Elezioni RSU 17-19 aprile, quorum validità elezioni, ripartizione e attribuzione seggi

da Orizzontescuola

Elezioni RSU 17-19 aprile, quorum validità elezioni, ripartizione e attribuzione seggi

di redazione

Il 17, 18 e 19 aprile, com’è noto, si svolgeranno le votazioni per eleggere la RSU in ciascuna istituzione scolastica.

Abbiamo parlato  di chi può votare e chi no e delle preferenze esprimibili in Elezioni RSU 17-18-19 aprile: chi può votare e chi no, chi può candidarsi, numero preferenze esprimibili

Vediamo in questa scheda il quorum per la validità delle elezioni, quello per la ripartizione dei seggi e i criteri di attribuzione dei medesimi.

QUORUM VALIDITA’ ELEZIONI

Il quorum per la validità delle elezioni dipende dal numero di votanti.  Il quorum è raggiunto quando votano la metà più uno degli aventi diritto.

Esempio: nel caso in cui il numero degli elettori aventi diritto al voto sia pari a 125 dipendenti, il quorum è raggiunto solo nel caso in cui abbiano votato almeno n. 63 elettori [(125:2)+1]

Si procede allo scrutinio, soltanto se sia stato raggiunto il quorum.

QUORUM RIPARTIZIONE SEGGI

Il quorum per l’attribuzione dei seggi si calcola in base al numero dei dipendenti elettori, che hanno espresso il voto, e ai seggi da attribuire: si divide il numero di votanti per il numero di seggi.

Esempio

Amministrazione con 124 dipendenti, 3 seggi da attribuire e 119 elettori (numero di votanti). Il quorum si calcola dividendo il numero dei votanti (119) per il numero dei seggi da ripartire (3), ossia 119 : 3 = 39,666 (Quorum). Definito il quorum, si può procedere alla ripartizione dei seggi.

 I voti dei 119 elettori, che si sono recati a votare, sono risultati così espressi: 117 voti validi alle varie liste, 1 scheda bianca e 1 scheda nulla. Le liste hanno ottenuto rispettivamente:

lista n. 1 voti validi 48

lista n. 2 voti validi 46

lista n. 3 voti validi 12

lista n. 4 voti validi 11

totale voti validi 117

CALCOLO DELLA RIPARTIZIONE DEI SEGGI ALLE LISTE:

 lista n. 1 voti validi 48 diviso quorum 39,666 = 1 seggio resti 8,333

lista n. 2 voti validi 46 diviso quorum 39,666 = 1 seggio resti 6,333

lista n. 3 voti validi 12 diviso quorum 39,666 = 0 seggi resti 12,000

lista n. 4 voti validi 11 diviso quorum 39,666 = 0 seggi resti 11,000

totale voti validi 117

In questo caso sono stati ripartiti 2 seggi su 3. Il seggio rimanente, considerato che i seggi sono attribuiti su base proporzionale, prima alle liste che hanno ottenuto il quorum e poi in base ai resti migliori, va attribuito alla lista n. 3, che ha il resto maggiore.

 ATTRIBUZIONI SEGGI

Ripartiti i seggi,  gli stessi vanno attribuiti in base ai voti di preferenza dei candidati delle liste che hanno ottenuto i seggi medesimi.

A parità di preferenza dei candidati vale l’ordine interno della lista.

In caso di parità di voti riportati da liste diverse o di parità di resti tra le stesse, i seggi vanno attribuiti alla lista che ha ottenuto complessivamente il maggiore numero di preferenze.

In caso di parità di voti alla lista e di preferenze ai candidati, il seggio si potrebbe attribuire alla lista il cui candidato sia più anziano anagraficamente e, nel caso in cui anche l’età coincida perfettamente, secondo l’ordine dei candidati all’interno della lista (usiamo il condizionale, in quanto, come si legge nella medesima circolare, la fattispecie non è regolamentata).

Non è possibile assegnare al candidato di un’altra lista, il seggio che non sia stato possibile attribuire per mancanza di candidati (esempio: una lista ha presentato un solo candidato ma ha ottenuto 2 seggi).

Tutto sulle elezioni RSU

Circolare Aran

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.