Code4Grow, con SAP e Yunik coding e robotica entrano nelle scuole

da Il Sole 24 Ore

Code4Grow, con SAP e Yunik coding e robotica entrano nelle scuole

di Al. Tr.

Sono 198 gli studenti di 5 scuole elementari e medie del milanese che durante l’anno scolastico appena concluso hanno partecipato a Code4Grow, il progetto realizzato da Sap e promosso dall’associazione Yunik con l’obiettivo di potenziare le abilità cognitive con il coding e la robotica educativa. Grazie alla collaborazione con il dipartimento di Scienze umane per la formazione dell’università Bicocca è stato possibile offrire laboratori gratuiti di robotica agli studenti di 5 istituti: le scuole primarie IC Vittorio Locchi (Milano), Guglielmo Marconi (Senago), Papa Giovanni (Magenta) e F.lli Cervi (Magenta) e la scuola secondaria IV Giugno 1859 (Magenta).

Le attività
I percorsi di apprendimento, spiega una nota, sono stati sviluppati in tre incontri per classe della durata di due ore ciascuno, con laboratori diversi a seconda dell’età degli studenti. Alle elementari gli alunni hanno avuto l’opportunità di osservare un robot per la prima volta e di formulare ipotesi sui suoi movimenti. Ma anche di imparare le basi di programmazione e informazioni sulle componenti principali di un robot: i blocchi motore, i blocchi loop e il meccanismo decisionale.
I ragazzi delle medie, invece, hanno affrontato un percorso più strutturato in cui, oltre a ricevere insegnamenti sui fondamenti della programmazione, hanno effettivamente programmato e fatto muovere il robot grazie ad un’interfaccia semplificata.
Durante i laboratori gli studenti hanno anche avuto l’opportunità di interagire per la prima volta con CoderBot, un robot creato per la didattica che può essere programmato da bambini dai 6 anni in poi attraverso una facile interfaccia. Grazie alla telecamera, ai sensori di distanza, al microfono e agli altoparlanti di cui è dotato il robot può muoversi ed emettere suoni e parole, mentre tramite i suoi algoritmi di visione artificiale può riconoscere oggetti e volti. In alcune classi è stato utilizzato anche Lego Mindstorms EV3, un robot che permette di ideare, progettare, assemblare e programmare a sua volta robot educativi. Entrambi, se utilizzati in modo consapevole dall’insegnante – spiega una nota – possono costituire un valido strumento per promuovere l’apprendimento di abilità e competenze di vario tipo, da quelle tecnico-scientifiche a quelle di ragionamento astratto alle soft skills.

Potenziare le competenze e prevenire il bullismo
«Il progetto Code4Grow è nato con l’obiettivo di sviluppare le competenze logico matematiche, digitali e computazionali degli alunni, potenziare le loro abilità cognitive, di lavorare in gruppo, di porre e risolvere problemi» ha detto Barbara Gianni, presidente di Yunik. Spiegando che «la robotica educativa stimola anche l’approccio relazionale, un fattore particolarmente importante per ragazzi così giovani, soprattutto in un’ottica di prevenzione dei fenomeni di bullismo». «Abbiamo sostenuto con grande entusiasmo il progetto educativo di Yunik, e l’azienda è pronta a rinnovare il proprio impegno a favore di Code4Grow» ha commentato Luisa Arienti, Amministratore Delegato di Sap Italia, sottolineando che «portare la robotica educativa nelle scuole significa offrire ai ragazzi uno strumento interessante e divertente con cui sviluppare competenze soft, motivandoli a lavorare in gruppo, stimolando l’inclusione, la collaborazione e lo spirito di squadra, per condividere esperienze e arricchirsi reciprocamente».

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.