Responsabilità disciplinare docenti

Responsabilità disciplinare docenti: modificare la legge Madia

Il 18 luglio è iniziata all’Aran la trattativa relativa alla sequenza contrattuale sulla responsabilità disciplinare dei docenti, così come previsto dall’articolo 29 del nuovo Contratto collettivo nazionale di lavoro firmato il 19 aprile 2018.

Il confronto era stato rinviato ad una specifica sequenza contrattuale a causa dell’impossibilità di trovare in fase di rinnovo contrattuale una soluzione condivisa tra Aran e sindacati, sulla base delle norme di riferimento, contradditorie e di difficile interpretazione.

Nel corso dell’incontro i sindacati hanno ribadito la totale indisponibilità a definire la materia qualora dovesse permanere il vincolo della legge Madia, previsto peraltro solo nel comparto scuola, che assegna al dirigente scolastico la competenza a irrogare la sanzione della sospensione fino a 10 giorni (negli altri comparti pubblici l’irrogazione di tale sanzione è affidata a un apposito ufficio per i procedimenti disciplinari). La legge Madia va dunque modificata: i poteri disciplinari vanno esercitati in coerenza col modello di scuola comunità educante definito dal CCNL.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.