DS e DSA

DS e DSA
Il Dirigente Scolastico e i Disturbi Specifici di Apprendimento
nella Scuola Secondaria di Secondo Grado

di Giovanni Soldini
(Dirigente Tecnico MIUR- USR Marche)

 

INDICE

Introduzione
Il Dirigente Scolastico
Il Referente d’Istituto
Rapporti con il territorio
Interventi abilitativi e riabilitativi
Lo screening per il rilevamento dei DS nella scuola secondaria superiore
La dislessia nella scuola secondaria di secondo grado
Prognosi del disturbo
La scuola media superiore di fronte a un dislessico
Certificazione e diagnosi alunni con DSA
La formazione
Le prove INVALSI
Le novità sugli Esami di Stato
Conclusioni
Bibliografia

 

Introduzione

In Italia è in corso un diffuso dibattito culturale e scientifico sui disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), stimolato ulteriormente dalla recente promulgazione della Legge n° 170 del 8 ottobre 2010 (Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico).

La rilevanza dell’argomento è dovuta alla prevalenza dei DSA (oscillante tra il 2,5 e il 3,5 % della popolazione in età evolutiva per la lingua italiana) e alle conseguenze che questi disturbi determinano a livello individuale, traducendosi spesso in un abbassamento del livello scolastico conseguito (con frequenti abbandoni nel corso della scuola secondaria di secondo grado) e una conseguente riduzione della realizzazione delle proprie potenzialità sociali e lavorative.

Si tratta di disturbi che coinvolgono trasversalmente i servizi sanitari specialistici e la scuola: entrambe queste istituzioni sono sollecitate a fornire risposte adeguate ai bisogni dei soggetti con DSA.

Il presente contributo insiste sulla fertile ed attuale ricerca intorno ai motivi ed alle urgenze di una diagnostica pedagogica [1], dal senso plurale e complesso, utilizzabile in ogni sede in cui si esercitano azioni educative, abilitative, riabilitative, ecc., interessa pertanto i pedagogisti come tutte le altre figure pedagogiche (insegnanti, educatori, terapisti, counselor, mediatori).

In questo lavoro ci soffermeremo in particolare ad analizzare il ruolo specifico del Dirigente Scolastico (DS) nei confronti delle problematiche relative ad alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), con particolare riferimento alla scuola secondaria di secondo grado.

 

[1] In proposito Crispiani P., Giaconi C., Diogene 2008. Manuale di diagnostica pedagogica, Junior, Bergamo 2008.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.