Grandi siano tutti

GRANDI SIANO TUTTI di Umberto Tenuta

CANTO 567 È cosa buona e giusta che ogni figlio di donna aspiri alla grandezza

 

Élan vital.

Slancio vitale.

La vita che si afferma.

Nascere, alimentarsi, crescere.

Dal seme il germoglio, il virgulto,

La tenerella pianta.

L’albero.

Con le sue radici, in lungo e in largo, si sprofonda nella terra, a bere i suoi alimenti.

Con le sue folte chiome si protende, sempre più in alto, verso il sole.

Spande, in largo, i suoi rami, a raccogliere nel suo ombrello la luce che metabolizza le sostanze della sua crescita.

Il saggio agricoltore lo asseconda con amorevole cura.

L’albero, gli alberi, ciascuno diverso dall’altro, con le loro singolari identità.

Il simile fa il pastore.

Ogni capo del suo gregge ha il massimo delle sue cure.

Chiamato dall’amore della vita, nasce il figlio di donna.

Bello nasce e più bello diventa.

Con le materne cure.

Ogni scarafone è bello a mamma sua.

Bello è per la mamma, e bello desidera essere per tutti.

Non calpestate il fiore del prato!

Lasciatelo fiorire in tutto il suo splendore.

A scuola il bimbo va per esplodere in tutto il suo fulgore.

Nutritelo di cultura.

Nutritelo con amore.

Non soffocate le sue gemme!

Da essi verranno rami e fiori.

Non soffocate la tenera pianticella.

Non reprimete la sua voglia di crescere.

Tra le mille piante del bosco ogni novello virgulto è una sorpresa di rami, di foglie, di fiori.

Forme e colori e dimensioni irripetibili.

Come le amorose mamme, alimentateli, incoraggiateli, stimolateli, i virgulti, perché il bosco sia una meraviglia di alberi frondosi.

Non consentite che una sola pianta si pieghi, si spezzi, si rattrappisca.

Accorti agricoltori, fate in modo che ogni albero esploda nella straordinaria, smisurata, irripetibile ricchezza delle sue forme, dei suoi colori, dei suoi fiori, dei suoi frutti!

O materna scuola che i giovani accogli nel tuo froebeliano giardino, offri ad ogni tuo virgulto gli alimenti e le cure perché ciascuno possa crescere, espandersi, affermarsi in tutto il suo splendore.

Non una sola stella.

Ma mille stelle sorgeranno ogni mattina nel cielo azzurro della vita.

Di uomini eccelsi, tutti diversi, tutti di mille doti portatori è fertile terra la nostra beneamata scuola.

 

Tutti i miei canti – ed altro- sono pubblicati in:

www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in:

www.rivistadidattica.com

E a chi volesse approfondire una qualsiasi tematica basta che ricerchi su INTERNET:

“Umberto Tenuta” “voce da cercare”

 

Tutti i miei canti –ed altro- sono pubblicati in:

www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in:

www.rivistadidattica.com0

E a chi volesse approfondire una qualsiasi tematica basta che ricerchi su INTERNET:

“Umberto Tenuta” “voce da cercare”

Lascia un commento