DEF, le misure sulla scuola: cittadinanza, alternanza, sostegno, formazione e trasferimenti

da Orizzontescuola

DEF, le misure sulla scuola: cittadinanza, alternanza, sostegno, formazione e trasferimenti
di redazione

Un capitolo del Documento di Economia e Finanza (DEF) è dedicato alla scuola e presenta diverse misure di carattere generale.

Vediamo quali sono i succitati provvedimenti e, indirettamente, gli orientamenti del nuovo Ministero.

Educazione alla Cittadinanza

Nel Def, come riferisce anche il Corriere della Sera, c’è quello che possiamo definire un intento programmatico relativo all’educazione alla cittadinanza. Così, infatti, leggiamo nel predetto documento: Il Governo intende sviluppare percorsi di cittadinanza attiva fin dal primo ciclo di istruzione, anche in sinergia con le associazioni e altre realtà territoriali.

Inclusione e sostegno

Allo studio del Governo, vi sono diverse misure volte a garantire le prestazioni e i servizi necessari per raggiungere la piena inclusione scolastica e assicurare il diritto allo studio agli studenti diversamente abili o con bisogni educativi speciali.

La formazione iniziale dei docenti di sostegno, inoltre, sarà migliorata. A tal fine, saranno definiti appositi indicatori per misurare la qualità dell’inclusione in ciascuna istituzione scolastica.

Dispersione

Tra le misure riguardanti la scuola vi è anche il contrasto all’abbandono scolastico. L’obiettivo è quello di motivare gli studenti a continuare gli studi sino al conseguimento di un titolo di scuola secondaria di II grado.

Aggiornamento e valorizzazione personale docente e ATA

Il DEF si occupa anche della formazione dei docenti e del personale ATA in vista di una loro valorizzazione.

Docenti

Al riguardo, il documento di economia e finanza così prevede: Saranno utilizzati nuovi strumenti per l’aggiornamento continuo e la valorizzazione professionale del corpo docente, attraverso la revisione del sistema di reclutamento e affrontando il problema dei trasferimenti, che limita un’adeguata continuità didattica. 

L’aggiornamento e la valorizzazione dei docenti, dunque, passa dalla revisione del sistema di reclutamento e dal superamento del “problema dei trasferimenti” (al fine di garantire la continuità didattica).

ATA

Anche per il personale ATA ci si pone l’obiettivo della valorizzazione da conseguire tramite la formazione in servizio.

Alternanza

L’alternanza scuola-lavoro, come già riferito, subirà delle modifiche al monte previsto nel triennio: nei licei si passa da 200 a 80 ore; negli istituti tecnici da 400 a 150 ore; negli istituti professionali da 400 a 180 ore.

La riduzione delle ore di alternanza risponde all’obiettivo di considerarla non come un obbligo ma come un’opportunità con percorsi di qualità, rispondenti a standard di sicurezza elevati e coerenti con il percorso di apprendimento dello studente interessato.

Trasferimenti

Come detto sopra, al fine di garantire la continuità didattica si vogliono porre dei limiti ai trasferimenti. Ne abbiamo parlato in Rientro docenti al Sud, si frena. Il progetto nella Legge di Bilancio

Scienze motoria alla primaria

Il DEF prevede l’inserimento nella scuola primaria del docente titolare di scienze motorie (al riguardo ricordiamo il DDL presentato alla Camera) e la riorganizzazione dell’attività sportiva scolastica.

Strutture tecnologicamente avanzate

Nel DEF è previsto un piano pluriennale di investimenti, tramite finanziamenti nazionali e comunitari, finalizzati alla creazione di strutture scolastiche e universitarie tecnologicamente adeguate. Il Governo, inoltre, intende intervenire sulle dotazioni tecnologiche e digitali.

Sicurezza

Considerata la situazione dell’edilizia scolastica italiana, si prevedono delle misure per la certificazione e la messa in sicurezza delle scuole, e per l’ammodernamento e la ristrutturazione delle stesse con particolare attenzione all’accessibilità.

Un’attenzione particolare, inoltre, sarà rivolta alle scuole del SUD.

Stipendi

Nel DEF  è previsto che i redditi da lavoro dipendente della pubblica amministrazione si ridurranno dello 0,4% in media nel biennio 2020-2021, come riferisce la Flc Cgil.

Nel summenzionato biennio, dunque, gli stipendi del personale della pubblica amministrazione, tra cui il personale della scuola, subiranno una riduzione media dello 0,4%.

ATA: internalizzazione servizi pulizia

La misura sembrerebbe essere entrata nel DEF, come riferisce l’on. Gallo (M5S), Presidente della VII Commissione Cultura della Camera, nella propria pagina FB:

E’ notizia di oggi che l’assunzione del personale e l’internalizzazione del servizio di pulizia è nel DEF (Documento di Economia e Finanze) e che quindi diventerà norma nella legge di bilancio. Un altro passo verso il superamento definitivo di una vergogna italiana“.

Legge di Bilancio

Attendiamo adesso la legge di Bilancio per vedere quante delle succitate misure potranno essere realizzate.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.