Mattarella: la cultura si nutre di confronto, cresce nel dialogo e nelle relazioni

print

da Orizzontescuola

di redazione

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia istituzionale di apertura di Parma Capitale della Cultura 2020.

La cultura definisce il segno distintivo di ogni comunità ed è tutt’altro che una condizione statica, immobile, inerte. Perché si nutre di confronto, si sviluppa nel dialogo e nelle relazioni. La cultura è davvero una sorta di metronomo della storia. È una chiave che ci consente di comprendere il passato, interpretare il presente e progettare il futuro, per sentire la storia come nostra e renderci protagonisti dei suoi cambiamenti” ha detto il Capo dello Stato.

“La cultura è più ricca quando si apre alla conoscenza e al rispetto delle differenze, è capace di generare un patrimonio che rende tutti più ricchi, di umanità innanzitutto. La storia ci dimostra proprio che grandi avanzamenti delle scienze, delle arti e del pensiero sono scaturiti da incontri” ha aggiunto il Presidente.