Performance individuale in rapporto al POF

Performance individuale in rapporto al POF

di Gerardo Marchitelli

 

PREMESSA

Mi rendo conto che parlare di valutazione della performance dei docenti significa trovarsi di fronte a mille variabili “immateriali”, didattiche ed educative, difficilmente misurabili, visto anche, il rapporto di questi, con il contesto socioculturale degli alunni, ricco di infiniti battiti di vita.

Quindi ho escluso dal mio lavoro, la valutazione di ogni variabile inerente capacità, quali: la trasmissione della cultura; l’elaborazione dei saperi, l’impulso alla partecipazione e la misura della formazione umana e critica raggiunta dagli alunni.

Per cui il merito, abbraccia e identifica campi più reali, ossia i servizi resi alla collettività: alunni-scuola-territorio. Dati oggettivi, facilmente misurabili.

La misura è data dall’agire diretto alla produzione di un servizio che rimane autonomo rispetto al docente che l’ha prodotto ed estraneo al beneficiario- alunno che ne usufruisce.

Pertanto i criteri sono stati articolati e sviluppati all’interno dell’efficienza del sistema scuola e quindi dell’efficienza dei servizi resi.

Questo lavoro, oltre a rappresentare un timido percorso di valutazione, è un umile esempio di uguaglianza delle opportunità e un semplice elenco di criteri volti a riconoscere e a motivare una giustizia distributiva del bonus destinato a valorizzare il merito del personale docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

 

 

1.PRINCIPI GENERALI

1.1 La misurazione e la valutazione della performance del personale sono volte al miglioramento della qualità dei servizi offerti dalla SCUOLA, nonché alla crescita delle competenze professionali attraverso la valorizzazione del merito e l’erogazione del bonus in un quadro di pari opportunità di diritti e doveri e di trasparenza dei risultati e delle risorse impiegate per il loro perseguimento, nel rispetto della libertà di insegnamento e di ricerca riconosciuta dall’articolo 33 della Costituzione e della libertà professionale prevista dall’articolo 15 della Carta di Nizza, come recepita dal Trattato di Lisbona.

1.2 La scuola adotta metodi e strumenti idonei a misurare, valutare e premiare la performance del personale, secondo criteri strettamente connessi al soddisfacimento dell’interesse dei destinatari dell’attività (ALUNNI) e dei servizi (FAMIGLIA-ALUNNI).

 

2.CRITERI

2.1 Attività funzionali all’insegnamento individuali e collegiali oggetto di valutazione in rapporto al POF:

  1. rapporti individuali interni e on line con le famiglie;
  2. incarichi all’interno del pof: corsi di recupero – funzioni strumentali – collaborazione con il Ds;
  3. disponibilità incarichi all’interno dei PON;
  4. pubblicità interna e on line degli atti relativi alla valutazione.

2.2 Le attività individuali e collegiali oggetto di valutazione in rapporto al POF:

  1. materiali di studio online, tutoraggio e Help didattico.

2.3 Le attività collegiali e attività di aggiornamento e di formazione in servizio

  1. Partecipazione commissioni – formazione in servizio sui saperi disciplinari e sulle tecnologie multimediali

 

3.PERFORMANCE INDIVIDUALE IN RAPPORTO AL POF

3.1 Definizione e assegnazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei valori attesi di risultato e dei rispettivi indicatori:

a) rilevanti e pertinenti rispetto ai bisogni della collettivita’, alla missione istituzionale, alle priorita’ politiche ed alle strategie dell’amministrazione;

b) specifici e misurabili in termini concreti e chiari;

c) tali da determinare un significativo miglioramento della qualita’ dei servizi erogati;

d) riferibili ad un arco temporale determinato, corrispondente ad un anno.

 

 

4.OBIETTIVI OPERATIVI- ELEMENTI DI VALUTAZIONE:

PERFORMANCE INDIVIDUALE IN RAPPORTO AL POF

5.SISTEMA MISURAZIONE

5.1 La Commissione non procederà alla valutazione dei docenti:

  • con sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da 11 giorni fino ad un massimo di 6 mesi;
  • con sanzione disciplinare del licenziamento con preavviso.

5.2 Ad ogni valore “buono” saranno assegnati due punti e il bonus di un punto se lo sfondo è di color rosso.

Ad ogni valore “buono” saranno assegnati tre punti più il bonus di altri 5 punti se lo sfondo è di colore blu.

Al valore “assente” non saranno assegnati punti.

Un commento su “Performance individuale in rapporto al POF”