Mattarella conferisce il titolo di Cavaliere alla prof sfregiata con un coltello da un alunno

da Il Sole 24 Ore

Mattarella conferisce il titolo di Cavaliere alla prof sfregiata con un coltello da un alunno

Oggi tornerà a scuola – dove ha ripreso ad insegnare solo da pochi giorni, dopo un periodo difficile vissuto con sofferenza – da Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana la professoressa Franca Di Blasio, sfregiata con un coltello da un suo alunno lo scorso
febbraio, all’istituto Majorana-Bachelet di Santa Maria a Vico, nel Casertano.

A consegnare l’alta onoreficenza, conferita dal presidente della Repubblica Mattarella, è stata la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che aveva scritto al Capo dello Stato chiedendo un riconoscimento per la professoressa, «per l’impegno e l’amore profusi».

La prof di italiano e storia, con parole che avevano colpito molto dopo lo sfregio, un taglio lungo 10 centimetri in pieno volto, non aveva condannato il gesto ma si era chiesta dove
avesse sbagliato lei con quell’alunno. Un ragazzo di famiglia «più che benestante», spiega ora la preside dell’istituto, Maria Giuseppa Sgambato, non disagiata e in difficoltà economiche: «Il giorno dell’aggressione il ragazzo era appena tornato dalla settimana bianca». Ha trascorso un periodo in detenzione, ed è stato poi allontanato dalla comunità scolastica ed escluso dallo scrutinio finale, ora è affidato a una comunità.

«Si è trattato – ha detto Fedeli – di un atto grave. Noi come scuola abbiamo il dovere di educare al rispetto e alla non violenza, per questo è necessario rilanciare la funzione di
autorevolezza della scuola. Ma bisogna anche che le famiglie si assumano le proprie responsabilità». Per questo Fedeli ha parlato di «un patto di corresponsabilità: ciascuno deve fare la sua parte». La ministra ha poi invitato i docenti a far emergere i casi di violenza.

Dopo le tante notizie di aggressione da parte dei genitori, Fedeli rimarca che «un genitore che per primo non rispetta i docenti è un pessimo genitore».

Di Blasio ha ringraziato la ministra e il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: «Lo Stato, le istituzioni e la scuola mi sono stati vicini in questa terribile vicenda. E’ stato un momento molto difficile, ma credo nell’istruzione scolastica perchè è il luogo dove nasce la democrazia. Sono quindi orgogliosa di farne parte e continuerò a educare i ragazzi». Ha
quindi annunciato di essere tornata in classe da qualche giorno: «E’ merito dei miei studenti, sono stati loro a cercarmi e l’ho fatto per loro, non volevo deluderli. Non è stato facile ricominciare ma mi è bastato vederli per rimettermi in moto. I ragazzi mi aspettavano – ha aggiunto – hanno festeggiato il mio rientro con un cartellone. Era un’atmosfera veramente familiare».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.