G. Schiavo, Dal Signor Maestro al Prof in crisi

schiavoGianluca Schiavo, DAL SIGNOR MAESTRO AL PROF IN CRISI
L’insegnante di scuola attraverso la letteratura italiana contemporanea

Com’è possibile che in quasi 150 anni di storia italiana, la “maestrina dalla penna rossa” – raccontata da De Amicis in Cuore – si sia trasformata in un’insegnante qualunque che sembra aver preso una laurea “con i punti Kinder”, come quella di cui parla Margherita Oggero in La collega tatuata?
La letteratura italiana è piena di storie che hanno come protagonisti insegnanti, ma il loro ruolo – tra le pagine dei romanzi e nella vita reale – ha subìto una grandissima trasformazione: il libro di Schiavo cerca di individuare le principali ragioni che hanno determinato, nel corso del tempo, una progressiva e inarrestabile decadenza dell’immagine del professore, nella percezione sociale e di conseguenza nelle opere letterarie che, della società, sono espressioni importanti.
Da Collodi a De Amicis, da Serao a Pirandello a Bontempelli, da Ada Negri a Giovanni Mosca, per poi passare a Vittorini, Papini, Bassani, Fenoglio, Pavese, Morante sino ad arrivare ai giorni nostri e quindi a Erri De Luca, Domenico Starnone, Giuseppe Pontiggia, Paola Mastrocola, Antonio Scurati, Marco Lodoli e la stessa Margherita Oggero.
Una carrellata di opere – molte delle quali scritte da chi professore è stato davvero – che ci racconta vizi e virtù di una professione che non è più quella di una volta, ma che, nonostante tutti i problemi, fa dire a chi la esercita: “Ne valeva la pena…”.

L’AUTORE – Gianluca Schiavo, classe ’72, dottore di ricerca in Letteratura comparata.

Un commento su “G. Schiavo, Dal Signor Maestro al Prof in crisi”