Educazione&Scuola Newsletter n. 1093


Educazione&Scuola Newsletter n. 1093

Settembre 2018 – XXIII Anno

Su Educazione&Scuola

http://www.edscuola.com
http://www.edscuola.it
http://www.edscuola.eu


Edscuola anche su:

Facebook: http://www.facebook.com/edscuola
Twitter: http://twitter.com/edscuola
YouTube: http://www.youtube.com/user/Edscuola
Flipboard: http://flipboard.com/profile/edscuola


WikiScuola propone ai docenti Corsi di formazione e sviluppo professionale su piattaforma di e-learning da seguire online senza vincoli di orario sui temi dell’innovazione didattica digitale:

DIGITALE PER: Italiano, Scienze, Geografia, Storia/Filosofia, Musica, Inglese, STEAM, Motoria, Religione

METODOLOGIE INNOVATIVE: Fumetti, Videogiochi, Classe capovolta, Coding, Arduino, Stampanti 3D, Digital Storytelling

STRUMENTI WEB: Google, Edmodo, Piattaforme, Microsoft Office 365

SVILUPPO PROFESSIONALE: GDPR, Cittadinanza

PREPARAZIONE CONCORSI: Dirigenti Scolastici

con rilascio attestato formazione riconosciuta MIUR quale Ente accreditato ai sensi della D.M. 170/2016 e presente su SOFIA.

Maggiori informazioni, catalogo completo, programmi, iscrizioni e pagamenti anche con Carta Docente su wikiscuola.it oppure al 334.326.89.27


Notizie

Nota di aggiornamento al DEF 2018 in CdM

Il 27 settembr il Consiglio dei ministri approva la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2018

Anagrafe Edilizia scolastica

Online i dati aggiornati

Fondi per disabilità in CdM

Il 24 settembre il Consiglio dei ministri approva un DPCM per l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità

Settimana Scienza e Notte europea Ricercatori

22 – 29 settembre 2018

Milleproroghe alla Camera

Il 20 settembre l’Aula del Senato approva definitivamente il DdL di conversione del decreto legge sulla proroga dei termini

da GOV.IT a EDU.IT

Dal 20 settembre 2018 tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado, statali e non statali, potranno registrare il loro nome a dominio edu.it

Sessione Straordinaria Esami di Stato

Dal 17 settembre si svolge la sessione straordinaria degli Esami di Stato

“Tutti a Scuola”

Portoferraio, 17 settembre 2018

Studenti-atleti di alto livello a.s. 2018/2019

Roma, 14 settembre 2018

Edilizia scolastica: intesa in Conferenza unificata

Roma, 6 settembre 2018

DdL Lotta alla Corruzione in CdM

Il 6 settembre il Consiglio dei Ministri approva un ddl per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione

G20 Argentina: Formazione e occupazione

Mendoza, 5 settembre 2018

Inizio Anno scolastico 2018-2019

L’1 settembre 2018 ha inizio l’anno scolastico 2018-2019

Norme

Circolare Ministeriale 25 settembre 2018, n. 1 Prot. AOODGOSV 16617

Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze per l’a.s.2018/19. Decreto ministeriale 571 del 27 luglio 2018

Cittadinanza e creatività digitale: approvazione graduatorie definitive regionali

Prot. 25954 del 26 settembre 2018

Nota 25 settembre 2018, AOODGOSV 16616

Azioni di accompagnamento Indicazioni Nazionali per il primo ciclo. A.s. 2018/19

Decreto Dipartimentale 25 settembre 2018, AOODPIT 1306

Olimpiadi/Progetti per l’anno scolastico 2018/2019

Nota 25 settembre 2018, AOODGOSV 16643

Iscrizione corso on line “Scienze della Terra e la Società”, “La Biologia oggi” e “Fisica Moderna” del Progetto Nazionale LSOSAlab

Nota 25 settembre 2018, AOODGOSV 16569

Seminari territoriali per il rinnovamento del curricolo del Liceo Classico

Nota 24 settembre 2018, AOODGOSV 16511

Seconda Edizione della Fiera Didacta Italia – Firenze, 18-20 ottobre 2018

BANDI DI CONCORSO FULBRIGHT

Anno Accademico 2019-2020

Nota 21 settembre 2018, AOODGOSV 16379

Trasmissione bando corso on line “Competenze digitali” – Ottava edizione

Legge 21 settembre 2018, n. 108

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 luglio 2018, n. 91, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative

Nota 21 settembre 2018, AOODGPER 41693

Percorso annuale FIT di cui all’art.17 comma 5 del Dlgs.59/2017

Nota 20 settembre 2018, AOODGCASIS 1828

Attività di aggiornamento dell’Anagrafe Nazionale degli Studenti. Anno Scolastico 2018/2019

Sport di Classe: pubblicate le autorizzazioni all’avvio dei progetti

18 settembre 2018

Nota 18 settembre 2018, AOODGSIP 3796

BANDO DI CONCORSO “Genova nel Cuore”

Manuale per la gestione delle certificazioni FSE a Costi Standard: pubblicata la seconda versione – settembre 2018

Prot. 25426 del 17.09.2018

Diario 14 settembre 2018

Prova scritta del corso-concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le istituzioni scolastiche statali

Nota 14 settembre 2018, AOODGOSV 15829

Protocollo d’Intesa MIUR/Assocalzaturifici – 20° Bando di concorso. “IL RICICLO CALZA BENE” – a.s. 2018/2019

Nota 14 settembre 2018, AOODGSIP 3769

Sperimentazione didattica studente-atleta di alto livello (D.M. 279 10/04/2018) A.S. 2018 – 2019

Nota 14 settembre 2018, AOODGSIP 3763

Settimana della Scienza e Notte europea dei Ricercatori 22-29 settembre 2018

Nota Aran 13 settembre 2018, Prot.n.15546

Art. 16, comma 6 del CCNQ del 4 dicembre 2017 – chiarimenti operativi

Nota 13 settembre 2018, AOODGOSV 15713

Omron Electronics Spa – Giornate informative docenti “Corso Piattaforma Smart Project”. Invito alla partecipazione

Nota 13 settembre 2018, AOODGOSV 15681

Premio delle Camere di Commercio “Storie di alternanza” – Seconda Edizione 2018-2019 Invito alla partecipazione

Sport di Classe: approvazione e pubblicazione graduatoria definitiva

Prot. 25263 del 13 settembre 2018

Ordinanza TAR Lazio 12 settembre 2018, n. 5388

Ammissione degli abilitati all’estero alle prove concorsuali di cui al DDG n.85/2018

Nota 11 settembre 2018, AOODGSIP 3701

Giornata mondiale del Teatro 2019 – Bando di scrittura teatrale “Scrivere il Teatro”

Nota 11 settembre 2018, AOODGOSV 15508

Manifestazione “Maker Faire – The European Edition Rome 4.0” Fiera di Roma, dal 12 al14 ottobre 2018 – Giornata dell’Educational Day. Invito alla partecipazione

Manifestazione di Interesse

Fornitura di servizi connessi alla migrazione al dominio edu.it per tutti gli istituti scolastici e al dominio .it per gli enti territoriali attualmente sotto dominio gov.it

Accordo quadro CU 6 settembre 2018, n. 94

Edilizia scolastica

Rubriche

in Europ@Fondi Strutturali di Fabio Navanteri

 

in Famiglie

La scelta alimentare è ovunque libera

di Cinzia Olivieri

 

in Handicap&Società di Rolando Alberto Borzetti

FAQ Handicap e Scuola – 62

a cura dell’avv. Salvatore Nocera e di Evelina Chiocca

DISABILITÀ/DSA

Referenti regionali

in InformagiovaniLa Rete di Vincenzo Andraous

Morte a doppia mandata

di Vincenzo Andraous

La morte vince sempre

di Vincenzo Andraous

La povertà

di Vincenzo Andraous

 

in LRE di Paolo Manzelli

La MENTE QUANTICA ED IL PENSIERO

di Paolo Manzelli

Come l’orecchio emette suoni

di Paolo Manzelli

in Recensioni

S. Bandinu, La Scuola debullizzata

Manifesto per una nuova ecologia scolastica

P. Rumiz, Il Ciclope

di Antonio Stanca

P. Adamo – P. Sollecito, DirCi di Sì

di Carlo De Nitti

 


Rassegne

Stampa

Sindacato

Gazzetta Ufficiale

 

La MENTE QUANTICA ED IL PENSIERO

La MENTE QUANTICA ED IL PENSIERO

Paolo Manzelli, Presidente Egocreanet

 

Il Pensiero è la attivita’ piu evoluta del cervello ma nella concezione meccanica della scienza e del tutto indefinito in quanto nel paradigma tradizionale le forme di pensiero ( Creativo, Razionale. Emotivo , ecc) è considerata una astrazione che non trova riferimento alle modalita di interconnessione sinaptica con cui si trasferiscono forme energia ed informazione tra ambiente , la mente , e il corpo.  Il riduzionismo del paradigma meccanico conduce ad escludere le relazioni tra Pensiero e Materia a partire dalla concezione che ritiene che la nostra visione del modo sia oggettiva anziche’ il risultato di una costruzione percettiva degenerata da un dominante atteggiamento del pensiero meccanico che ha regolato nel quadro di un limitato livello di coscienza lo sviluppo della societa industriale .

 

“ La visione come rappresentazione illusoria della realta”- “Arthur Schopenhauer”

 

Il riduzionismo meccanico infatti ha indotto a credere che la percezione visiva anziche essere organizzata dalla mente fosse oggettiva in quanto realizzata da un inesistente “soggetto isolato” capace di vedere  direttamente l’ ambiente esterno . Cosi ad es nel quadro cognitivo della cultura meccanica ci siamo convinti della possibilita’ di vedere la luce  , mentre  e’ facilmente dimostrare che un flash di luce intensa , bruciando rodopsine e iodopsine, nella gran parte dei fotoricettori  nella retina, impedisce la costruzione attiva della visione per alcuni minuti.  Pertanto dobbiamo ammettere che vediamo per percepiamo coscientemente solo cio che viene filtrato da cio che conosciamo cognitivamente.  Di conseguenza la luce che vediamo non è direttamente quella dei fotoni esterni , ma in vero è quella che viene stimolata da impulsi del nervo ottico e che pertanto viene prodotta dalle sinapsi elettriche  nel cervello le quali generando spark di biofotoni simultameamente illuminano il cervello.  Cio’ spiega anche come sia possibile vedere la luce anche in sogno  in fase REM ( Rapid Eye Movement ) quando alcuni fotoni intrappolati  nella retina vengono liberati cosi che in risposta al segnale dei fotoricettori si puo sognare producendo una visione in cui la luce e viva e splendente anche di notte. .

(1) – Vedi Modelli di Percezione della realta : http://www.caosmanagement.it/n67/art67_03.html

 

“L’ Universo somiglia piu ad un grande pensiero che ad una grande macchina”- “James Hopwood Jeans”

 

Tali considerazioni pongono in evidenza i limiti concettuali dei modelli meccanici che interpretano la evoluzione del cervello come un insieme di materia principalmente composto di acqua e neurotrasmettitori che controllano il metabolismo di ossigeno e glucosio  come base molecolare importante ( in quanto bastano pochi secondi di mancanza di ossigeno e/o glucosio per perdere coscienza),  ma certamente non esaustiva della principale attivita’ funzionale del cervello che consiste nella generazione delle varie forme di pensiero consapevole e cosciente.

 

La MENTE QUANTICA  rappresenta pertanto il superamento delle relazioni tra pensiero e materia che emerge  dalla revisione Bioquantica del riduzionismo delle obsolete conoscenze meccaniche e quanto-meccaniche,  al fine di  sviluppare creativamente piu’ consapevoli relazioni tra pensiero e realta’ capaci rispondere creativamente alla evoluzione della vita umana favorendo lo sviluppo di piu elevate potenzialita dell’intelletto umano.

 

Con tale obiettivo la prima considerazione fatta nell’ ambito della ricerca di Egocreanet (NGO-Firenze) è stata quella di reintrodurre la forma di “energia vitale” ( che abbiamo indicato come – Ei)  nel novero delle forme di energia arbitrariamente escluse dal paradigma meccanico della scienza. Infatti nel paradigma meccanico lo spirito si contrappone alla materia inerte mentre gia’ nella concezione quantistica, la “materia si compone di onde particelle” che rappresentando una composizione simultanea di materia ed energia cosi che  in tal guisa superano la netta dicotomia antitetica tra energia e materia che impedisce di attribuire sensibilita biologica /olistica di livello universale alla interazione tra cervello e pensiero.

 

.  (2) – Energia di Informazione: http://www.caosmanagement.it/n62/art62_04.html

 

Inoltre a partire da tali nuove cognizioni della influenza del pensiero sulle attivita neurologiche ( orto e parasimpatiche) indotte dal  cervello diventa possibile individuare e sperimentare sulla base di stati di coscienza piu evoluti alcune emergenti proprieta della “Mente Quantica” generate da processi epigenetici che inducono una “riorganizzazione sensoriale consapevole”, proprio  in quanto capace di intera agire con le modifiche della  espressione del DNA , producendo una nuova classe di “eventi quantici non locali” quali la empatia e la telepatia e l’ auto-guarigione ecc..,  processi che oggi divengono  oggetto di studio ed innovazione Bioquantica.

 

Tali argomentazioni e tematiche qui accennate ,  faranno parte integrante del Seminario sulla MENTE QUANTICApromosso dal CLUSTER EGOCREANET nell’ ambito delle manifestazioni per il 500 Anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci . Il Seminario è previsto tenersi c/o il MONASTERO di San Leonardo a Prato , nei giorni 23/24 Aprile 2019 . Tutti coloro che si ritengano interessati potranno inviare richiesta di informazioni ovvero proporre una loro collaborazione indirizzando unae mail a:

Paolo Manzelli : egocreanet2016@gmail.com

PAOLO  MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
EGOCREANET- VALIDATED EUROPEAN -PIC = 959882416
c/o BUSINESS INCUBATOR  ,
POLO SCIENTIFICO UNIVERSITA’ di FIRENZE
50019 -SESTO F.no– 50019 Firenze-
Via Madonna dl Piano ,06
-room: d.132: Phone: +39/055-4574662 Fax: +39/055 2756219
Mobile: +39/335-6760004; SKIPE “manzelli3”

posta certificata : <egocreanet@pec.it>
E-mail.1 : pmanzelli2016@gmail.com
http://http://www.caosmanagement.it/
http://www.edscuola.it/lre.html

http://dabpensiero.wordpress.com/
http://www.egocrea.net/
http://www.ticonzero.name/1/scienza_e_arte_di_paolo_manzelli_6597996.html

http://gsjournal.net/Science-Journals-Papers/Author/742/paolo,%20manzelli

Newsletter 2018

2018

Gennaio Luglio
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 29 30 31
Febbraio Agosto
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
Marzo Settembre
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 29 30
Aprile Ottobre
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 29 30 31
Maggio Novembre
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 29 30
Giugno Dicembre
1 2 3 4 5 6 7 1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14 8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21 15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28 22 23 24 25 26 27 28
29 30 29 30 31

Concorso Dsga, docenti di sostegno, motoria alla primaria. Summit al Miur

da Orizzontescuola

Concorso Dsga, docenti di sostegno, motoria alla primaria. Summit al Miur
di redazione

La deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani ci comunica l’esito dell’incontro definito “summit” con il Ministro Marco Bussetti e il sottosegretario Salvatore Giuliano.

Tra le principali problematiche relative alla scuola affrontate, vi è l’inserimento del docente esperto di motoria nella scuola primaria e il Concorso per Dsga.

A raccontare i temi affrontati dalla maggioranza di Governo insieme alla squadra Ministeriale, la deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani: “Siamo veramente sulla buona strada. Il percorso non sarà facile né veloce ma il sentiero è tracciato. Nel corso della riunione abbiamo parlato di importanti misure per migliorare la scuola italiana. Ho portato avanti le vostre istanze: inserimento del docente esperto di motoria nella scuola primaria (discusso anche recentemente in un incontro ad Angri, in provincia di Salerno), ripristino della seconda ora nei licei musicali, trasformazione da organico di fatto a organico di diritto dei posti docenti di sostegno, concorso per Dsga, esonero del docente vicario nelle scuole in reggenza, tempo pieno al sud, non obbligatorietà dell’alternanza scuola lavoro, stabilizzazione del personale educativo, semplificazione amministrativa e snellimento adempimenti nelle segreterie scolastiche soffocate da duplicazione di atti e procedure assolutamente inutili

Soprattutto – continua l’On. Villani – abbiamo parlato di sicurezza nelle scuole con lo sblocco di fondi per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici e con la mia proposta di legge sulla responsabiltà dei dirigenti e degli enti locali” conclude la deputata Virginia Villani.

Pensioni da quota 100 a 107, si parte da 38 anni di contributi. I dettagli

da Orizzontescuola

Pensioni da quota 100 a 107, si parte da 38 anni di contributi. I dettagli
di redazione

Via al Documento di Economia e Finanza del governo composto da Lega e Movimento 5 Stelle. In attesa del testo ufficiale, cosa contiene per quanto riguarda le pensioni?

Quota 100 c’è

E’ presente, nel DEF, la riforma delle pensioni di cui si è parlato tanto in questi mesi, la famosa quota 100. Ma come sarà articolata? Secondo quanto risulta alla nostra redazione, è stata confermata l’ipotesi di riforma che vede come età minima a 62 anni e i contributi a 38 anni.

Quote da 101 a 107

Il provvedimento, inoltre, prevede altre quote di “uscite”. Infatti, si esce con un’età più elevata la quota sale (101 con 63 anni più 38, 102 con 64 anni più 38 ecc fino alla quota 107).

Blocco dell’aspettativa di vita per 5 anni

Questo provvedimento si affiancherebbe alla possibilità di bloccare l’aumento dell’aspettativa di vita di 5 mesi per le pensioni anticipate previsto per il 2019. In pratica quindi nel 2019 si potrà continuare ad andare in pensione indipendentemente dall’età avendo 42 anni e 10 mesi di contributi (41 e 3 mesi per le donne) invece che 43 anni e 3 mesi.

Supplenze, mad sostegno: quando scavalca le graduatorie

da Orizzontescuola

Supplenze, mad sostegno: quando scavalca le graduatorie
di redazione

Un docente ci racconta che una scuola ha attribuito una supplenza su sostegno nella scuola secondaria di I grado a docente laureato in psicologia e senza titolo di specializzazione prima di aver concluso lo scorrimento delle graduatorie.

Ordine attribuzione supplenze su sostegno

Le supplenze su sostegno vengono attribuite nel seguente ordine:

  1. docenti specializzati degli elenchi delle GaE;
  2. docenti specializzati degli elenchi delle graduatorie di istituto della scuola in cui si verifica la disponibilità;
  3. docenti specializzati degli elenchi delle graduatorie di istituto delle scuole viciniori;
  4. docenti specializzati da domanda di messa a disposizione;
  5. docenti non specializzati delle graduatorie di istituto.

La domanda di messa a disposizione da parte di docente che non ha titolo per il sostegno non può quindi in alcun modo interrompere tale iter.

Tra l’altro va sottolineato che la domanda di messa a disposizione per il sostegno può essere presentata esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti per posti di sostegno in alcuna graduatoria di istituto e per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza e, qualora pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati.

Le segreterie scolastiche devono essere molte attente nell’attribuzione delle supplenze, per evitare che docenti che hanno titolo alla supplenza per effetto dell’inserimento in graduatoria siano costretti a ricorrere.

La scuola nel DEF: nuovo reclutamento, trasferimenti, formazione insegnanti

da Orizzontescuola

La scuola nel DEF: nuovo reclutamento, trasferimenti, formazione insegnanti
di redazione

Il DEF, il Documento di economia e finanza presentato questa notte, presenta una parte dedicata a scuola, Università, Ricerca

Obiettivi Scuola

  • migliorare formazione iniziale dei docenti di sostegno, definendo degli indicatori per misurare la qualità dei processi di inclusione in ogni scuola
  • revisione del sistema di reclutamento
  • affrontare o il problema dei trasferimenti, che limita un’adeguata continuità didattica.
  • formazione in servizio del personale ATA

Sono questi i punti principali per i quali il documento dovrà trovare le risorse necessarie per garantire gli obiettivi.

Supplenze, bisogna riconvocare da nuove graduatorie di istituto?

da Orizzontescuola

Supplenze, bisogna riconvocare da nuove graduatorie di istituto?
di redazione

I nuovi contratti con clausola di rescissione, stipulati sulla base dell’art. 41 del CCNL 2016/18 stanno creando vari problemi nelle segreterie scolastiche e tra i docenti.

Nuove graduatorie di istituto

Da questa settimana quasi in tutte le province sono operative le nuove graduatorie di istituto. Questo significa che i contratti dovranno avere una data certa di termine.

E’ necessario riconvocare da nuove graduatorie?

Qui le teorie sono diverse e in assenza di specifiche indicazioni da parte del Ministero è difficile fornire una interpretazione univoca. In teoria le nuove graduatorie non dovrebbero mutare le posizioni acquisite con l’aggiornamento delle graduatorie di istituto del 2017/20, in quanto i nuovi inserimenti sono negli elenchi aggiuntivi semestrali sia per posto comune che sostegno. In pratica però i docenti possono ritrovarsi in posizione diversa nelle nuove graduatorie. Leggi i motivi.

Le nuove graduatorie possono presentare quindi due particolarità

  • posizioni dei docenti diverse rispetto a quelle del 2017/18
  • docenti che hanno rifiutato l’incarico con clausola di rescissione

Indicazioni Miur

Il Miur, durante una riunione con i sindacati, aveva fornito queste indicazioni (mai tradotte in una nota specifica)

Per le supplenze conferite dalle graduatorie di II fascia – informa la CISL – sostiene l’Amministrazione, può essere apposta senz’altro la data di conclusione del contratto, potendosi escludere che l’integrazione delle graduatorie con i nuovi abilitati possa modificarne l’ordine, trattandosi di inserimenti in elenchi aggiuntivi, in coda cioè all’elenco degli aspiranti già inclusi.

Diversa la situazione per le graduatorie di III fascia, i cui aspiranti si troverebbero, per effetto della c.d. “finestra” di agosto”, ad essere preceduti da tutti i neo inseriti in II fascia. Da qui l’indicazione di inserire, nei loro contratti, una clausola di risoluzione anticipata , così come previsto nello stesso art. 41del CCNL.

Naturalmente le scuole hanno seguito vie diverse.

Le FAQ

Si evidenzia a questo proposito una FAQ dell’USR Veneto

F.A.Q.4 D: Una volta pubblicate le nuove graduatorie di istituto, l’Istituzione Scolastica le dovrà riscorrere, riconvocando tutti, anche coloro che hanno già rinunciato alla supplenza?

R: La finestra semestrale di aggiornamento delle graduatorie di Istituto ha un profilo diverso rispetto al rinnovo triennale delle graduatorie stesse. Tuttavia, in caso di nuovi inserimenti, porta alla produzione, diffusione e pubblicazione di nuove graduatorie aggiornate. Per tale ragione, pur essendo prevista la risoluzione del contratto (come stabilito nella clausola risolutoria presente nei contratti stessi ex art. 41 CCNL Istruzione e Ricerca 2016-2018) dell’ultimo/i nominato/i, in caso di eventuali inserimenti in posizione utile alla nomina da parte di nuovi candidati – si ritiene che non debbano essere riscorse le graduatorie, come invece previsto per il rinnovo triennale delle stesse.

Come si finanzia l’istruzione?

da La Tecnica della Scuola

Come si finanzia l’istruzione?
Di Pasquale Almirante

Se si calcola la spesa per ogni studente, dalle elementari all’università, si capisce bene che l’Italia a livello di investimenti sulla scuola e l’istruzione è sotto la media europea, con il divario che diventa enorme nel caso dell’università.

Alla scuola sempre tagli

Ma questo lo sapevamo e da tempo, considerato che nessuno dei governi, da quando abbiamo memoria, si è premurato di adeguare la spesa per l’istruzione a livelli accettabili, se si esclude l’epoca Gelmini-Tremonti, quando in un colpo solo furono tagliati, adducendo giustificazioni maldestre e chiaramente sbagliate, dieci miliardi al bilancio di scuola e università tra il 2008 e il 2012. Otto miliardi e cinquecento milioni di tagli alla scuola (il 10,4 per cento del budget complessivo) e 1,3 miliardi di euro all’università (su un totale di 7,4 miliardi nel 2007, pari 9,2 percento).

Altri tempi, si dirà. Ma ai giorni nostri che succede?

Dopo il varo della cosiddetta “manovra del popolo”, con cui il governo fissa il deficit a 2.4% che succederà alla scuola?  Leggiamo cosa ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici: «Se gli italiani continuano a indebitarsi, il tasso di interesse aumenta, il servizio del debito diventa maggiore. Gli italiani non devono sbagliarsi: ogni euro in più per il debito è un euro in meno per le autostrade, per la scuola, per la giustizia sociale».

E aggiunge: «Voglio continuare il dialogo con le autorità italiane, dicendo che rispettare le regole non è per noi, ma è per loro, perché quando un Paese si indebita, si impoverisce. Quando siamo indebitati siamo inchiodati, non possiamo agire».

Le procedure Ue

E ancora: «Ci sono delle procedure: il 15 ottobre il bilancio italiano arriva nel mio ufficio, e in quel momento i miei servizi lo valuteranno. Poi abbiamo diverse risposte: la prima, diamo l’ok; la seconda, cominciamo uno scambio con il Governo e gli diciamo che non va, che bisogna fare delle correzioni, che bisogna rispettare le regole; terza risposta, diciamo che non va per niente bene e respingiamo questo bilancio. È una possibilità che esiste nei nostri testi, e che non si è mai verificata finora».

Fra le promesse l’adeguamento dello stipendio dei prof all’Ue

Non sappiamo come andrà a finire questa storia tra il Governo Italiano e l’Ue, possiamo però ricordare che gli investimenti per la scuola sono al palo, i miliardi per aggiustare gli edifici furono stanziati dal vecchio governo, e dunque c’erano già, e poi  il M5S, attraverso il suo premier in pectore, Di Maio, aveva promesso di adeguare lo stipendio dei prof alla media europea.

Bussetti a Palermo: “Sicilia laboratorio del Sud Italia per il tempo pieno”

da La Tecnica della Scuola

Bussetti a Palermo: “Sicilia laboratorio del Sud Italia per il tempo pieno”
Di Redazione

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, sarà oggi in Sicilia per presentare le azioni che il MIUR e la Regione Siciliana metteranno in campo a partire da quest’anno scolastico per contrastare la dispersione scolastica, potenziare l’offerta formativa rivolta agli studenti dell’isola, favorire una maggiore collaborazione tra scuola e famiglie e una migliore inclusione degli alunni con disabilità.

Primo appuntamento alle 10.30 a Palermo, all’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni Falcone”, nel quartiere ZEN (via Marchese Pensabene, 34). Il Ministro Bussetti e il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci illustreranno ai giornalisti i contenuti dell’Accordo di Programma per il potenziamento e il miglioramento del sistema educativo siciliano. Una sperimentazione che coinvolgerà una scuola pilota per provincia, selezionata per l’alto tasso di dispersione scolastica e per un’elevata presenza di alunni in condizioni di svantaggio personale e familiare. Alla conferenza stampa parteciperanno anche Roberto Lagalla, Assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Siciliana, Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone e Daniela Lo Verde, dirigente scolastica dell’ICS “Giovanni Falcone”.

La visita proseguirà ad Agrigento, dove alle 15.30 nella Sala Zeus del Palacongressi (viale Leonardo Sciascia, 202) Bussetti prenderà parte alla Conferenza dei Servizi Dirigenti Scolastici della Regione Siciliana. A seguire il Ministro presenterà il progetto pilota “La corresponsabilità educativa Scuola-Famiglia come risorsa per la realizzazione dei Progetti di vita delle studentesse e degli studenti con disabilità”.

Infine, Bussetti prenderà parte al Concerto dell’Orchestra Erasmus, che si terrà al Tempio di Giunone nel Parco Archeologico della Valle dei Templi a partire dalle 19. L’evento è organizzato dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire ed è dedicato al ricordo delle vittime delle mafie. L’orchestra è diretta dal Maestro Elio Orciuolo ed è composta da oltre 50 musicisti Erasmus provenienti da Conservatori e Istituti musicali di tutta Italia.

Accordo di Programma contro la dispersione scolastica

Un Accordo di Programma per contrastare la dispersione scolastica e potenziare l’offerta formativa rivolta agli studenti siciliani, garantendo loro più tempo scuola. È quello che hanno presentato questa mattina all’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni Falcone” di Palermo il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, e il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

“Oggi avviamo un’importante collaborazione grazie alla quale la Sicilia diventa laboratorio del Sud Italia – ha dichiarato il Ministro Bussetti -. Siamo nella Regione con il tasso più basso di tempo pieno: solo il 7,17% degli studenti ne fruisce. A fronte di una media nazionale del 34,76%. E le cose non migliorano quando parliamo di dispersione scolastica: la Sicilia ha un tasso del 24,3%, ben al di sopra della media nazionale del 14,7%. Adesso bisogna cambiare rotta. E lo facciamo in maniera strutturale. Partiamo da Palermo, dall’Istituto Comprensivo ‘Giovanni Falcone’, e via via selezioneremo una scuola pilota per provincia sulla base del tasso di dispersione scolastica e della percentuale di studenti in condizioni di svantaggio personali e familiari. Voglio ringraziare la Regione Siciliana per il sostegno a questa iniziativa. E per essersi fatta promotrice insieme al MIUR di un intervento strategico che rappresenta una svolta per questo territorio. E per il Paese. Siamo convinti che la sinergia sia la strada da percorrere per ottenere risultati significativi”.

La sperimentazione prevede l’apertura pomeridiana delle scuole per dare l’occasione a studentesse e studenti di potenziare le discipline curriculari di base, rafforzare la conoscenza delle lingue straniere, fare sport, musica, teatro. Si promuoverà un approccio innovativo allo studio delle cosiddette discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). Verranno creati sportelli scolastici di ascolto e di orientamento scolastico e professionale.

“Dare più tempo scuola significa offrire maggiori occasioni di crescita. Più competenze, più conoscenze, più stimoli. Più strumenti per affrontare la vita di tutti i giorni e il futuro. Significa aiutare le famiglie e costruire condizioni di uguaglianza anche in territori svantaggiati. Finora non sono mancati alla Sicilia fondi e risorse per l’attivazione del tempo pieno e per politiche di contrasto alla dispersione scolastica. Eppure evidentemente non sono stati impiegati in maniera adeguata. Adesso c’è una regia precisa e strategica: MIUR e Regione Siciliana lavoreranno insieme per evitare uno sperpero di risorse e per garantire un futuro di opportunità e crescita a ogni studente”, ha concluso Bussetti.

Consiglio Competitività per Horizon 2021-2027

Ricerca, oggi Fioramonti a Bruxelles al Consiglio Competitività per Horizon 2021-2027

Il Sottosegretario all’Istruzione, all’Università e alla Ricerca, Lorenzo Fioramonti, è oggi a Bruxelles per il Consiglio Competitività. All’ordine del giorno, il programma quadro per la ricerca ‘Horizon Europe 2021-2027’,nell’ambito del quale l’Italia vuole giocare “una partita da protagonista”.

“Bisogna favorire un dialogo tra Consiglio, Commissione e Parlamento europei per arrivare ad un rapida approvazione del programma, che mette in campo 100 miliardi per la ricerca”, ha sottolineato Fioramonti.

“Dobbiamo anche ragionare – ha aggiunto – su un incremento del budget riservato alle iniziative di riduzione del divario di efficienza non solo tra ma anche all’interno degli Stati Membri. È fondamentale – ha proseguito – che ci sia una buona qualità diffusa della ricerca all’interno del contesto europeo: solo così emergeranno sempre maggiori eccellenze. Dobbiamo evitare che si crei un gap ulteriore non solo tra Paesi ma anche all’interno dei Paesi tra strutture di ricerca ed università che riescono a competere bene a livello globale e molte altre che non riescono neanche a pagare i salari”.

Orchestra Erasmus per le vittime delle mafie

L’Orchestra Erasmus in concerto ad Agrigento per le vittime delle mafie

Oggi l’evento nel Parco della Valle dei Templi sui valori della cultura e della legalità

Il 28 settembre torna a suonare l’Orchestra Erasmus per un evento speciale, dedicato ai valori della cultura e della legalità in Europa. Il concerto si svolge nel Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, nell’Area del Tempio di Giunone, ed è dedicato al ricordo delle vittime delle mafie. L’orchestra è diretta dal Maestro Elio Orciuolo ed è composta da oltre 50 musicisti Erasmus provenienti da Conservatori e Istituti musicali di tutta Italia.

“La conoscenza e l’istruzione – afferma Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – rendono i giovani consapevoli e aperti al mondo. Sono strumenti di libertà e di riscatto sociale. Sono i mezzi per raggiungere il pieno sviluppo e per costruire relazioni umane sane. Per imparare a vivere rispettando gli altri e le regole di una comunità. L’esibizione di 50 musicisti Erasmus ne è la dimostrazione: le note che suonano in ricordo delle vittime delle mafie non sono solo un omaggio a uomini e donne che si sono battuti per i valori di giustizia e legalità. Sono il segno concreto e tangibile di un cambiamento in atto. Attraverso i nostri giovani stiamo ponendo le basi di un futuro diverso”.

“Oggi celebriamo nel segno della musica i valori promossi dal Programma Erasmus, – dichiara Flaminio Galli, Direttore dell’Agenzia Erasmus+ Indire – valori che parlano di apertura e di conoscenza reciproca, che si rafforzano attraverso esperienze di studio e di vita all’estero. Ma soprattutto, vogliamo parlare di cultura e di educazione alla legalità, che sono i cardini sui cui poggiare la costruzione di una cittadinanza europea attiva e consapevole”.

“Un’occasione che celebra attraverso la musica – dichiara Lillo Firetto, Sindaco della Città di Agrigento – espressione di bellezza, la cultura, l’avanzamento civile contro ogni espressione di retroguardia e ignoranza”.

A partire dalle ore 19.00, è prevista una cerimonia per ricordare le vittime delle mafie con gli interventi di Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Falcone, sorella del magistrato Giovanni Falcone e presidente della Fondazione Falcone, Leonardo Guarnotta, già magistrato del pool antimafia di Palermo e Segretario della Fondazione Falcone, Flaminio Galli, Direttore dell’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, Lillo Firetto, Sindaco di Agrigento, e Bernardo Campo, Presidente del Parco Archeologico della Valle dei Templi.

Alle ore 20.00 avrà inizio il concerto dell’Orchestra Erasmus. In caso di maltempo il concerto si svolgerà nel Palazzo dei Congressi di Agrigento.

Cos’è l’Orchestra Erasmus?

L’Orchestra Erasmus nasce nel 2017, in occasione dei 30 anni dell’Erasmus (il Programma europeo che ha consentito a oltre 4 milioni di giovani di vivere un’esperienza di formazione all’estero), su iniziativa dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire. Si tratta di un ensemble musicale unico nel suo genere, composto da studenti dei Conservatori e degli Istituti di musica italiani che hanno svolto o stanno svolgendo un’esperienza di mobilità internazionale Erasmus.

L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere i valori della Generazione Erasmus – aperta, dinamica, solidale – e dell’Europa, sfruttando la musica come metafora di integrazione, incontro e sviluppo di competenze nei giovani, oltre ogni barriera linguistica, geografica e culturale.

Fin dalla sua inaugurazione – avvenuta durante il Festival D’Europa 2017 di Firenze – le esibizioni dell’Orchestra Erasmus hanno fatto registrare un grande successo di pubblico, e un interesse istituzionale e mediatico di livello non solo nazionale. Questo ha convinto l’Agenzia Erasmus+ e Indire a investire ulteriormente nel progetto, prevedendone ulteriori sviluppi in futuro.

#orchestraerasmus