Nota 13 dicembre 2012, Prot. MIURAOODGOS n. 8204

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica

 

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca di Bolzano

 

Oggetto: Concorso Nazionale di scrittura creativa “Raccontare il Medioevo”

 

L’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo indice un concorso nazionale di scrittura creativa sul tema «Raccontare il Medioevo», riservato agli alunni della scuola secondaria di primo grado.

Le istituzioni scolastiche che intendono partecipare al concorso dovranno darne comunicazione all’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo (P.zza dell’Orologio 4 – 00186 Roma) entro il 16 marzo 2013, al seguente indirizzo email: scuola.storica@isime.it.

 

Gli elaborati dovranno pervenire entro il 30 marzo 2013 secondo le modalità del bando in allegato.

 

IL DIRETTORE GENERALE

Carmela Palumbo

————

Raccontare il Medioevo Concorso Nazionale di scrittura creativa

L’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo indice un concorso nazionale di scrittura creativa sul tema «Raccontare il Medioevo», riservato agli alunni della scuola secondaria di primo grado.

Scrivere il Medioevo dovrebbe costituire per i ragazzi in età compresa fra gli 11 e i 13 anni un modo per dare libertà alle proprie idee e alle proprie parole, ma anche un canale di accesso ad una fetta importante e fondante del nostro passato, delle nostre identità locali e della più ampia, e talvolta sfuggente, identità nazionale.

Narrare e riflettere, narrare e imparare, narrare e divertirsi, narrare e fare storia dovrebbero essere gli elementi comuni di un cammino di conoscenza che permetta di misurarsi con la storia della propria città e della propria nazione e, allo stesso tempo, di muoversi con fantasia all’interno di un universo tanto diverso e tanto vicino al nostro. Il Medioevo è, del resto, nell’immaginario collettivo e nella vulgata mediatica il luogo per eccellenza delle «radici» e dell’esotico, delle streghe e dei folletti, delle cattedrali gotiche e delle grandi costruzioni giuridiche, dell’invenzione degli occhiali e delle pene sulla pubblica piazza. Il «Medioevo immaginato» potrà essere ripensato e meglio conosciuto, sgrossato e ripulito dai molti luoghi comuni che lo accompagnano: il Medioevo cristiano e quello della cosiddetta «economia chiusa», quello del «feudo» e quello del mito comunale sono tutti aspetti di un Medioevo policromo, che fra verità storica e falsa incrostazione storiografica potrà costituire un terreno ideale per muoversi in libertà e scrivere storia e storie…

Gli elaborati potranno essere realizzati partendo dalle esperienze didattiche che i ragazzi avranno già svolto nel loro percorso formativo, tenendo conto delle competenze progressivamente acquisite e dei più comuni moduli espressivi adottati nella Scuola Media di I grado: testo descrittivo e testo creativo (o di fantasia).

I racconti dovranno essere elaborati scegliendo una delle due sezioni tematiche proposte:

  1. Racconto il Medioevo della mia città o del mio territorio
  2. Racconto il Medioevo di Carlo Magno

 

Scadenze e caratteri dei testi

Le istituzioni scolastiche che intendono partecipare al concorso dovranno darne comunicazione all’Istituto Storico Italiano per il Medio evo (P.zza dell’Orologio 4 – 00186 Roma) entro il 16 marzo 2013, esclusivamente all’indirizzo elettronico: scuola.storica@isime.it; nell’oggetto della e-mail dovrà essere specificamente indicata la dicitura: «Concorso Raccontare il Medioevo» seguita dal nome della scuola; nel testo della e-mail andranno indicati il titolo del lavoro, il gruppo classe interessato, l’anagrafica, completa di indirizzo e-mail e del numero di telefono, della scuola.

I testi dovranno poi pervenire all’indirizzo di posta elettronica scuola.storica@isime.it, esclusivamente in formato elettronico, in un file word (il formato docx NON è accettato) o pdf (non saranno accettati altri formati) entro e non oltre il 30 marzo 2013 e dovranno essere della lunghezza massima di 15.000 caratteri (spazi inclusi). Il frontespizio del testo dovrà necessariamente contenere i seguenti dati, chiaramente specificati: la scuola e la classe che invia l’elaborato, l’indirizzo fisico e l’indirizzo di posta elettronica dell’istituto e il nome dell’insegnante referente da contattare per qualsiasi problema, corredato dall’indirizzo di posta elettronica diretto dell’insegnante medesimo. Il nome del file dovrà essere così impostato: Raccontare.titolo elaborato.scuola.luogo(nome della città).

Es. Raccontare.MedioevoadAncona.ScuolaGiovanniPascoli.Ancona

Premi e giuria

I testi saranno valutati da una commissione di medievisti di livello nazionale e internazionale e di scrittori o di esperti di narrativa per ragazzi, nominata dal Presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo.

I primi tre gruppi classe classificati riceveranno un premio in 5 libri per ciascuno e 3 per le scuole di appartenenza.

I tre migliori racconti selezionati dalla giuria saranno pubblicati sul sito dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo.

La premiazione avverrà presso la sede dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.