamente costituiti da immagini piatte che assumono la visione tri-dimensionale solo nel cervello che le osserva .

Si tratta senza ombra di dubbio che la terza dimensione in cui si esplica un ologramma nella visione cerebrale non è oggettiva , cio proprio  in quanto la nostra percezione del mondo esterno è stata biologicamente programmata per elaborare immagini visive tridimensionali poiche’ esse fanno seguito a costruzioni cognitive che si limitano a descrivere il mondo materiale  come reale oggettivazione della realta’ della  vita,  che in verita sappiamo essere  molto piu’ complessa per essere coerente con tutte le altre forme di energia che non vediamo.

(5)- https://dabpensiero.wordpress.com/2015/04/07/linterpretazione-quantistica-della-percezione-e-il-cambiamento-di-conoscenze-nella-scienza-e-nell-arte-contemporanea/

La organizzazione del lavoro sociale del futuro ,sulla base del riduzionismo meccanico della scienza, somiglia quindi “Isola che non c’e” in quanto in assenza di un netto cambiamento del paradigma della oggettivita della percezione materiale del mondo, la mancanza di lavoro  diverra una carenza effettiva  che provochera’ un regresso irreversibile della societa’ e dell’ ambiente . Di conseguenza  diviene una esigenza prioritaria rimodulare le nostre concezioni della creativita dello sviluppo in modo che esse non siano piu’ limitate da concezioni di oggettivita’ percettiva che come nel “Mito della Caverna di Platone” ci costringono ad essere prigionieri di una illusione materialistica di ombre olografiche come condizione di apparenza cerebrale ed inganno mentale che progressivamente ci condurra’ verso una irreversibile  catastrofe biologica e ambientale dei sistema vivente sul nostro Pianeta.

Simili considerazioni hanno dato origine al “Principio Olografico” sviluppato dall’ istituto Astronomico del FERMI-LAB – in USA  , dove si studia la Astrofisica Quantica , partendo dal fatto noto che suddividendo un ologramma piatto in due parti ,ogni meta e in grado di far vedere tutta la figura in 3D. Allora gli scienziati del FERMI LAB hanno ritenuto che fosse possibile suddividere il Quadrivettore della Energia dell’ Universo, definito come “HOLOMETER” in (4D) nelle varie dimensioni della  “matrix del cronotopo”  cosi da suddividerla in ( 4-1 )  dimensioni , che sono quelle del mondo materiale che percepiamo in 3D , per poi proiettarla in ( 4-2 ) cioe in due Dimensioni Olografiche, ma successivamente fosse possibile trasformarla anche in ( 4-3 ) dimensioni (2D) riducendo l’ Universo  in un campo  di onde/particelle i cui PIXEL QUANTICI fluttuano nella dimensione del “Quanto di azione di Plank” generando la fondamentale dimensione di uno spazio “non” continuo  perche quantistico , che è molto  diverso da quanto abbiamo ritenuto fino ad oggi assumendo come  oggettiva la illusione della nostra percezione visiva.

(6)-https://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/filippo-bonaventura/siamo-solo-ologrammi-2d/settembre-2014

à Di queste affascinanti probabilita’ fondanti il cambiamento futuro delle nostre conoscenze , discuteremo  al <<Seminario Anticipazione di un Futuro Migliore>> Firenze 30 .03. 2019 , c/o –Info-Point , Sala Multimediale “Visitor Centre” in Piazza della Stazione di Santa Maria Novella a Firenze.

Lo obiettivo del Seminario di Studi e Ricerca, Organizzato dal Cluster Egocreanet (NGO-Firenze)) è quello di promuovere una rinnovata consapevolezza per osservare lo sviluppo culturale e sociale  da un punto di vista piu ampio e creativo di quello ereditato dal riduzionismo meccanico in modo da riconoscere la effettiva opportunita’ del cambiamento di una nuova dimensione della vita finalizzata a reinterpretare la realta’ dello sviluppo eco-economico e sociale contemporaneo in modo da  rimodulare creativamente  il modello formativo tradizionale

Vedi il Programma  sul : Portale Giovani del Comune Firenze in :

https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/rubrica_pace_dettaglio.php?ID_REC=16714

RICERCA DI PARTNERS del Progetto:

“SFIDA CONTEMORANEA PER LA  FORMAZIONE CREATIVA E COSCIENTE”

Come Egocreanet Cluster (ONG no for profit) richiediamo  ai potenziali partners  la partecipazione al seminario nella intenzione di proseguire nella collaborazione del  Progetto di Formazione trans-disciplinare da condividere con giovani Talenti allo scopo di realizzare successivamente una progettazione formativa  del tipo “Job Coaching” tendente a creare nuovi profili professionali emergenti e percorsi di inclusione nell’ impresa sociale innovativa. In estrema sintesi riteniamo che per tale obiettivo si debbano superare le ormai obsolete concezioni del paradigma meccanico che con ogni evidenza non sono piu complementari allo sviluppo al tempo della  industria 4.0 .

Attendiamo pertanto proposte  di collaborazione e partecipazione.

Il Cambiamento ed il Movimento dei Giovani

Il Cambiamento ed il Movimento dei  Giovani

di Paolo Manzelli

Gli studi sulla timore del futuro dei giovani  sottolineano, che esso si associa a una mancanza  di sentimenti positivi, che determinano piu elevati  livelli di smarrimento di depressione, e di ansia, che inducono comportamenti disadattivi che sempre piu spesso si risolvono in un aumento dell’ abuso di sostanze che permettano lo sballo per dissociarsi da una situazione inconscia di frustrazione per incapacita di vedere soluzioni di felicita e soddisfazione nel futuro della propria vita sociale.

Per tale motivo Egocreanet-Cluster ritiene  fondamentale, dar origine ad una strategia di rinnovamento culturale e scientifico della vita biologica e relazionale capace di ottenere un impatto positivo nel rimodellarsi dell’arco evolutivo dell’adolescenza, educando  i giovani alle prospettive di cambiamento, fondate su una nuova visione delle potenzialita’ umane di intelligenza atte a rimodellare lo sviluppo sociale ed economico con  responsabilità  mediante una ricerca  innovativa di sviluppo cosciente orientata a  dare un rinnovato senso alla vita.

Recenti ricerche  sulla percezione dei giovani rispetto al futuro e alla progettualità,(1) mostrano come nuovi costrutti di autoefficacia, resilienza e ottimismo in eta’ evolutiva possano fornire delle risposte adattivo/creative a questa fase complessa di cambiamento .

L’attenzione su questi temi  è indirizzata a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di promuovere un rinnovamento della  cultura educativa in quanto vogliono interagire in maniera propositiva con i giovani per approfondire e a far conoscere e valorizzare le risorse dei giovani nell’attuale contesto socio-culturale.

-(1)- Giovani tra speranza, fiducia e progettualità Risultati di una ricerca http://isfoloa.isfol.it/xmlui/bitstream/handle/123456789/709/Aprile_Di%20Giuseppe_Paoletti_Pavoncello_Giovani_speranza_fiducia.pdf?sequence=1

L’ articolo «Giovani tra speranza, fiducia e progettualità» trova il suo fondamento in un momento di grande trasformazione sociale e politica ed economica che richiede una profonda riflessione sulle pratiche educative e pedagogiche necessarie per sostenere le nuove generazioni ad affrontare con determinatezza il proprio futuro per sentirsi realmente cittadini attivi fin da giovani e giovanissimi .

Egocreanet . Cluster condivide a pieno la necessita di proporre ai giovani di valorizzare  e credere nelle proprie capacità con ottimismo potenziando il  valore della intelligenza e della flessibilita  come costrutti da cui partire per rilanciare il sistema economico, sociale e politico  nella sfida del reinventarsi.  (2)

(2)- https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

Resta infine il compito di indicare ai giovani la strategia di rinnovamento della visione culturale che permetta di sopravanzare la condizione d’insicurezza e indeterminatezza nei confronti del futuro che  oggi caratterizza le nuove generazioni .

Per le ricerche del Cluster Egocreanet la nuova visione strategica culturale ed economica  si fonda sul superamento delle obsolete concezioni meccaniche della scienza  che sono ancora  la radice cognitiva acquisita nel quado storico della societa’ industriale (3

(3)- https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/scienza_e_fisica_quantistica/il-crollo-del-vecchio-paradigma-meccanico-della-scienza

Purtroppo la visione meccanica della realta’ permane ancora durante questa epoca di cambiamento e tale modalita di pensiero paradigmatico è capace di inibire sistematicamente  le potenziali risorse creative dei giovani cosi inibire la fiducia dei giovani nelle proprie risorse con le quali  potranno  rendere effettivo e sostenibile un punto di svolta creativo del cambiamento dell’ attuale momento storico.

Pertanto come metteremo in esplicita evidenza al Seminario di Studi e Ricerca  su: “Anticipazione di un  Futuro Migliore” ( Firenze 30.03/2019) diviene estremamente  necessario comprendere profondamente la sfida scientifica e culturale capace di proporre un  diverso mondo di conoscere la vita biologica e relazionale bioquantica  (3)  associata  a  differenti criteri e modalita’  di organizzazione e di management economico e politico tali da permettere  la espressione di rinnovata  forza generativa  dei giovani strategicamente volta al fine di promuovere la trasformazione globale in senso costruttivo, sostenuta da atteggiamento propositivo di speranza ed ottimismo nel futuro correlata all’ obiettivo di  dare sviluppo coscientemente ad elevate abilità progettuali di risoluzione innovativa dei problemi fondate su maggiori livelli di creatività,

(2) Bioquanica:

http://gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/7217

Vedere è guardare oltre i limiti di ogni apparenza superficiale

<<VEDERE è  GUARDARE  OLTRE il LIMITE DI OGNI APPARENZA SUPERFICIALE>>.

Paolo Manzelli Presidente Egocreanet, <egocreanet2016@gmail.com>

<Se apriamo gli occhi e ci liberiamo dai pregiudizi senza restare a guardare passivamente , riusciamo a vedere anche l’invisibile per non scoprire in punto di morte di non aver mai vissuto!>> Tratto dal  pensiero di Henry David Thoreau, padre del Rinascimento in America.

Se i giovani impareranno a vedere e non limitarsi a guardare certamente “ Vivremo in un Mondo Migliore”:  questa è a tesi del Seminario di Studi e Ricerca Egocreanet Cluster del 2019 . https://www.facebook.com/groups/758332701226366/

Spesso le parole sono fonte di malintesi concettuali.

La concezione Meccanica della scienza  isolando arbitrariamente il soggetto della percezione dall’ oggetto rende sinonimi ed intercambiabili i significati di “Vedere e Guardare” che in vero sono profondamente diversi sia etimologicamente che di rappresentazione mentale.

Vedere indica andare oltre la percezione della superfice osservabile della realta’ ed esercitare una azione consapevole sui limiti tra cio che ci e reso visibile dai sensi e la realta invisibile ma fondamentale per capire la nostra vita . Il guardare significa  atteggiarsi  a guardia di cio che accade nel mondo esterno con  una impostazione  analitica di osservazione  deprivata da una chiave di accesso per la comprensione piu profonda della realta’. Questa distinzione tra “vedere e guardare” è importante oggi dal momento che il riduzionismo della scienza meccanica ha concepito la osservazione come oggettiva escludendo il vedere come capacita interiore creativa capace di superare la visione di un mondo speculare , proiettata come ombra nella retina oculare . La estetica e lo spettacolo come finzione hanno pertanto preso il sopravvento come sembianze della reale conoscenza interiore del vedere con la mente, fino a rendere virale  la moda nei giovani di guardarsi facendosi dei autoritratti (Selfies) amando il guardarsi il viso ed il proprio corpo senza vedersi oltre la apparenza di se stessi Oggettivizzare la percezione separata dalla partecipazione consapevole del soggetto oggi nell’ epoca contemporanea della “Realta  Virtuale” e della “Intelligenza Artificiale” è ormai divenuto  un assurdo palese .  Infatti è esemplare capire che la luce che osserviamo non puo essere’ causata dalla osservazione oggettiva di fotoni visibili in quanto essi provenienti da una fonte luminosa producono una reazione fotochimica dei coni e bastoncelli della retina , che induce un segnale neuronale il quale eccita le sinapsi elettriche del cervello nel produrre “sparks” di luce ( biofotoni) ; pertanto la sensazione di luce che percepiamo puo’ essere quella esterna ma altresi corrisponde alla visione interiore e soggettiva della luce. E’ stato recentemente dimostrato che il sistema “occhio/cervello” è altamente  sensibile alla luce in quanto è sufficiente un solo fotone per creare un segnale neuronale , mentre il successivo invio sulla retina di 4 / 5 fotoni  diviene sufficiente a stimolare la visione cerebrale della luce. Quanto sopra permette di comprendere come possiamo vedere la luce quando sogniamo nel mentre gli Occhi Roteano Rapidamente ( REM) espellendo alcuni fotoni rimasti intrappolati (entangled) nella retina durante il giorno , cosi che nel sogno iniziamo a vedere immagini e colori  in piena luce che vengono costruite virtualmente dal cervello mentre abbiamo gli occhi chiusi e siamo al buio. 

In conclusione questa effettiva “de –oggettivazione” della osservazione nella situazione onirica mette in evidenza come il modello percettivo della scienza meccanica sia ormai obsoleto e di conseguenza una piu cosciente riflessione ci propone  di intuire come i sogni piu vividi ed emozionanti siano quelli che si verificano nella immaginazione scientifica e nella fantasia artistica che per esprimersi compiutamente nella nostra epoca necessitano di modernizzare le vecchie modalita’ di dare forma figurativa dell’ essere e del pensare alla vita.

Egocreanet -Cluster si propone sviluppare una cultura della creativitache vada oltre l’ orizzonte  degli schemi riduzionisti della “meccanica” , in memoria del 500* anniversario del genio di Leonardo da Vinci. NB: Le modalita di Iscizione,partecipazione e collaborazione e sostegno al Cluster Egocreanet 2019 , sono descritte in : http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/

CURRICULUM

CURRICULUM di PAOLO MANZELLI sul tema ” ARTE e SCIENZA QUANTICA “

Paolo Manzelli Nato a Terni il 25/06/1937 è Presidente di Egocreanet (ONG di R&S) , ricercatore e docente di Chimica-Fisica della Universita di Firenze dalla Laurea del 1967 , Direttore dal 1985 del Laboratorio di Ricerca ed Innovazione Educativa LRE/UNIFI.

A partire dall’ anno 2004, anno del proprio pensionamento , ha iniziato a promuovere una programma transdisciplinare di ” Arte e Scienza Quantica ” esercitando un ruolo di indirizzo culturale, sociale ed economico per favorire l’emergere di proposte progettuali innovative di alto profilo nel quadro dello sviluppo di nuovi orizzonti della conoscenza biologica e relazionale Vedi: http://www.edscuola.it/lre.html

Egocreanet tra gli anni 2012 fino ad oggi ha organizzato molteplici iniziative di ampio impatto scientifico /culturale e di elevata fecondità euristica con lo obiettivo di emancipare e potenziare ogni forma di espressione creativa contemporanea onde ottenere una piu’ completa combinazione tra quantita’ e qualita’ della percezione cerebrale sulla base di nuovi criteri di interpretazione della interattivita’ sensoriale

A partire dl 2017 Egocreanet ha proposto di fondare il CLUSTER EGOCREANET al fine di promuovere un avanzamento della nuova frontiera dello sviluppo innovativo basata su una strategia di ricerca Bioquantica delle scienze biologiche e relazionali della vita , essenzialmente finalizzata a capire come si evolva la Mente Quantica in seguito alla interazione con il cambiamento della “informazione epigegetica” sia culturale che ambientale, per orientarla verso l’ intenzione condivisa di potenziare lo sviluppo dell’ apprendimento cerebrale .con il proposito di rimodulare le obsolete credenze e preconcetti inclusi nel riduzionismo colturale scientifico, storicamente acquisito durante tutta l’era definitivamente obsoleta dello sviluppo industriale.

Paolo Manzelli 22/01/2019

Nota Breve:
Pensionato della Universita di Firenze ,ex, Ordinario di Chimica Fisica all’Università di Firenze dal 1970. Esperto di Programmazione Neurolinguistica, Fondatore e Presidente dell’Associazione telematica culturale e scientifica EGO-CreaNet (Espansione Globale degli Osservatori sulla Creativita’) dal 1997 vedi: http://www.egocrea.net

PAOLO  MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
EGOCREANET- VALIDATED EUROPEAN -PIC = 959882416
c/o BUSINESS INCUBATOR  ,
POLO SCIENTIFICO UNIVERSITA’ di FIRENZE 
50019 -SESTO F.no– 50019 Firenze- 
Via Madonna dl Piano ,06
-room: d.132: Phone: +39/055-4574662 Fax: +39/055 2756219
Mobile: +39/335-6760004; SKIPE “manzelli3″posta certificata : <egocreanet@pec.it>
E-mail.1 : pmanzelli2016@gmail.com
http://http://www.caosmanagement.it/
http://www.edscuola.it/lre.htmlhttp://dabpensiero.wordpress.com/
http://www.egocrea.net/
http://www.ticonzero.name/1/scienza_e_arte_di_paolo_manzelli_6597996.html
http://gsjournal.net/Science-Journals-Papers/Author/742/paolo,%20manzelli
http://squa62.wix.com/future-life-netNutra-Scienza: http://www.facebook.com/groups/195771803846822/
quARte: https://www.facebook.com/groups/431161846963599/
Nutra-Africa : https://www.facebook.com/groups/483765628411000/
Nutra-Tuscany: https://www.facebook.com/groups/EGOCREANET/https://www.facebook.com/groups/777824802310650/?ref=bookmarks

Relazione Morale Egocreanet 2018

Relazione Morale Egocreanet 2018  e attivita di R&S di Formazione eDivulgazione  ad indirizzo strategico Cluster Egocreanet  tema della “Biologia Quantistica”.

Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com 

Marcello Traversi traversimacello@gmaol.com

Statuto EGOCREANET : http://www.egocrea.net/2017/12/18/lo-statuto-di-egocreanet/

———————————————————————————

WEB Egocreanet : http://www.edscuola.it/lre.html ; Statuto Egocreanet:

Facebook : https://www.facebook.com/pg/eventiolisticiegocreanet/posts/

Bioquantica; https://www.facebook.com/groups/1438751666245637/?ref=bookmarks

Web Bioquantica : http://www.bioquantica.org (web Master : Maurizio Buzzi)

————————————————————————————-

La Aggregazione del Cluster Egocreanet ha fatto seguito al successo del Convegno  a partecipazione gratuita organizzatoda Egocreanet sul tema : “Biofotoni ed Energia per la Vita” (c/o laaccademia dei Georgofili (28/sett.2017) , http://www.georgofili.info/evento.aspx?id=4414,)  dopo il quale i gruppo di partecipanti propose di approfondire tale tematica in relazione al interazione quantica tragenetica ed epigenetica nei sistemi viventi . Decidemmo allora di aggregare sul puro volontariato un gruppo di ricercatori di varia provenienza formatosi in seguito per trattare da un punto di vista innovativo la “BiologiaQuantistica”  con l’obiettivo di superare le limitazioni delle concezioni meccaniche e quanto meccaniche tradizionali della scienza. Nell’ intento di favorirela creativita’ scientifica e culturale contemporanea nel quadro di un nuovo Vitalismo capace di prendere in considerazione  le potenzialita della Energia Vitale (Prana,Qi,Chi,ecc) . Pertanto agli inizio del 2018 decidemmo di realizzare un nuovo convegno che si è tenuto il 24/05/2018, sulla  informazione epigenetica  derivante dalla bio-informazione quantica di  acqua, luce, suono ed alimentazione.  Convegno che e stato  organizzato da Egocreanet ed alcuni collaboratori c/o  la Sala della Giunta Regionale Toscana , Vedi: http://www.egocrea.net/2018/03/16/convegno-acqua-luce-e-suono-nella-programmazione-epigenetica-del-benessere.

Per controllare l’effettivo interesse di partecipazione chiedemmo ai partecipanti di firmare un modulo  nel quale si dichiarava di voler collaborare nell’intento di delineare un superamento del tradizionale paradigma meccanico della scienza al fine di promuovere una rinnovata  visione trans-disciplinare ed olistica della scienza e della cultura. (allegato.”1”)

Al suddetto convegno parteciparono oltre 80 firmatari del modulo in allegato , e conseguentemente al successo di questa seconda iniziativa  come Egocreanet proponemmo di organizzare il CLUSTER EGOCREANET.

La organizzazione del Cluster Egocreanet e le attivita di indirizzo orientate a realizzare Ricerca ,Sviluppo e Formazione Bioquantica  sono state discusse nelle tre Riunioni  Tenute il 05/Giu./18 , l’11/Sett./18 ed il 27.Sett./18 c/o la Sede Operativa di Egocreanet (Incubatore Unifi di Sesto F.no , vedi All. “3” )  ed inoltre è previsa una riunione Conclusiva 2018 da tenersi  l’11/Dic. /18  che sarà preferenzialmente dedicata a programmare le iniziative di promozione e i progetti da sviluppare nel 2019 in una metodologia di open innovation e di ricerca di partners per ottenere il coinvolgimento di nuovi contributi transdisciplinari della mission strategica del Cluster per la  attivazione del cambiamento paradigmatico delle scienze della vita tramite la realizzazione di iniziative e progetti scientifici lungimiranti le necessita contemporanee di cambiamento scientifico culturale e sociale.

Il Piano di Azione Promozionale  e Progettuale ha attuato ad oggi le seguenti iniziative.

15/Settembre Incontro Egocreanet Cluster (gratuito) Organizzato da Flavio Burgarella sul Tema Potenzialita della Mente Quantica a Spinone del Lago (Bg) .

15/16/ Sett, Partecipazione Egocreanet al Festival OLOS in Fiesole  (in coll: Emy Narbone , Traversi Marcello e Amal Oursana)

13/14 Ottobre Corso di Formazione Olistiche della Salute . c/o Scuola “ABC”in Firenze

Coord. Fabio Bottaini (Con chiusura per la Discussione Tesi 30 Nov 2018) Vedi:http://www.ectomusica.it/site/ectomusica/corso-di-formazione-e-ricerca/

30 NOV 2018 , Presentazione Progetto Laser e Laser Terapia per il Diabete, Coord. Leonardo Longo , PaoloManzelli . co Stala Stampa O.Fallaci della Provincia di Firenze . Vedi in:Florentina Richeldi Ricerche : https://www.facebook.com/FlorentinaRicheldiAura/videos/515491165631904/

Programma : nel Blog di Daniela Biganzoli: https://dabpensiero.wordpress.com/2018/11/27/seminario-laser-e-le-sue-applicazioni-tecnologiche/

01/Dic/2018 , Progetto “Laboratorio” Coord.. Alfredo Rossi , Florentina Richel di Maurizio Buzzi  sintesi materiale elaborato dal gruppo laboratorio da condividere con il Cluster.

All’interno si possono trovare:

1) Presentazioni fatte alle varie riunioni

2) File relativo all’analisi e costruzione del glossario

3)Cartella con articoli scientifici che abbiamo considerato originale del laboratorio

5)Ipotesi di pattern sperimentali in relazioni a prove e idee emerse durante le riunioni

————————————————————————————-

Il 27 Sett abbiamo dato incarico  ad uno dei membri volontari  del cluster a Iain Antony Mc Leod  di realizzare il Logo del Cluster Ego Creanet .

La scelta simbolica della Uva è quella della tradizione di “Buon Presagio” come simbolo della fertilita e della salute della terra.

La scelta del segno “Uva” e anche dovuta al fatto che il Grappolo d’Uva è unCluster dove la Linfa Vitale risiede nel “Graspo” ( cioe’  nelle iniziative a cui tutti i membri partecipano ) che lascia un ampio grado di liberta alla crescita dei diversi “Acini”che nel nostro cluster rappresentano i  diversi progetti  ciascuno dei quali rimanente in stretta condivisione  con la strategia generale del Cluster , vengono proposti  da uno o più membri interni al cluster ma anche possono collaborare con competenze e partners esterni , purche’ il piano di azione e di avanzamento del progetto venga reso pubblico e  converga coerentemente  le traiettorie di crescita e sviluppo del Cluster.

NB       : Il LOGO VERRA REGISTRATO PRESSO L’UFFICIO DEL REGISTRO NON SEMPICEMENTE COME SEGNO GRAFICO (marchio) MA COME SIGNIFICATO ACQUISITO E CONDIVISO DALLE PERSONE SIGNIFICANTI LE QUALI SOTTOSCRIVERANNO UNA REGOLA COMPORTAMENTALE STRATEGICA DELLO SVILUPPO PROGETTUALE DEL CLUSTER EGOCREANET .

17/Ott./2018 FIRMA della Lettera di intenti EGOCREANET con Valerio Sgalambro ed Eva Veliksow scritta nella forma di memorandum of understanding (MOU)  sul tema:

“COUNSELING BIOQUANTICO” orientato a sviluppare la migliore strategia di Couseling di grande impatto scientifico e culturale e di innovazione sociale della “SCIENZA BIOQUANTICA” caratterizzato da una impostazione trans-disciplinare. L’idea sottesa al MOU e quelle di   favorire una NUOVA VISIONE Quanto-OLISTICA della scienza. Si tratta di redifinire le potenzialità di cambiamento di un nuovo umanesimo scientifico  capace di agire sull’ inconscio individuale per favorire la crescita della intelligenza collettiva che riconfiguri le modalità di pensare individuali psico-pedagogiche che escludono la epigenesesi del cambiamento della società e dell’ambiente  dal futuro della previsione anticipativa delle professioni innovative, fondate sulla promozione della creatività bioquantica, piuttosto che sull’adattamento meccanico e quantomeccanico del  passato .

Infine EGOCREANET dichiara la intenzione di proseguire nel anno 2019  la evoluzione transdisciplinare del Cluster Egocreanet sia partecipando alla promozione di insieme (GRASPO ) che della realizzazione dei progetti che come gli ACINI di un grappolo di Uva saranno diversificati e coordinati da chi propone il progetto (individualmente o in collaborazione con partners , preferenzialmente  interni ma anche con competenze specifiche  esterne al Cluster)  e quindi investe e profonde  impegno nella realizzazione del progetto in modo che faccia riferimento costante alla strategia di sviluppo evolutivo del CLUSTER la quale verrà garantita dal coordinamento generale affidato consensualmente ad  Egocreanet come fondatore della strategia di sviluppo del Cluster.

Infine come approvato nella riunione del 27 Sett 2018 saranno membri del Cluster Egocreanet tutti coloro che sottosciveranno una donazione liberale a sostegno delle attivita di EGOCREANET per lo sviluppo strategico del Cluster da versare sul C/C di Egocreanet come contributo  minimo di 50.euro entro il 31 Genn 2019 .

————————————————–

Un caro saluto a Tutti. Paolo Manzelli  17/12/ 2018

<IL CLUSTER EGOCREANET RICONFIGURA L’OBSOLETE MODALITA DI PENSARE AL FUTURO>

Couseling Bioquantico

“Couseling Bioquantico” 

Promozione e Sviluppo.della Scuola di Formazione BioQuantica 

Coordinatore Dr.Valerio Sgalambro in partenariato con Egocreanet (NGO )

di Paolo Manzelli egocreanet2016@gmail.com , (1)

————————————————-

RICERCA DI COLLABORAZIONE

Il Conseling Bioquantico si caratterizza come stimolazione consapevole a favorire un programma di avanzamento individuale e sociale delle scienze della vita. La Biologia Quantica e pertanto lo strumento la nuova visione della biologia quantica orientata a  delineare una rinnovata formazione professionale psico-pedagogica come conseguenza del miglioramento delle abilita cognitive e dei comportamentali e relazionali individuali e collettivi.

Il Counseling Bioquantico ha pertanto per obiettivo il superamento dei disturbi psichici generati dalla emarginazione sociale e dalla mancanza delle prospettive di lavoro di giovani disoccupati e sotto-occupati che determinano un pesante isolamento dalle opportunita’ di coinvolgimento sociale attivo nel lavoro. Pertanto il Conseling bioquantico puo’ essere considerato come una “ Terapia Occupazionale” finalizzata a significare creativamente alternative della capacita di comprendere e dare sviluppo a nuovi profili professionali in un modo del lavoro che cambia .

Infatti:

LA MUTAZIONE DEI PROCESSI INDUSTRIALI PRODOTTA DALLA DIFFUSIONE DELLA AUTOMAZIONE E DALLA DIGITALIZZAZIONE PRODUCE UN DRASTICO CAMBIAMENTO DEL LAVORO SIA COME PROFESSIONALITA CHE COME RIDUZIONE DELLA OCCUPAZIONE.

DI CONSEGUUENZA IL LAVORO NELLA SOCIETA’ POST-INDUSTRIALE NON E’ PIU’ FUNZIONE DELLO INCROCIO TRA DOMANDA E OFFERTA DI LAVORO NELLA IMPRESA MA SARA PREVALENTEMENTE IL FRUTTO DELLO SVILUPPO DI NUOVE CONOSCENZE E RINNOVATE PROFESIONALITA’ IN UNA VISIONE BIOQUANTICA DELLA VITA .


Scuola di Formazione BioQuantica  (INFORMAZIONI )

Coordinatore Dr.Valerio Sgalambro in partenarioato con Egocreanet (NGO )


NUOVE CONOSCENZE GENERANO LE NUOVE OPPORTUNITA E PROFESSIONALITA DI LAVORO NELLA SOCIETA POST-INDUSTRIALE.

Obiettivi : Introduzione.

Il Counseling Bioquantico progettato e promosso da Egocreanet con il Coordinamento del Pedagogista Valerio Sgalambro, ha l’ obiettivo di favorire le professioni del futuro che sostituiranno in gran parte il lavoro tradizionale. La innovazione concettuale Bioquantica e il fondamento per dar vita a una nuova visione del lavoro della societa post-industriale dove la automazione e la digitalizzazione della Industria 4.0 stanno accelerando il sostanziale cambiamento delle opportunita di lavoro . Infatti le conoscenze Bioquantiche trovano applicazioni creative in ampi settori professionali che vanno dal management della prevenzione della salute , allo sviluppo di un nuovo rapporto con la natura della agricoltura di precisione e della sua verticalizzazione urbana alla produzione tracciabilita’ del cibo ad elevata qualita’ metabolica ed allo sviluppo della creativita artistica e sociale capaci di fondare un nuovo umanesimo rinascimentale . .

Per raggiungere tale scopo il Counseling Bioquantico intende Promuovere una nuova visione delle scienze della vita fondata sulle interazioni spontanee ed indotte delle frequenze di risonanza elettromagnetica (preferenzialmente dello spettro delle frequenze UVa e Visibile tra i 200/800 nm.)

La evidenziazione bio-quantica , tecnologica e teorica, delle interazioni Elettromagnetiche (non Termiche) a livello cellulare e molecolare apre una ampia revisione concettualmente innovativa sulla azione della emissione ed assorbimento della Luce e del Suono nell’ ambiente della coerenza delle dinamiche di auto- organizzazione dell’ acqua nei tessuti biologici che si esprimono come comunicazione di quanti in forma di Biofotoni (della Luce) e Biofononi (del suono e di ultrasuoni) .

Vedi:

Bioquantica : https://www.facebook.com/groups/1438751666245637/?ref=bookmarks

NB:  Egocreanet /cluster Promuove una nuova visione bioquantica delle scienze della vita fondata sulle interazioni spontanee ed indotte delle frequenze di risonanza elettromagneca (preferenzialmente dello spettro delle frequenze UVa e Visibile tra i 200/800 nm.)

La evidenziazione quantica , tecnologica e teorica, delle interazioni Elettromagneticedi livello cellulare e molecloare che generano effetti Non Termici apre una ampia revisione concettualmente innovativa sulla azione della emissone ed assorbimento della Luce e del Suono nell’ ambiente della coerenza delle dinamiche di auto- organizzazione dell’ acqua nei tessuti biologici che si esprimono come comunicazione di quanti in forma di Biofotoni (della Luce) e Biofononi (del suono e di ultrasuoni) .

Film: https://www.facebook.com/ScuoladiFormazioneBioQuantica/…

Paolo Manzelli, 335/6760004 <egocreanet2016@gmail.com>

PS: — (1) –

Lettera di intenti nella forma di memorandum of undertamding sul tema “COUNSELING BIOQUANTICO . // Oggi/17/11/2018/ Tavarnuzze .- Firenze ore 15 .00-17.00.

Nella riunione odierna si conferma di comune accordo tra i firmatari quanto segue:
“Il Conseling Bioquantico” coordinato dal dr. Valerio Sgalambro si avvarra della collaborazione come partner di Egocreanet Ngo Firenze al fine di sviluppare la migliore strategia di grande impatto scientifico e culturale e di innovazione sociale della “SCIENZA BIOQUANTICA” a carattere trans-disciplinare , onde favorire una NUOVA VISIONE OLISTICA di un moderno immaginario scientifico e culturale . Firmano : Paolo Manzelli, Valerio Sgalambro, Eva Veliksow .

La MENTE QUANTICA ED IL PENSIERO

La MENTE QUANTICA ED IL PENSIERO

Paolo Manzelli, Presidente Egocreanet

 

Il Pensiero è la attivita’ piu evoluta del cervello ma nella concezione meccanica della scienza e del tutto indefinito in quanto nel paradigma tradizionale le forme di pensiero ( Creativo, Razionale. Emotivo , ecc) è considerata una astrazione che non trova riferimento alle modalita di interconnessione sinaptica con cui si trasferiscono forme energia ed informazione tra ambiente , la mente , e il corpo.  Il riduzionismo del paradigma meccanico conduce ad escludere le relazioni tra Pensiero e Materia a partire dalla concezione che ritiene che la nostra visione del modo sia oggettiva anziche’ il risultato di una costruzione percettiva degenerata da un dominante atteggiamento del pensiero meccanico che ha regolato nel quadro di un limitato livello di coscienza lo sviluppo della societa industriale .

 

“ La visione come rappresentazione illusoria della realta”- “Arthur Schopenhauer”

 

Il riduzionismo meccanico infatti ha indotto a credere che la percezione visiva anziche essere organizzata dalla mente fosse oggettiva in quanto realizzata da un inesistente “soggetto isolato” capace di vedere  direttamente l’ ambiente esterno . Cosi ad es nel quadro cognitivo della cultura meccanica ci siamo convinti della possibilita’ di vedere la luce  , mentre  e’ facilmente dimostrare che un flash di luce intensa , bruciando rodopsine e iodopsine, nella gran parte dei fotoricettori  nella retina, impedisce la costruzione attiva della visione per alcuni minuti.  Pertanto dobbiamo ammettere che vediamo per percepiamo coscientemente solo cio che viene filtrato da cio che conosciamo cognitivamente.  Di conseguenza la luce che vediamo non è direttamente quella dei fotoni esterni , ma in vero è quella che viene stimolata da impulsi del nervo ottico e che pertanto viene prodotta dalle sinapsi elettriche  nel cervello le quali generando spark di biofotoni simultameamente illuminano il cervello.  Cio’ spiega anche come sia possibile vedere la luce anche in sogno  in fase REM ( Rapid Eye Movement ) quando alcuni fotoni intrappolati  nella retina vengono liberati cosi che in risposta al segnale dei fotoricettori si puo sognare producendo una visione in cui la luce e viva e splendente anche di notte. .

(1) – Vedi Modelli di Percezione della realta : http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

 

“L’ Universo somiglia piu ad un grande pensiero che ad una grande macchina”- “James Hopwood Jeans”

 

Tali considerazioni pongono in evidenza i limiti concettuali dei modelli meccanici che interpretano la evoluzione del cervello come un insieme di materia principalmente composto di acqua e neurotrasmettitori che controllano il metabolismo di ossigeno e glucosio  come base molecolare importante ( in quanto bastano pochi secondi di mancanza di ossigeno e/o glucosio per perdere coscienza),  ma certamente non esaustiva della principale attivita’ funzionale del cervello che consiste nella generazione delle varie forme di pensiero consapevole e cosciente.

 

La MENTE QUANTICA  rappresenta pertanto il superamento delle relazioni tra pensiero e materia che emerge  dalla revisione Bioquantica del riduzionismo delle obsolete conoscenze meccaniche e quanto-meccaniche,  al fine di  sviluppare creativamente piu’ consapevoli relazioni tra pensiero e realta’ capaci rispondere creativamente alla evoluzione della vita umana favorendo lo sviluppo di piu elevate potenzialita dell’intelletto umano.

 

Con tale obiettivo la prima considerazione fatta nell’ ambito della ricerca di Egocreanet (NGO-Firenze) è stata quella di reintrodurre la forma di “energia vitale” ( che abbiamo indicato come – Ei)  nel novero delle forme di energia arbitrariamente escluse dal paradigma meccanico della scienza. Infatti nel paradigma meccanico lo spirito si contrappone alla materia inerte mentre gia’ nella concezione quantistica, la “materia si compone di onde particelle” che rappresentando una composizione simultanea di materia ed energia cosi che  in tal guisa superano la netta dicotomia antitetica tra energia e materia che impedisce di attribuire sensibilita biologica /olistica di livello universale alla interazione tra cervello e pensiero.

 

.  (2) – Energia di Informazione: http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

 

Inoltre a partire da tali nuove cognizioni della influenza del pensiero sulle attivita neurologiche ( orto e parasimpatiche) indotte dal  cervello diventa possibile individuare e sperimentare sulla base di stati di coscienza piu evoluti alcune emergenti proprieta della “Mente Quantica” generate da processi epigenetici che inducono una “riorganizzazione sensoriale consapevole”, proprio  in quanto capace di intera agire con le modifiche della  espressione del DNA , producendo una nuova classe di “eventi quantici non locali” quali la empatia e la telepatia e l’ auto-guarigione ecc..,  processi che oggi divengono  oggetto di studio ed innovazione Bioquantica.

 

Tali argomentazioni e tematiche qui accennate ,  faranno parte integrante del Seminario sulla MENTE QUANTICApromosso dal CLUSTER EGOCREANET nell’ ambito delle manifestazioni per il 500 Anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci . Il Seminario è previsto tenersi c/o il MONASTERO di San Leonardo a Prato , nei giorni 23/24 Aprile 2019 . Tutti coloro che si ritengano interessati potranno inviare richiesta di informazioni ovvero proporre una loro collaborazione indirizzando unae mail a:

Paolo Manzelli : egocreanet2016@gmail.com

PAOLO  MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
EGOCREANET- VALIDATED EUROPEAN -PIC = 959882416
c/o BUSINESS INCUBATOR  ,
POLO SCIENTIFICO UNIVERSITA’ di FIRENZE
50019 -SESTO F.no– 50019 Firenze-
Via Madonna dl Piano ,06
-room: d.132: Phone: +39/055-4574662 Fax: +39/055 2756219
Mobile: +39/335-6760004; SKIPE “manzelli3”

posta certificata : <egocreanet@pec.it>
E-mail.1 : pmanzelli2016@gmail.com
http://http://www.caosmanagement.it/
http://www.edscuola.it/lre.html

http://dabpensiero.wordpress.com/
http://www.egocrea.net/
http://www.ticonzero.name/1/scienza_e_arte_di_paolo_manzelli_6597996.html

http://gsjournal.net/Science-Journals-Papers/Author/742/paolo,%20manzelli