La Scuola che non c’è e non ci sarà

LA SCUOLA CHE NON C’E’, E CHE NON CI SARA’

di Maurizio Tiriticco

Confesso di avere atteso con una certa ansia il Porta a Porta di stasera, Zingaretti vs Giannini, ma… una grossa delusione!

Scommetto che qualunque spettatore generico avrà cambiato canale dopo le prime battute!

Io ho resistito, ma… nulla di nuovo sul fronte della scuola… un ministro che sa solo sorridere e che non dice nulla, un DS di appoggio che al nulla aggiunge altro nulla, e i due oppositori che avrebbero dovuto fare a fettine i due Buonisti e che invece… si sono dispersi nel mare magnum delle cose più vaghe e scarsamente informative per il pubblico generico di Bruno Vespa.

E un Vespa che vede nel Sessantotto lo spartiacque tra la scuola Buona di ieri e quella Cattiva di oggi, preoccupato soltanto di saltellare qua e là da una slide a un’altra, da un argomento a un altro senza portare a termine nulla e fare il gioco del padrone, o meglio della padrona, a sua volta preoccupata soltanto di elargire sorrisi e concludere il nulla nel minor tempo possibile!

Siamo proprio messi male!

Io lo so il perché: perché la Buona scuola e il decreto che ne è seguito sono soltanto un Buon pasticcio.

Io non parlo e non scrivo a vanvera!

Le mie indicazioni le ho date: non so se sono Buone, ma sono molto sensate.

Basta cliccare su Tiriticcheide, in www.edscuola.it.

Non propongo aggiustamenti Buonisti che non servono a nulla, ma un riordino complessivo, che veramente ci porti in Europa e non ci costringa a guardare sempre l’immarcescibile ombelico gentiliano!

A questo punto, l’unica cosa da salvare di questo DL buonista sarebbe solo l’assunzione dei precari.

Lo facessero e la piantassero con “cose” che non sono capaci di fare.

Basterebbe un DL di un articolo solo.

Sanato il bubbone dolente, riapriamo il discorso su come avviare veramente e seriamente un riordino vero del nostro SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE che a tutt’oggi sistema non è affatto.

Ah! Dimenticavo!

E la piantassero per almeno qualche anno con le prove Invalsi, con i Rav e prodotti similari!

Non si infierisce sui malati!