Le Tracce mnesiche

Le Tracce mnesiche -vibrazionali della BioQuantica

Paolo Manzelli <egocreanet2018@gmail.com> .

<L’ORECCHIO DI UN SORDO NON EMETTE SUONI >

———————————————————————————

La memoria a lungo termine (MLT) non è una collezione di molecole ma un archivio di vibrazioni della “Energia Vitale” . Purtroppo le logiche meccaniche della scienza hanno limitati gli studi sulla memoria su la ricerca di molecole che agiscano come interruttori molecolari della attivita o viceversa della Inibizione Neuronale, cosi da trovare farmaci per curare disturbi di memoria e per migliorare le capacita di apprendimento cognitivo. Tale attivita’ catalitica della eccitabilita’ neuronale è stata ad es. individuata nella Molecola Protein Kinasi (PKA) e al contrario la inibizione della eccitabilita’ neuronale , è stata riscontrata nella molecola di Calcineurina che si oppone alla attivita’ del PKA. Comunque rispetto a questo stato di conoscenze Il neurologo Eric. R. Kandel, nobel per la medicina dl 2000 , si è recentemente espresso dicendo che l’obiettivo di produrre farmaci in grado di migliorare la memoria negli esseri umani rimane ancora una chimera, ma è concepibile che in futuro si possa sfruttare il meccanismo degli interruttori molecolari appena scoperto solo, per porre rimedio a modeste perdite di memoria associate all’età. Sapendo pertanto che la MLT non e’ un magazzino di molecole, la Bioquantica propone un differente modello di attivazione della memoria, non piu’ molecolare, ma essenzialmente vibrazionale . E noto che l’intervento di asportazione dell’Ippocampo, ed della Amigdala dal sistema Limbico determina un profondo deficit di MLT mentre lascia solo attiva la capacita’ di memorizzazione a breve termine .

https://www.in-formazione-psicologia.com/CircuitiMemoria1.pdf

 

Inoltre dato che le vibrazioni che trasmettono interattivamente informazione con l’ ambiente , sono interpretate dalla BioQuantica in termini di comunicazione di vibrazioni-quantiche ( Biofotoni per luce e Biofononi per udito , tatto ,odorato e gusto), pertanto Ippocampo e Amigdala assumono la funzione di “hard disk” delle vibrazioni -quantiche, che sono proprie della memoria sensoriale, emozionale e semantica, con cui codifichiamo ed acquisiamo consapevolezza del mondo percepibile che conosciamo.

A differenza degli studi sui meccanismi molecolari la BioQuantica considera il sistema di ricezione percettiva un sistema interattivo che agisce per risonanza. Cio significa che nella MLT vengono conservate le ” tracce mnesiche” delle vibrazioni che ad es.servono all’ orecchio per riconoscere e sintonizzare le frequenze probabilisticamente udibili non solo meccanicamente come frequenze numeriche ( tra 16Mila e 20Mila Hz) ma anche emozionalmente e semanticamente accettabili come udibili dal nostro sistema fisiologico.

Pertanto nel “Modello BIOQUANTICO” la memoria a lungo termine (MLT) è essenzialmente data dalla capacità dinamica di un organismo vivente di conservare essenziali tracce vibrazionali della propria esperienza percettiva e di servirsene interattivamente per creare un sistema di riconoscimento sensoriale- risonante in modo da relazionarsi con il mondo esterno agendo in favore del controllo del piu’ probabile mantenimento propria identita’ fisiologica .

La efficacia selettiva della risonanza vibrazionale, dipende pertanto dalla modalita’ frequenziale con cui le nuove informazioni apprese interagiscono con le vecchie strutture quanto-vibrazionali della MLT ; pertanto tale transizione da un modello meccanico-passivo della percezione a quello interattivo-risonante , è il focus per sviluppare la piu completa riformulazione delle vecchie teorie dell’apprendimento e del ricordo adattativo cosi da procedere verso nuove strategie di apprendimento creativo della innovazione BioQuantica.

In conclusione la interattivita risonante di tutti i sensi , per il Modello BIOQUANTICO è il fondamento della MLT-vibrazionale , senza la cui funzionalita identitaria, controllata ad un livello piu profondo dal DNA , non diverrebbero operative le funzioni cerebrali superiori come l’ apprendimento creativo cognitivo ed artistico, il linguaggio, e le capacita decisionali di impostazione e risoluzione di problemi che oggi sembrano andare verso una di irreversibile degrado.

Un commento su “Le Tracce mnesiche”

Lascia un commento