Mente Quantica e Geometria Sacra

“Mente Quantica  e Geometria Sacra”

SEMINARIO DI STUDI E RICERCA del CLUSTER Egocreanet Ngo

Firenze 01-02. Giugno 2019  Firenze .

 Per Iscriversi al Corso invia un e mail a : <egocreanet2016@gmail.com

Cluster Egocreanet ,Iscrizione: http://www.egocrea.net/2019/01/15/adesione-al-cluster-egocreanet/


La iIlusione di vedere e significare la realtà è causata dal fatto che i nostri sensi possono percepire uno spettro di energia estremamente limitato a cui spesso applichiamo significati storicamente obsoleti volti a farci credere che cio’ che vediamo è “oggettivo” producendo cosi una distorsione delle potenzialita’ di rappresentazione creativa capace di espandere i confini della mente quantica e di incentivare la creativita consapevole e cosciente.

Al seminario Egocreanet Cluster proporremo una attenta riflessione su come il “Cervello Costruisce il Mondo” che condurra a superare pregiudizi e significati obsoleti sulla percezione quelli che oggigiorno impediscono la progettazione di un futuro migliore per l’ uomo e per l’ ambiente nel quale viviamo .

Per comprendere come il cervello costruisca interiormente immagini olografiche tridimensionali è necessario superare la concezione newtoniana che immagina che nella retina degli  occhi si formi una descrizione  bidimensionale (2D) invertita di cio che osserviamo infatti con tale concezione con la quale si inizia storicamente a limitare il concetto alchemico precedentemente concepito da Ermete Trimegisto, il quale  disse “Comprendi dunque la luce e conoscila” in quanto l’ occhio ermetico la luce percepisce come forme di immagini geometriche “.

La comprensione di come il riduzionismo meccanico induca una limitazione al significato della percezione geometrica creata dal cervello è di particolare interesse per gli artisti e sara dedicata una  sezione del corso sulla formazione di immagini mentali creative e loro impatto empatico nell’ arte .

Neuroestetica del Neuroloho Semir Zeki :

Connettoma cerebrale : https://openinnovationdays.nova100.ilsole24ore.com/2016/09/23/connettoma-umano-un-progetto-per-capire-il-cervello/?refresh_ce=1 

La costruzione olografica in 3D  prodotta dal cervello, permettera di comprendere le potenzialita di correlazione tra il “Connettoma Cerebrale” e la Mente Quantica al fine di ampliare immaginazione costruttiva della creativita percettiva e significativa  cosi da comprendere come la numerazione delle frequenze visibili ( 400-700 nm ) nella rielabolazione nel talamo cerebrale si trasformano in “colori” attraerso la via del genicolato laterale, mentre la costruzione di immagini in 3D avviene nella area occipitale in quanto viene rappresentata combinazioni di archetipi geometrici simili a quelli percepiti e definiti nell’ ambito della Geometria Sacra .

Nella evoluzione della percezione umana il pensiero geometrico viene tradotto in immagini visive e colori dal cervello creando quella realta’ neuro-psicologica che è stata limitata dalla concezione meccanica della scienza la quale ci ha fatto ritenere “oggettiva” a nostra percezione come fosse una foro o un filmato tecnologico anziche essere la realizzazione di un  costrutto cerebrale evolutivo delle conoscenze .

Il seminario pertanto si propone di affermare una nuova consapevolezza sugli aspetti evolutivi della creativita contemporanea a partire da una riflessione sul 500* anniversario del genio di Leonardo da Vinci. 

Una particolare attenzione verra’ proposta sulla formazione del colore come sensazione cerebrale neuropsichica a dimostrazione che la visualizzazione dei colori “non” appartiene oggettivamente ad una realta’ esterna al mondo, ma è il frutto di fenomeni di interferenza delle frequenze emesse dall’ ambiente  ma significate con modalita quantitative deprivate da livelli piu avanzati di consapevolezza.

Sappiamo ad es che l’ arcobaleno e causato dalla interferenza con le gocce di acqua della pioggia generando come un prisma tutti i colori. Inoltre sappiamo che gia dal 1981 il fotografo Gabriel Lipman scopri come trasformare la fortografia in bianco e nero in fotografia a colori spiegando come la interferenza di strati sottili delle diverse tonalita di grigio produceva, come l’ arcobaleno, una sovrapposizione tra luce incidente e luce speculare riflessa dagli strati di gocce di mercurio depositati i vari strati di profonita nel gel , dalla reazione fotochimica sul Cloruro di Argento.

Infine lo studio delle variazioni tra “Colore e Calore” causate dalla intensita’ e dalle differenze dello spettro luminoso dal sole o da varie tipologie di luce artificiale ( Lampade a incandescenza , Led, Laser ecc..) hanno dato sviluppo al colore della “fotografia digitale”.

Di fatto  è possibile visualizzare il calore rilasciato da oggetti e persone con una macchina fotografica in bianco e nero e con alcuni  cip generare un software che mette in corrispondenza anche piccole differenze di illuminazione con le variazioni delle frequenze cosi che l’ intensita di calore trova corrispondenza con la presunta variazione di colore.

.https://www.focus.it/tecnologia/innovazione/il-colore-del-calore

Il colore è importante nella percezione visiva perche stimola neurologicamente l’ area talamica e genera profonde emozioni consce d inconsce  attraverso i sistemi orto e parasimpatico. 

Pertanto lo studio evolutivo della Mente Quantica ci conduce a comprendere come la informazione che percepiamo dalle interferenze delle frequenze non sia l frutto di una realta’ che crediamo “oggettiva” , ma venga a dipendere dal modello standard di tipo meccanico della interpretazione significate del cervello che altresi e possibile aprire  verso una creativita scientifica ed artistica innovativa nella quale l’ arte contemporanea potra divenire anticipativa di nuove .soluzioni della  intelligenza visiva favorendo un  ampio impatto empatico della futura creativita sociale .

Infine il Seminario trattera della evoluzione coerente tra

Immaginario Scientifico e Geometria Sacra”

.https://dabpensiero.wordpress.com/2019/05/22/come-rinnovare-limmaginario-scientifico/  ; http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=115425

Questo Tema di Discussione e di Ricerca mettera’ in luce la relazione tra : Mente quantica e Costruzione Cerebrale delle immagini olografiche come composizione di archetipi frattalici

 Ricodrando in proposito quanto dissero :

<Platone>: il mondo fenomenico è poco più di un’illusione vaga che cattura solo di riflesso il mondo ontologicamente puro delle idee/forme/archetipi.” ed in seguito :

<Goethe>  introduce il concetto di archetipo nel regno delle scienze naturali: le forme percepite (fenomeni) sono mutazioni di un ordine più profondo.

<Schopenhauer> dichiara che il “noumeno” della scienza limita la coscienza della osservazione piu completa del fenomeno .

Tali rimembranze introdurranno alla “Teoria degli Archetipi “ di C.G.Jung  che danno ordine al modo della percezione coordinandone la esperienza evolutiva delle specie viventi.  

Sappiano infine che la energia vitale della MENTE Quantica “non e visibile ne rappresentabile” in quanto appartiene al <IV stato della Energia del Vuoto> ( in 4Dimensioni ) impossibile da ridurre nel quadro di una visione olografica in 3D.

Pertanto quello che si percepisce come struttura ordinata del mondo naturale è interiormente dominato da un rapporto di informazione genetica ed epigenetica  che viene ordinato esteticamente in immagini in 3D dal Cervello . Pertanto quello che osserviamo visibilmente non e la “realta’ oggettiva” ma  la costruzione  cerebrale di forme e colori che assumono una struttura ordinata facendo seguito alla organizzazione di archetipi di geometria frattalica, sia quelli derivanti da algoritmi che riproducono regolarmente figure geometricamente regolari ad Es Girasole , foglie  (Mandelbrot) ecc.. ,ovvero da  flessibili che assumono la forma assimilabile ad irregolarita ripetitiva , es: vene, radici, ma che hanno comunque come origine un frattale  che si ripete secondo una regola di invarianza di scala .

Pertanto le immagini che osserviamo e riteniamo come oggettive quantita del mondo esterno sono in vero la traduzione in immagini  delle forme di energia a cui siamo sensibili tradotte  in “ immagini cerebrali “ per tramite la ripetitiva  di archetipi frattalici che si ripetono a differenti livelli di scala quantica.

In conclusione il seminario MENTE QUANTICA E GEOMETRIA SACRA  nel suo complesso di temi che riguardano “creativita e neuroscienze bio-quantiche” è  finalizzato . a favorire lo sviluppo di processi mentali creativi in modo che abbiamo come risultante  un ruolo cruciale nella vita culturale e della civilta umana .


Con queste brevi note principalmente indirizzate al mio contributo al Corso su “MENTE QUATICA E GEOMETRIA “ del 01/02/Giugno 2019  vi invito ad Iscrivervi . Paolo Manzelli