P. D’Acunto, Temi platonici ed educazione estetica

dacuntoPietro D’Acunto, Temi platonici ed educazione estetica, Salerno, Edisud, 1993

a cura di Umberto Tenuta

 

L’ex Ispettore tecnico del Ministero della PI, Prof. Pietro D’Acunto, già collaboratore della Cattedra di Pedagogia dell’Università di Salerno ed autore, oltre che di vari saggi, del volume Espressione e comunicazione visiva, Morano Editore, Napoli, 1991, ha pubblicato anche un altro importante volume dal titolo: Pietro D’Acunto Temi platonici ed educazione estetica, Salerno, Edisud, 1993.

La digitalizzazione del volume da parte dell’UNIVERSITà DELLA VIRGINIA induce a riconsiderare l’opera, dopo l’ampia ed approfondita recensione che ne è stata fatta nel numero 4/1994 della RIVISTA DELL’ISTRUZIONE, Maggioli Editore, Rimini.

Come si legge nella Quarta di copertina del predetto volume, Pietro D’Acunto  <<tenta di esaminare il ruolo della dimensione estetica nella formazione dell’uomo, in un momento in cui le forme e i canali di comuni­cazione si sono ampliati e i messaggi provengono per molteplici vie. La parte storica serve ad illuminare taluni nodi centrali dell’estetica contemporanea, risa­lendo ed investigando nel pensiero antico e moderno, in primo luogo in quello di Platone. L’ampiezza dei temi esaminati si presta a feconde riflessioni sulla funzione for­mativa del bello e dell’arte>>.

Il valore scientifico dell’opera era stato riconosciuto anche dal Prof. Aniello Montano, il quale così scriveva all’Autore:

<<Gentilissimo Ispettore,

ho ricevuto il suo bel libro su Temi platonici ed educazione estetica. Desidero ringraziarla del dono e, soprattutto, desidero complimentarmi con Lei per la qualità del Suo lavoro. Sono rimasto letteralmente affascinato dalla eleganza con la quale è riuscito a dar conto di alcune estetiche antiche a partire da temi e problemi delle estetiche contemporanee e a meglio illuminare alcune spinose questioni relative a queste ultime e al ruolo da esse svolto nella educazione e formazione dell’uomo con ampi, precisi e calzanti riferimenti ad estetiche antiche e moderne. Un uso così naturale e sciolto di autori e testi antichi in un tessuto ricostruttivo e argomentativo tutto sotto il segno della modernità è chiaro indice di una sicura padronanza dei testi citati e della fruttuosa possibilità di un loro riutilizzo nel presente.

Nel Suo discorso, inoltre, si lascia molto apprezzare lo sforzo inteso a fornire una fondazione storica e teoretica a questioni, anche tecniche, della pedagogia contemporanea. Si nota con piacere che la pedagogia di ispirazione filosofica ha ancora buoni cultori e appassionati indagatori. Una pedagogia sganciata dai presupposti filosofici rischierebbe di ridursi ad una sorta di tecnicismo non so quanto produttivo per la formazione di uomini consapevoli e creativi.

Complimenti, dunque, per il Suo lavoro e per il modo in cui alimenta la Sua professionalità di Ispettore che si propone a Presidi e ad insegnanti quale guida intelligente e colta e non semplicemente come un tecnico, specialista nella lettura, nel commento e nella applicazione dei contenuti di leggi e circolari.

Ancora grazie per la gentilezza usatami e auguri di vero cuore.

Con la più viva cordialità del Suo Aniello Montano>>.

 

Pietro D’acunto, con questi due volumi e con gli altri saggi pubblicati, offre ai lettori preziose ed approfondite considerazione sulla educazione estetica, che si offrono quali validi contributi agli studiosi ed anche ai docenti di ogni ordine e grado di scuola.

Un commento su “P. D’Acunto, Temi platonici ed educazione estetica”