Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 dicembre 2015

Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 24 dicembre 2015

Autorizzazione al Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, ad avviare le procedure di reclutamento a tempo indeterminato, per il triennio scolastico 2016/2018, di 63.712 docenti. (16A01017)

(GU Serie Generale n.35 del 12-2-2016)

 

                            IL PRESIDENTE 
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 
 
  Visto il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297,  e  successive
modificazioni ed integrazioni, recante approvazione del  testo  unico
delle disposizioni legislative  vigenti  in  materia  di  istruzione,
relative alle scuole di ogni ordine e grado; 
  Vista la legge 3 maggio 1999, n. 124, recante disposizioni  urgenti
in materia di personale scolastico; 
  Visto il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n.  128,  recante  misure
urgenti in materia di istruzione, universita' e ricerca; 
  Vista la legge 13 luglio 2015,  n.  107,  recante  la  riforma  del
sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino
delle disposizioni legislative vigenti; 
  Visti,  in  particolare,  gli  articoli  399  e  400  del   decreto
legislativo n. 297 del 1994, relativi rispettivamente all'accesso  ai
ruoli del personale docente e ai concorsi per titoli ed esami; 
  Visto il comma 114 dell'art. 1 della legge  n.  107  del  2015,  il
quale prevede che il Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e
della ricerca, ferma restando la procedura autorizzatoria,  bandisce,
entro il 1° dicembre 2015,  un  concorso  per  titoli  ed  esami  per
l'assunzione a  tempo  indeterminato  di  personale  docente  per  le
istituzioni scolastiche ed educative statali ai sensi  dell'art.  400
del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, per la copertura, nei
limiti delle  risorse  finanziarie  disponibili,  di  tutti  i  posti
vacanti e disponibili nell'organico  dell'autonomia,  nonche'  per  i
posti che si rendano tali nel triennio; 
  Visto il comma 95 dell'art. 1 della legge n. 107 del 2015,  con  il
quale il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della  ricerca
e' stato autorizzato, per l'anno scolastico 2015/2016, ad attuare  un
piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato di  personale
docente per le istituzioni  scolastiche  statali  di  ogni  ordine  e
grado, per la copertura  di  tutti  i  posti  comuni  e  di  sostegno
dell'organico di diritto, rimasti  vacanti  e  disponibili  all'esito
delle Operazioni di immissione in ruolo effettuate  per  il  medesimo
anno scolastico ai sensi dell'art. 399  del  decreto  legislativo  16
aprile 1994, n. 297; 
  Vista la legge 24 dicembre 2007, n. 244, recante  disposizioni  per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello  Stato  (legge
finanziaria 2008) e,  in  particolare,  l'art.  2,  comma  414,  come
modificato dall'art. 15, comma 2, del sopra richiamato  decreto-legge
n. 104 del 2013, il quale stabilisce che  la  dotazione  organica  di
diritto relativa ai docenti di sostegno e' rideterminata, a decorrere
dall'anno scolastico 2015/2016, in misura pari al 100 per  cento  del
numero dei posti  di  sostegno  complessivamente  attivati  nell'anno
scolastico 2006/2007, fermo  restando  il  regime  autorizzatorio  in
materia di assunzioni previsto dall'art. 39, comma 3-bis, della legge
27 dicembre 1997, n. 449; 
  Visto l'art. 1, comma 75, della legge n. 107 del 2015, in  base  al
quale l'organico dei posti di  sostegno  e'  determinato  nel  limite
previsto dal sopra richiamato articolo 2, comma 414, secondo periodo,
della legge n. 244  del  2007,  e  dall'art.  15,  comma  2-bis,  del
decreto-legge n. 104 del 2013,  ferma  restando  la  possibilita'  di
istituire posti in deroga ai sensi dell'art. 35, comma 7, della legge
27 dicembre 2002, n, 289, e dell'art. 1, comma 605, lettera b), della
legge 27 dicembre 2006, n. 296; 
  Visto l'art. 39, commi 3 e 3-bis, della legge 27 dicembre 1997,  n.
449, recante misure per la stabilizzazione  della  finanza  pubblica,
che disciplina le procedure di  autorizzazione  ad  assumere  per  le
amministrazioni dello Stato; 
  Visto l'art. 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.
165, il quale stabilisce che le determinazioni relative all'avvio  di
procedure di reclutamento sono adottate da ciascuna amministrazione o
ente sulla base della  programmazione  triennale  del  fabbisogno  di
personale deliberata ai sensi dell'art. 39 della  legge  n.  449  del
1997 e che con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri,  di
concerto  con  il  Ministro  dell'econonna  e  delle  finanze,   sono
autorizzati  l'avvio  delle  procedure  concorsuali  e  le   relative
assunzioni del personale delle amministrazioni dello Stato, anche  ad
ordinamento  autonomo,  delle  agenzie  e  degli  enti  pubblici  non
economici; 
  Vista la nota della Direzione generale per il personale  scolastico
firmata  dal  Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e   della
ricerca, n. AOOUFGAB.31764 del 3 novembre 2015, con la quale e' stata
chiesta l'autorizzazione ad avviare procedure concorsuali per  titoli
ed esami per il triennio 2016/2018 per n. 63.712  posti  di  docenti,
dei quali n. 52.828 posti comuni, n. 5.766 posti  di  sostegno  e  n.
5.118 posti di potenziamento, a copertura di tutti i posti vacanti  e
disponibili a seguito delle  cessazioni  dal  servizio  previste  nel
sopra  indicato  triennio,  nonche'  di  tutti  i  posti  vacanti   e
disponibili residuati a seguito delle operazioni previste  dal  piano
straordinario di cui al citato comma 95 dell'art. 1 della  legge  107
del 2015; 
  Preso atto che, a seguito del piano di  assunzioni'  straordinario,
le graduatorie ad esaurimento di  alcune  classi  di  concorso  nella
scuola secondaria di primo  e  secondo  grado  risultano  esaurite  a
livello nazionale o presentano un numero  di  iscritti  tale  da  non
consentire la copertura dei posti disponibili mediante utilizzo delle
suddette graduatorie ad esaurimento nella  misura  del  50%  prevista
dall'art. 399 del decreto legislativo n. 297 del 1994; 
  Ritenuto di poter autorizzare l'avvio delle suddette  procedure  di
reclutamento    in    favore    del    Ministero     dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca, ai sensi dell'art. 35, comma 4, del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; 
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in  data
23 aprile 2014 che dispone la delega di funzioni al Ministro  per  la
semplificazione e la pubblica amministrazione  On.le  dott.ssa  Maria
Anna Madia; 
  Di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze; 
 
                              Decreta: 
 
  1. Il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e  della  ricerca
e'  autorizzato,  ai  sensi  dell'art.  35,  comma  4,  del   decreto
legislativo 30 marzo 2001,  n,  165,  ad  avviare,  per  il  triennio
scolastico 2016/2018, procedure concorsuali per il reclutamento,  nei
limiti delle risorse finanziarie disponibili, di n.  63.712  docenti,
di cui n. 52.828 docenti comuni, n. 5.766 docenti di  sostegno  e  n.
5.118 posti di potenziamento. 
  2. Ai fini delle assunzioni del personale di cui al comma 1 restano
ferme le procedure di autorizzazione previste dall'art. 39, commi 3 e
3-bis, della legge 27 dicembre 1997, n. 449,  nell'ambito  dei  posti
effettivamente vacanti e disponibili. 
  Il presente decreto, previa registrazione da parte della Corte  dei
conti, sara' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
italiana. 
    Roma, 24 dicembre 2015 
 
                                            p. Il Presidente          
                                       del Consiglio dei ministri     
                                   Il Ministro per la semplificazione 
                                      e la pubblica amministrazione   
                                                   Madia              
 
 
Il Ministro dell'economia 
     e delle finanze 
          Padoan 

Registrato alla Corte dei conti il 26 gennaio 2016 
Ufficio controllo atti P.C.M. Ministeri giustizia  e  affari  esteri,
reg.ne prev. n. 214 

4 commenti su “Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 dicembre 2015”