Maestre amate

MAESTRE AMATE di Umberto Tenuta

CANTO 592 Amate siete in tutto ciò che amate.

Le vostre passioni contagiate.

«Se il nostro pensiero e le nostre parole debbono muovere l’attività del discepolo, bisogna che qualcosa di vivo che è in noi passi nello spirito di lui come scintilla di fuoco ad accendere altro fuoco» (ENRIQUES)

 

Il docente non insegna.

Non imprime i suoi saperi nella mente dei suoi studenti.

Un maestro contagia i suoi amori.

La sua amata Matematica viene amata dai suoi studenti.

La sua amata Storia viene amata dai suoi studenti.

La sua amata Musica viene amata dai suoi studenti.

La sua amata Biologia viene amata dai suoi studenti.

La sua amata Grammatica viene amata dai suoi studenti.

Tutto ciò che egli ama passa nel cuore dei suoi studenti.

<<Come scintilla di fuoco ad accendere altro fuoco>>.

Docenti, non affannatevi a sminuzzare le vostre discipline!

Docenti, non affannatevi a spiegare l’INFINITO.

Recitatelo con tutta la passione del vostro cuore!

Docenti, non affannatevi a spiegare le NOTE del PENTAGRAMMA, suonatele sul Flauto dolce!

Docenti, non affannatevi a spiegare la Botanica.

Amate ogni filo d’erba!

Docenti, non affannatevi a spiegare la Geografia.

Contagiate il vostro stupore per il sole che sorge ogni mattino dalla rosea catena dei monti!

Docenti, non affannatevi a compilare cronologie.

Contagiate il vostro stupore dinanzi ad ogni vestigia degli antichi patri!

Docenti, non affannatevi ad insegnare le arti.

Siate degli artisti!

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

 

 

Un commento su “Maestre amate”