Verbale Riunione 28 maggio 2015

Città di Pomezia
PROVINCIA DI ROMA
SETTORE III SERVIZI ALLA PERSONA

Alla Cortese Attenzione
Comitato Dimensione Disabili
Movimento Disabili
Ass. “Pomezia Autismo”
Ass. Naz. Inv. Civili
Lega Consumatori
Ass. “SpOli e Mie”
Ass. “Pallavolo Pomezia”
Ass. “Futuro”
Ass. “la Cicale e la Formica”
Istituto Comp. “Orazio”
Istituto Comp. Via Matteotti
Istituto Comp. “Enea”
Istituto Comp. “Pestalozzi
Ass. “Insieme oggi per il Futuro”
Sig.ra Castellucci Fiorella
Sig. Brontesi Claudio
Istituto Comprensivo S. Procula

Oggetto: Invio verbale – Riunione della Consulta per il Superamento dell’Handicap

Per opportuna conoscenza, si trasmette il verbale della prima riunione della Consulta per il Superamento dell’Handicap, svoltasi in data 28 maggio 2015 alle ore 16.00 presso il Polo Universitario “Selva dei Pini”.


VERBALE

( Riunione del 28/05/2015 ore 16.00)

 

CONSULTA PER IL SUPERAMENTO DELL’HANDICAP

 

 

 

SINDACO    – presenta i suoi saluti alle associazioni ed esprime la volontà   dell’Amministrazione a procedere nel percorso che si sta definendo con la costituzione della Consulta per il superamento dell’handicap.

A dimostrazione dell’impegno dell’Amministrazione, sono stati messi a disposizione dei fondi per la realizzazione di progetti e interventi relativi il sociale .

 

VICE SINDACO – Con la costituzione della Consulta per il Superamento dell’Handicap vogliamo nei fatti, concretizzare tutto ciò che si fa o lo si farà da adesso in poi insieme a voi.

Abbiamo desiderato che nascesse la Consulta e per questo ci aspettiamo una Consulta propositiva, in quanto le persone oggi presenti hanno grandi conoscenze e competenze.

Vogliamo avvalerci della competenza di tutti Voi in quanto è ferma volontà dell’Amministrazione, che sin da ora si creino iniziative nel campo dell’handicap.

A riprova dell’impegno di questa Amministrazione posso confermare che nel bilancio comunale sono stati messi dei capitoli di spesa sui quali far convergere la realizzazione di progetti e iniziative.

Due capitoli di spesa : nell’assistenza domiciliare e nel sostegno alle famiglie dei disabili.

Dopo diversi anni riusciamo a movimentare delle cifre.

C’è una grande aspettativa da parte Vostra, sono consapevole che l’Amministrazione non può riuscire a fare tutto, ma la collaborazione ci porterà a stabilire delle priorità per offrire a tutti i cittadini una qualità di vita migliore.

 

DE MARCO – cosa intende in merito alle questioni che abbiamo trattato?

Noi stiamo vivendo una situazione difficile dopo l’incendio del nostro appartamento e la morte di nostra figlia.

Abbiamo chiesto un aiuto economico perché stiamo pagando un affitto. Ci è stato chiesto di presentare l’ISEE, ma che c’entra con la nostra situazione ?

Ci sentiamo totalmente abbandonati dalle istituzioni.

 

SINDACO – mi dispiace della Vostra situazione, assicuro il nostro interessamento, ma i lavori della Consulta devono servire a gettare le basi per poter affrontare tutte le situazioni.

Abbiamo messo nel bilancio delle somme per il disagio abitativo.

 

VICE SINDACO –Vorrei portare l’attenzione sul lavoro che quotidianamente svolge l’ufficio dei servizi sociali e i numerosi interventi sui quali opera.

Numerose persone si trovano in difficoltà abitativa ed economica ed è importante, affinché gli interventi posti in essere siano equi, avere anche la situazione economica e reddituale delle persone. L’ISEE è uno strumento importante per il nostro lavoro.

 

DE MARCO – Spesso l’ISEE non coincide con la situazione che vivono le persone e con le difficoltà che si trovano ad affrontare.

 

DIRIGENTE– Capisco la drammaticità della situazione, il nostro è un ufficio dove si fanno numerosi interventi sulla base di una documentazione dove l’ISEE è una parte fondamentale. Questo incontro è l’inizio di un percorso da fare insieme. Noi oggi dobbiamo costituire la Consulta, con le proposte che devono venire da Voi.

Per l’esigenza abitativa abbiamo 1500 persone in attesa di avere un alloggio. E’ importante questo incontro perché da questa partecipazione, noi siamo speranzosi si possa concretizzare una collaborazione.

Tra i molti problemi che abbiamo c’è l’emergenza abitativa e non è facile risolvere il problema di tutti.

Facciamo un passo avanti.

 

VANNINI (Comitato Dimensione Disabili) – Mi interessa sapere che fondo è stato istituito per i disabili?

SINDACO – abbiamo messo in bilancio 300.000 euro. Per progetti ed interventi nel sociale.

 

BASSANI (Comitato Dimensione Disabili) – Volevo fare delle proposte- Innanzitutto assistenza domiciliare per tutti i disabili di Pomezia; minimo due ore a tutti. Un Centro Diurno per disabili gravi, che a Pomezia non c’è. Un trasporto disabili e maggiore apertura del servizio sociale, perché due giorni a settimana non è sufficiente. Poi l’ISEE; chiedo se è possibile aumentare la fascia reddituale ed erogare assistenza domiciliare in base al grado di disabilità dell’utente.

Ci sono molti disabili soli, che a causa delle fasce di contribuzione sono stati costretti a sospendere l’assistenza perché avrebbero pagato tanto.

 

BORZETTI (ass. Futuro) – Rappresento l’Associazione Futuro che opera da diversi anni.

Volevo fare domande all’Amministrazione. Volevo passare alla fase organizzativa per dividere le necessità del territorio, anche perché serve a quantificare le somme da mettere nei piani di zona. Credo che in questa fase sia importante ascoltare le intenzioni dell’Amministrazione. Il prossimo anno saranno abolite le province e saranno problemi, perché per l’assistenza scolastica non ci saranno soldi e le spese dovranno essere sostenute dai comuni. Prima delle richieste personali, dobbiamo passare alla fase organizzativa ed io resto a disposizione dell’Amministrazione.

 

ASSO HANDICAP – I soldi stanziati , come avete detto 300.000 euro, possono essere utilizzati per progetti che favoriscano l’integrazione dei ragazzi attraverso un impegno anche lavorativo. In questo modo si ridurrebbe la spesa per l’assistenza domiciliare di cui i ragazzi, impegnati in borse lavoro o quant’altro, non ne avrebbero bisogno e avrebbero pertanto, delle opportunità per uscire di casa e integrarsi nella società.

 

 

VICE SINDACO – Espone gli obiettivi e le finalità della Consulta per il superamento dell’handicap

 

SINDACO       –     Sono soddisfatto degli interventi che ci sono stati. La Consulta deve avere un’azione propositiva. Assicuro la presenza e l’impegno dell’Amministrazione e auguro un proficuo lavoro.

 

CASTELLUCCI – Intendo fare una domanda al Sindaco. Abbiamo saputo che la farmacia della ASL si sta spostando ad Ariccia. Abbiamo molti disabili gravi che necessitano di prendere dei farmaci dalla farmacia. Cosa pensa di fare?

 

SINDACO – La ASL sta lavorando ad un piano di ripartizione delle sedi, ma al momento non c’è certezza. Noi interverremo come abbiamo fatto prima e seguiteremo a fare. Posso formalmente esprimere il dissenso della città. Pomezia dal punto di vista sanitario non vuole perdere nulla.

 

PAOLINI (Pomezia Autismo) – Le ASL dovrebbero avvisare il primo cittadino se tolgono un servizio. Lei dovrebbe saperlo.

 

SINDACO – Al momento non c’è certezza.

 

BACHER (Comitato Dimensione Disabili) – Intende fare un passo indietro per i bollettini del 2012?

 

SINDACO – Vorrei che percepiste la nostra sensibilità nei confronti dei disabili. Abbiamo previsto delle agevolazioni per i tributi.

Mi dispiace, ma devo lasciarvi e delego il Dirigente del servizio sociale per il proseguo dei lavori.

 

DIRIGENTE – Presenta i componenti del tavolo e i tecnici del servizio che presenziano alla riunione e comunica che l’ufficio a breve verrà trasferito presso altra sede.

 

 

VICE SINDACO – Il trasferimento degli uffici rientra nell’ottica del risparmio. Abbiamo deciso di trasferire gli uffici per ridurre le spese. Le politiche sociali verranno ospitate nell’edificio anagrafe, per non creare troppa difficoltà agli utenti che si troverebbero sempre nella stessa zona.

 

DIRIGENTE – Procede alla lettura dei nominativi che si sono candidati a rappresentare la Consulta:

 

Loddo Enrica –   Ass.Nazionale Invalidi Civili

Ferlazzo Debora – Lega Consumatori

Morsillo Tiziana – Sport e Arte

Corneli Francesca – Pallavolo Pomezia

Borzetti Rolando – Ass. Futuro

Giovannelli Alba, Paolini Dario e Mario – Pomezia Autismo

Palamidesse Chiara – Asso Handicap

Nuccitelli Roberta – Sorriso per Tutti

Montino Maria Gelsomina – Ist. Comprensivo”Pestalozzi”

Bassani Francesca – Dimensione disabili

Cangini Paola – Insieme oggi per il futuro

Ciarmoli Carmela – Ist. Comprensivo “Orazio”

Legumi Cretella, Nancy Claudia – Ist. Comprensivo “Enea”

Conte Mario – Circolo didattico

Peri Valentina – “La cicala e la formica onlus”

Valentini Roberta – Ist. Comp. “Santa Propola”

 

DIRIGENTE – Per quanto riguarda la prossima convocazione della Consulta vi comunicheremo una data, stabilendo già da oggi l’ordine del giorno:

-costituzione gruppo di coordinamento;

-costituzione gruppi di lavoro e di riferimento;

-individuazione di fondi da stanziare secondo i progetti.

 

BORZETTI (ass.Futuro) – E’ necessario fare riferimento alle leggi esistenti per avere dei fondi, poiché i soldi del Comune sono insufficienti.

 

BASSANI (Comitato Dimensione Disabili) – Ricordiamoci che c’è il fondo per la non autosufficienza di 400.000 euro.

 

CANGINI (ass. Insieme Oggi per il Futuro) – Voglio invitare tutti allo spettacolo organizzato dal DSM per finanziare un progetto di Ippoterapia, che si svolgerà sabato prossimo