Detrazione libri di testo

NOTA DELL’ASSOCIAZIONE GENITORI SUL PIANO DEL GOVERNO

Detrazione libri di testo: Age, soddisfazione dopo anni di battaglie

Finalmente una misura che viene incontro alle famiglie e inverte una tendenza nella volontà di investire sull’istruzione nel nostro Paese. L’Associazione italiana genitori (Age Onlus) accoglie con soddisfazione l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del piano “Destinazione Italia”, in cui è contenuta, tra le altre misure, la detraibilità fiscale dei libri di testo. I genitori vedono in questa decisione un positivo coronamento di anni di battaglie in questa direzione.

Da tempo, infatti, le famiglie sono state chiamate, in concreto, a sostenere il dovere di bilanci pubblici rigorosi, e proprio per questo hanno sentito il dovere di richiamare l’attenzione sulla spesa del nostro Paese per l’istruzione. Da anni istituzioni autorevoli come Ocse e Bankitalia spiegano che l’aumento dell’istruzione comporta negli anni successivi un incremento medio del Pil.

Le spese in formazione, allora, sono una questione delle singole famiglie e dei singoli genitori, quasi una delle tante rivendicazioni particolari, oppure un investimento, e quindi una responsabilità del Paese intero? «Fra spese per il cane e spese per lo sport – chiede da tempo l’Age -, perché non introdurre nelle manovre la detraibilità dei libri di testo, in quanto investimento in cultura e futuro?». Forse finalmente la tendenza si sta invertendo.