Nota 19 gennaio 2011, Prot. MIUR DGOS n. 370

print

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

DIREZIONE GENERALE PER GLI ORDINAMENTI SCOLASTICI E PER L’AUTONOMIA SCOLASTICA

UFFICIO II

Ai Direttori Generali

degli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Al Sovrintendente agli Studi per la Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Bolzano

Al Sovrintendente Scolastico

per la Provincia Autonoma di Trento

All’Intendente Scolastico per le scuole

delle località ladine di Bolzano

All’Intendente Scolastico

per la scuola in lingua tedesca

di Bolzano

Oggetto: V Certamen Europa Latina.

La rete “Europa Latina”, costituita tra i licei “Cesare Beccaria”, “Giovanni Berchet” e “Leone XIII” di Milano, “Arnaldo” di Brescia, “Simone Weil” di Treviglio, “Giovanni Battista Quadri” di Vicenza, “Gian Giorgio Trissino” di Valdagno, “Antonio Canova” di Treviso e “Jacopo Da Ponte” di Bassano del Grappa organizza il Certamen Europa Latina giunto alla sua V edizione, che si svolgerà presso l’Istituto Paritario “Leone XIII” di Milano.

Per l’edizione 2010/2011, è prevista la partecipazione anche di alunni di Scuole dell’Unione Europea.

La prova su un testo in latino appartenente alla produzione europea dell’età moderna consiste o nella traduzione e nel commento guidato linguistico e storico in lingua italiana o nella parafrasi e nel commento guidato linguistico e storico in lingua latina.

Per la prova di quest’anno sarà proposto il testo “Historia regum Britanniae” di Goffredo di Montmouth. L’obiettivo del Concorso è quello di gratificare gli studenti più meritevoli attraverso l’esperienza del “Certamen”, oltre avalorizzare il latino, come lingua della cultura dell’Europa dell’età moderna (dall’Umanesimo alla prima metà dell’Ottocento), anche in funzione della nuova definizione dell’elenco delle opere in latino che si studiano nei licei, ed infine mettere in evidenza i collegamenti tra la didattica del latino e quella delle altre materie dei curricoli liceali.

Per le modalità di partecipazione ed altre informazioni relative al Certamen, si fa specifico rinvio al Bando allegato

IL DIRIGENTE

Antonio LO BELLO

———————————

La rete “Europa Latina”, costituita tra i licei “Cesare Beccaria”, “Giovanni Berchet” e “Leone XIII” di Milano, “Arnaldo” di Brescia, “Simone Weil” di Treviglio, “Giovanni Battista Quadri” di Vicenza, “Gian Giorgio Trissino” di Valdagno, “Antonio Canova” di Treviso e “Jacopo Da Ponte” di Bassano del Grappa, organizza un certamen che di anno in anno si svolge presso uno degli istituti aderenti.

V CERTAMEN EUROPA LATINA

Bando

Scopi del concorso sono:

– gratificare gli studenti più meritevoli attraverso l’esperienza del certamen;

– valorizzare il latino come lingua della cultura dell’Europa dell’età moderna (dall’Umanesimo alla prima metà dell’Ottocento), anche in funzione della ridefinizione dell’elenco delle opere in latino che si studiano nei licei;

– sottolineare i collegamenti tra la didattica del latino e quella delle altre materie dei curricoli liceali.

La prova su un testo in latino appartenente alla produzione europea dell’età moderna consiste o nella traduzione e nel commento guidato linguistico e storico in lingua italiana o nella parafrasi e nel commento guidato linguistico e storico in lingua latina. Per l’edizione 2011 del concorso si è scelto di proporre il testo Historia regum Britanniae di Goffredo di Montmouth.

La partecipazione alla quinta edizione del certamen è riservata agli studenti italiani del secondo anno (V ginnasio) per i licei classici e del terzo anno per gli altri licei e, per la prima volta, viene aperta agli studenti dell’Unione Europea e della Confederazione Elvetica nati non prima del 1994 nei cui curricoli di studi sia compresa la lingua latina.

Ogni scuola potrà partecipare con un numero massimo di due studenti (elevato a tre per le scuole aderenti alla Rete). La partecipazione è a numero chiuso e non può superare i 65 (sessantacinque) concorrenti.

In caso di domande di partecipazione eccedenti, per gli studenti italiani si procederà alla selezione dei primi migliori aspiranti attraverso una graduatoria di merito basata sui risultati al termine del I quadrimestre del corrente anno scolastico: la media in latino scritto e orale e, a parità, la media complessiva dei voti di tutte le materie. Per gli studenti stranieri ci si baserà sul giudizio certificato dalla scuola di provenienza e, in caso di parità, sulla priorità della domanda.

La domanda di partecipazione (la cui compilazione è a cura delle scuole d’appartenenza degli aspiranti concorrenti) deve indicare le generalità dei singoli concorrenti, la classe e la sezione cui sono iscritti nell’anno scolastico in corso.

Mercoledì 27 aprile 2011 è il termine ultimo per far pervenire, a cura delle scuole (anche via fax o per posta elettronica), le domande di partecipazione redatte secondo il modello scaricabile dal sito www.leoneXIII.it o dal sito www.liceoarnaldo.it e la relativa documentazione alla segreteria del concorso, presso l’Istituto “Leone XIII”, via Leone XIII, 12 – 20145 Milano: segreteria scolastica Tel.: 02.4385021- Fax: 02.48009979 – E-mail:

segreteria@leonexiii.it

Domande e documentazioni incomplete o pervenute dopo i termini previsti dal Regolamento non verranno prese in considerazione.

L’edizione 2011 del concorso si terrà sabato 7 maggio 2011 presso l’istituto “Leone XIII” a Milano: la prova avrà la durata massima di quattro ore, con inizio alle ore 10.00 e termine ultimo alle ore 14.00.

I concorrenti, muniti di valido documento d’identità, si accrediteranno presso l’accettazione del concorso, nei locali dell’istituto “Leone XIII” dove si svolgerà la prova, dalle ore 09,00 alle 09,45 di sabato 7 maggio 2011.

Sono premiati gli autori dei due migliori elaborati di ognuno dei due tipi di prova, ad insindacabile giudizio della commissione del concorso, presieduta dal prof. Massimo Gioseffi, docente di Letteratura Latina presso l’Università degli Studi di Milano, e formata dai professori: Giuliana Boirivant, già docente presso il Liceo Classico “Omero” di Milano e già ricercatrice presso l’ANSAS – NTL (ex IRRE Lombardia), Gianni Giolo, già docente presso il Liceo Classico “Pigafetta” di Vicenza, Anna Postiglione, già docente presso il Liceo Scientifico “Paolo Lioy” di Vicenza, e Ignazio Roi, docente presso il Liceo Classico “Bartolomeo Zucchi” di Monza.

Il primo premio ammonta a 500 euro; il secondo a 300 euro.

La premiazione si svolgerà alle ore 11,00 di domenica 8 maggio 2011.

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria del concorso.

Brescia, 15 dicembre 2010

Il Coordinatore della Rete “Europa Latina”

Salvatore Lo Manto

Regolamento

1. È istituito, con cadenza annuale, il concorso di latino intitolato Europa Latina.

Scopi del concorso sono quelli di valorizzare:

a) gli studenti liceali più meritevoli attraverso l’esperienza del certamen;

b) il latino come lingua della cultura dell’Europa nell’età moderna, anche in

funzione della ridefinizione del canone scolastico delle opere latine da

studiare in originale;

c) i nessi interdisciplinari tra la didattica del latino e quella delle altre materie dei

curricoli liceali.

2. Il concorso è riservato agli studenti che frequentano il secondo anno del liceo classico (V ginnasio) e il terzo anno di altri licei e, per la prima volta, viene aperto agli studenti dell’Unione Europea e della Confederazione Elvetica nati non prima del 1994 nei cui curricoli di studi sia compresa la lingua latina.

3. Per la partecipazione al concorso si richiede agli studenti italiani un voto non inferiore all’otto in latino (scritto e orale) nella pagella dell’anno scolastico in corso; agli studenti dell’Unione Europea e della Confederazione Elvetica una dichiarazione della scuola frequentata che attesti il livello di conoscenza della lingua latina (buono, ottimo o eccellente).

4. Ogni scuola potrà partecipare con un numero massimo di due studenti (elevato a tre per le scuole aderenti alla Rete). Per l’edizione 2011 saranno accolte fino a 65 iscrizioni complessive, di cui fino a 27 riservate ad alunni delle scuole della rete; fino a 13 a studenti di scuole dell’U.E. e della Confederazione Elvetica.

5. Ogni anno, non possono partecipare al concorso gli studenti che, nei due anni scolastici precedenti (nell’anno scolastico precedente per gli alunni del liceo classico), abbiano avuto come insegnante un membro della commissione del concorso.

6. Le iscrizioni devono pervenire alla segreteria del concorso, presso l’Istituto “Leone XIII” di Milano, entro e non oltre il 27 aprile 2011. Alla domanda deve essere allegata copia della pagella dell’anno scolastico in corso per gli studenti italiani o l’attestato della scuola frequentata per gli studenti dell’Unione Europea e della Confederazione Elvetica. Agli studenti minorenni è richiesta l’autorizzazione scritta di un genitore o di chi ne fa le veci.

7. La commissione del concorso è formata da cinque membri: un dirigente scolastico o un docente universitario che la presiede e quattro membri, la maggioranza dei quali deve essere costituita da docenti che prestano o hanno prestato servizio di ruolo nei licei. La commissione sceglie al proprio interno il vicepresidente e il segretario. In occasione della correzione degli elaborati la commissione può articolarsi in sottocommissioni, ferma restando la imprescindibile collegialità delle valutazioni finali. Compiti esclusivi dei membri della commissione sono la scelta del testo su cui verte annualmente il concorso e la correzione degli elaborati. Almeno un membro della commissione sarà presente alla prova.

8. Ogni scuola può presentare ogni anno non più di due candidati. Le scuole aderenti alla rete “Europa latina” possono partecipare con tre candidati.

9. I concorrenti devono essere accompagnati da un insegnante.

10. Non possono essere membri della commissione insegnanti in servizio nei licei di provenienza dei concorrenti.

11. Il candidato potrà scegliere tra una delle seguenti prove:

a. tradurre in lingua italiana e commentare dal punto di vista morfo-sintattico-lessicale e storico un testo in latino appartenente alla produzione europea dell’Età moderna. Per accertare la correttezza e la precisione delle conoscenze linguistiche dei candidati viene richiesta una traduzione il più possibile aderente al testo. Scelte di resa del testo meno letterali devono essere giustificate in nota. Il commento verrà svolto in risposta alle domande formulate dalla commissione.

b. parafrasare e commentare in lingua latina dal punto di vista morfo-sintattico-lessicale e storico lo stesso testo. Anche in questa prova il commento verrà svolto in risposta alle domande formulate dalla commissione.

Di anno in anno, a cura della commissione del concorso, verrà indicato l’autore su cui verte la prova almeno quattro mesi prima della data del certamen.

12. Nell’anno 2011, la prova avrà luogo sabato 7 maggio. La durata massima della prova è fissata in quattro ore. È ammesso l’uso del vocabolario latino-italiano e del dizionario della lingua italiana, nonché del dizionario dei sinonimi della lingua italiana. E’ ammesso l’uso di lexica in latino.

13. La prova si terrà presso l’Istituto “Leone XIII” di Milano, in via Leone XIII, 12, dalle ore 10.00 alle ore 14.00.

14. I concorrenti, muniti di valido documento d’identità, si accrediteranno presso l’accettazione, nei locali dell’Istituto di destinazione dalle ore 09,00 alle 09,45.

15. Al fine di garantire l’imparzialità del giudizio, lo svolgimento della prova e delle successive operazioni di correzione sarà conforme alle regole previste per i pubblici concorsi.

16. È ammessa la possibilità di consumare una colazione al sacco durante la prova nei medesimi locali in cui essa si svolge.

17. È vietato ai concorrenti uscire dai locali di svolgimento della prova prima che dal suo inizio siano passate tre ore.

18. La vigilanza durante lo svolgimento del concorso è a cura della commissione, che può avvalersi all’uopo di membri aggiunti.

19. Sono premiati gli autori dei due migliori elaborati di ciascuno dei due tipi di prova, ad insindacabile giudizio della commissione.

20. Il primo premio ammonta a 500 euro; il secondo, a 300 euro.

21. La proclamazione e la premiazione dei vincitori si terrà a Milano domenica 8 maggio 2011 alle ore 11.

22. In caso di ex aequo, l’importo dei relativi premi viene diviso in parti uguali tra i co-vincitori. In caso di mancata assegnazione, la somma non attribuita va ad incrementare il montepremi dell’anno successivo, secondo criteri stabiliti dalla commissione.

23. A tutti i concorrenti viene rilasciato un attestato di partecipazione.

24. Tutte le eventuali spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti

(a richiesta l’istituto che ospita il certamen può agevolare la ricerca di sistemazioni

comode alla sede ed economiche, con la sola indicazione di indirizzi e tariffe).