Piccoli ricercatori crescono

RICERCATORI CRESCONO di Umberto Tenuta

CANTO 571 PICCOLI RICERCATORI CRESCONO

Nascono e crescono.

 

Gratta ed esplora il bimbo nel grembo materno.

Ti guarda in faccia e tocca il neonato.

Gli occhietti, le manine ed i piedini esplorano i mondi vicini.

Oh la bocca!

Succhia ed esplora.

C’è tutto un mondo da esplorare.

Dal volto della mamma al volto del mondo.

La grande avventura è cominciata, è cominciata là, nel caldo lago.

Ora gli orizzonti si slargano.

Il carillon, le nocche colorate, la luce che entra dalla finestra.

La stanza è il suo mondo.

Un nuovo mondo tutto da scoprire.

Cristoforo, cocco della mamma tua.

Odori, sapori, luci, suoni, colori, forme…

Tutto da scoprire.

Scoprire i gesti, i suoni, le parole della mamma.

Ne va della sua fame.

Scopre che ai suoi fonemi la mammina cara gli offre i suoi capezzoli.

Sì, quei due cosini così carini che riempiono il suo pancino.

Scopre che basta muovere la sua manina ed il carillon fa din don.

Il mondo è pronto ad obbedire ai suoi bisogni, basta ch’egli dica la parola giusta.

MAAA…, mamma vieni qua.

PIII…, ho fatto la pipì.

AAAPPP…, voglio la pappa.

NAAAA…, cantami la ninna nanna.

A due anni il bimbo ha scoperto le PAROLE.

I NOMI ed i VERBI.

Intanto, ha scoperto che uso fare dei suoi piedini.

UNO VANTI E L’ALTRO DIETRO, son da te, cara mammina.

Ora incontro al mondo va.

Esplora di qua e di là.

La sua stanza, la porta, il corridoio, la cucina, la poltrona del salotto… eccoli qua.

Tutta la sua casa egli conosce.

Ora là c’è un mondo tutto da esplorare.

Cade la neve e la manina vi affonda.

  • Papà, scotta!
  • Ma no, Bimba mia, gela. La neve gela le tenere manine tue.
  • Papà, ho capito, il fuoco scotta, la neve gela!
  • GELA, vuol dire FREDDO FREDDO!

Oh, Maestra cara, vedi, non basta dire che la neve gela le manine.

Occorre che i bimbi SPERIMENTINO!

Occorre che i bimbi FACCIANO

Occorre che i bambini utilizzino le mani, i piedi, il naso, la lingua, le orecchie, gli occhi…

Le PAROLE non bastano.

Occorrono le azioni concrete.

Il mondo si scopre PRIMA con le mani e con i piedi.

POI, solo poi, che con gli occhi e le orecchie!

La BUONASCUOLA è buona solo se in essa gli studenti ripercorrano il cammino delle scoperte che gli uomini hanno fatto nel corso dei millenni.

A tal fine, forse è opportuno che i docenti ripercorrano il cammino che gli uomini hanno fatto per scoprire:

  1. la RUOTA: forse vedendo rotolare i tronchi di albero, gli uomini hanno inventato la ruota;
  2. il SALE: forse il primo uomo che bevve l’acqua del mare la trovò piacevole e…
  3. la BARCA: forse il primo uomo che si pose a cavalcioni su un tronco di albero galleggiante sull’acqua di un lago inventò la barca. E forse i primi remi furono i suoi piedi!

Forse…

Forse sarebbe utile che i miei amici, Maestri o Professori che dir si vogliano, si impegnino a ricercare come, nel corso dei millenni, l’uomo scoprì:

  • -Il cappello
  • -Le scarpe
  • -Le tegole
  • -I numeri
  • -La poesia
  • -La grammatica
  • -L’astronomia

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.