La professionalità dei docenti: un campo inesplorato

La professionalità dei docenti: un campo inesplorato

di Enrico Maranzana

L’Ocse ha invitato l’Italia a investire in educazione di qualità al fine di fermare la dispersione scolastica e dimezzarla entro il 2020. In tale direzione si era e si è mossa l’amministrazione centrale che ha individuato alcune modalità di intervento tra cui:

1. Seguire il cammino dei singoli studenti con modalità individualizzate;
2. Introdurre nuovi ambiti e strumenti di lavoro quali LIM – CLIL – TIC – Elearning – Ebook ..
3. Affidare alle università il compito di formare i nuovi docenti;
4. Certificare le competenze;
5. Valutare il lavoro delle scuole.

Sono interventi “sparpagliati”: non esiste strategia; l’origine del problema non è stata individuata proprio come ai tempi di Alessandro Magno quando i lacci e i lacciuoli occultavano la soluzione del nodo gordiano; la sfida posta dall’incertezza dell’ambiente in cui vive la scuola non è stata accolta.

Un commento su “La professionalità dei docenti: un campo inesplorato”