Dal Miur le indicazioni per aderire al sistema delle scuole associate all’Unesco

da Il Sole 24 Ore

Dal Miur le indicazioni per aderire al sistema delle scuole associate all’Unesco

di Amedeo Di Filippo

Pubblicata sul sito del Miur la lettera-circolare numero 11476 del 9 luglio con la quale Viale Trastevere fornisce alle scuole le indicazioni per aderire alla Rete nazionale Unesco – Italia per il 2018-2019.

La Rete Unesco
Indirizzata ai direttori degli Usr e ai sovrintendenti e intendenti delle Regioni e Province autonome, la lettera-circolare del Miur ricorda l’istituzione, a partire dal lontano 1953, del sistema delle scuole associate all’Unesco (United nations educational, scientific and cultural organization), il cui compito è stimolare le scuole primarie e secondarie di tutto il mondo ad integrare gli insegnamenti curriculari con piani di studio e attività orientati ai principi fondamentali dell’organizzazione, ossia «contribuire al mantenimento della pace e della sicurezza favorendo, mediante l’educazione, la scienza e la cultura, la collaborazione tra le nazioni, al fine di assicurare il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle nazioni unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, di sesso, di lingua o di religione».
Attualmente sono circa 10.000 le scuole associate in oltre 180 Paesi, che lavorano a sostegno della comprensione internazionale, della pace, del dialogo interculturale, dello sviluppo sostenibile e dell’educazione di qualità.

L’associazione
Tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, hanno ora la possibilità di presentare la propria richiesta di associazione alla Rete nazionale Unesco – Italia, con l’obbligo, qualora ammesse, di integrare le proprie attività curricolari con programmi e progetti educativi a vocazione internazionale, orientati sulle principali tematiche presidiate dalla organizzazione internazionale. Tra queste la realizzazione di “Agenda 2030” per lo sviluppo sostenibile, la tutela dei diritti umani e della diversità culturale, la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico, l’educazione al turismo culturale e quella interculturale, lo sviluppo e la promozione dell’educazione alla pace e alla cittadinanza.

La domanda
Per associarsi alla Rete, le istituzioni scolastiche dovranno compilare il modulo di richiesta e trasmetterlo entro il 30 dicembre 2018 alla Commissione nazionale italiana per l’Unesco (Cniu) e al Miur, che esaminerà i progetti e attribuirà la qualifica di “Scuola associata all’Unesco, membro della Rete nazionale Asp Netunesco – Italia”.
Nella scheda progetto le scuole dovranno fornire una breve descrizione della scuola e del contesto territoriale e dare informazioni sul contesto socio-economico e culturale in cui il progetto è inserito. Segue una breve descrizione dell’idea progettuale, l’articolazione e la descrizione delle attività con le relative modalità di realizzazione, i soggetti esterni alla scuola coinvolti e relative caratteristiche, i materiali, la connessione con altri progetti e istituti scolastici, i contenuti del progetto, le caratteristiche innovative o qualificanti, gli strumenti di autovalutazione, i prodotti realizzati, le attività di diffusione e sviluppi previsti.
È obbligo delle scuole rinnovare l’adesione ogni anno scolastico e trasmettere entro il 31 luglio 2019 una relazione finale delle attività svolte, corredata dai relativi materiali e prodotti e con l’indicazione del link della pubblicazione dei lavori sul proprio sito web istituzionale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.