Da domani via alla rivoluzione digitale: cambia il dominio Internet

da Il Sole 24 Ore

Da domani via alla rivoluzione digitale: cambia il dominio Internet

Da domani, 20 settembre, si avvierà una rivoluzione digitale per oltre 8700 scuole italiane pubbliche e parificate: tutte le scuole che avevano un nome a dominio “gov.it” potranno migrare sul nuovo nome a dominio “edu.it”, che sarà utilizzabile anche da tutte le altre scuole pubbliche e paritarie italiane. Lo rende noto il Cnr sottolineando che «l’obiettivo dell’intera operazione è quello di migliorare la visibilità e la sicurezza dei siti delle istituzioni scolastiche coerentemente con il lavoro che si sta svolgendo sul design di tali siti».

Il Registro.it, l’anagrafe dei domini “.it” che ha sede presso l’area della ricerca pisana, prosegue il Cnr, «che avrà la gestione tecnica del nuovo dominio, non addebiterà al
Registrar (azienda che offre servizi internet) oneri per la migrazione del nome a dominio della scuola da gov.it a edu.it o per le nuove registrazioni nel primo anno di vita del nuovo nome a dominio (Sld) edu.it».

«E’ per noi un ulteriore attestato di fiducia e qualità – spiega Domenico Laforenza, responsabile di Registro.it e direttore dell’istituto di informatica e telematica del Cnr di
Pisa – da parte degli enti governativi verso la nostra professionalità e affidabilità, con cui gestiamo già oltre tre milioni di domini “.it”, il nome a dominio made in Italy che fa attestare il nostro Paese al nono posto nel ranking mondiale dei nomi a dominio di tipo nazionale».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.