Nascita e sviluppo della geometria… e altre amenità

Nascita e sviluppo della geometria… e altre amenità

di Maurizio Tiriticco

Violenza sui docenti: il 7% degli studenti ammette offese verbali ai prof

da Orizzontescuola

Violenza sui docenti: il 7% degli studenti ammette offese verbali ai prof

di redazione

Aggressioni e violenze verbali ai danni dei docenti: il 7% degli studenti racconta che in classe si sono verificate delle aggressioni da parte degli alunni a danno del docente, anche solo verbalmente.

Lo rende noto un sondaggio condotto da Skuola.net su 7 mila studenti.

In un caso su 3, tuttavia, gli studenti riferiscono che si è trattato di vera e propria aggressione fisica in direzione dell’insegnante da parte della classe. Il 27% riprende con lo smartphone per diffondere l’accaduto sui social e un altro 20% afferma che nessuno ha difeso l’insegnante.

Nel 16% dei casi c’è addirittura chi appoggia l’amico e solo nel 21% dei casi gli studenti hanno affermato che qualcuno ha tentato di gestire il conflitto placando gli animi.

La situazione non migliora sul fronte del rapporto genitori-docenti.
In questo caso l’8% degli intervistati ha dichiarato di essere al corrente di litigi durante i quali un docente è stato insultato da uno o più genitori, che reputavano ingiusto il modo in cui era stato trattato il figlio. Qualcuno, seppure in percentuale minima (1% del campione totale), racconta che il litigio è degenerato, arrivando addirittura alle mani.

Il ministro Bonisoli vuole togliere il bonus cultura ai 18enni

da La Tecnica della Scuola

Il ministro Bonisoli vuole togliere il bonus cultura ai 18enni

5.000 borse di studio per imparare le lingue

da La Tecnica della Scuola

5.000 borse di studio per imparare le lingue

Ammissione Maturità 2018: quali sono i criteri per l’ammissione all’esame di Stato

da Tuttoscuola

Ammissione Maturità 2018: quali sono i criteri per l’ammissione all’esame di Stato

La nuova maturità prevista dal decreto legislativo n. 62/2017 entrerà in vigore l’anno prossimo. Per l’esame di Stato del 2018 valgono le vecchie regole in atto da diverso tempo. Prima ancora di sostenere l’esame occorre conseguire l’ammissione che viene deliberata in sede di scrutinio finale da parte di ogni consiglio di classe. Sono sostanzialmente due i passaggi che contano per l’ammissione.

Ammissione Maturità 2018: la validità dell’anno scolastico

Innanzitutto occorre conseguire la validità dell’anno scolastico avendo presenziato ad almeno tre quarti del monte ore annuo delle lezioni previste. Eventuali deroghe devono essere definite dal collegio dei docenti e applicate, caso per caso, dal consiglio di classe. Nel caso in cui l’anno non sia ritenuto valido il candidato non viene nemmeno valutato nello scrutinio finale e non viene, pertanto, ammesso all’esame. Particolari deroghe sono state previste quest’anno per gli studenti delle arre colpite dal terremoto.

Ammissione Maturità 2018: come funziona per gli studenti del quarto superiore

Possono essere ammessi direttamente all’esame, per abbreviazione per merito, gli studenti del quarto anno che hanno riportato una votazione non meno di otto decimi in ogni disciplina e nel comportamento. Questi studenti – convenzionalmente denominati ottisti – devono avere avuto un regolare corso di studi, senza ripetenze e con medie di almeno sette decimi nel biennio precedente.

Maturità 2018: chi non può essere ammesso

Nello scrutinio finale dove si decide l’ammissione all’esame, non sono ammessi gli studenti che non abbiano la sufficienza (sei decimi) in tutte le discipline di studio. Basta, quindi, un cinque in una qualsiasi disciplina per non essere ammessi all’esame. Oltre alla valutazione del rendimento scolastico, gli studenti devono anche conseguire la sufficienza (sei decimi) nel comportamento.

Come cambia la Maturità

Dall’anno scolastico 2018/19 la Maturità subirà diversi cambiamenti. Dal numero di prove, ai crediti scolastici, passando per Invalsi e alternanza scuola – lavoro, Tuttoscuola ha approfondito tutte queste e le altre novità che vedranno protagonista l’esame di Stato nella guida “Come cambia la Maturità”, scaricabile gratuitamente per gli iscritti al sito.