Al via l’indagine comparativa sulla conoscenza dell’inglese in terza superiore

da Il Sole 24 Ore

Al via l’indagine comparativa sulla conoscenza dell’inglese in terza superiore

Al via l’indagine comparativa sulla conoscenza dell’inglese tra gli studenti di terza superiore. A prevederlo è un invito messo a punto dalla Direzione generale Ordinamenti scolastici del Miur insieme a EF Education s.r.l.in esecuzione di un protocollo d’intesa sottoscritto il 3 luglio scorso. Le candidature andranno presentate entro il 21 gennaio 2016.

L’obiettivo
È quello di effettuare un’indagine comparativa sul livello di competenza della lingua inglese degli studenti delle scuole secondarie di II grado. Potranno partecipare tre regioni del Nord (Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna), tre del Centro (Toscana, Lazio e Marche) e quattro del Sud (Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia). Il monitoraggio si svolgerà dal 25 gennaio al 31 marzo 2016. La partecipazione delle scuole è volontaria e gratuita e riguarda gli studenti che frequentino il 3° anno di scuole secondarie di secondo grado e che non abbiamo un’età inferiore ai 16 anni.

Le modalità
Per effettuare questa indagine le scuole dovranno somministrare agli studenti un test on line standardizzato della durata di 50 minuti creato da EF Education. La partecipazione delle scuole è volontaria e gratuita ma dovrà essere verificato il possesso dei requisiti tecnici richiesti dall’invito e inviare l’adesione entro il 21 gennaio 2016 compilando il modulo al link www.ef.com/efsetmiur . Le scuole interessate a partecipare all’indagine possono richiedere ulteriori informazioni scrivendo a EFSETrilevazione2016@ef.com.

I risultati
Ogni scuola partecipante riceverà una relazione specifica sui risultati ottenuti dai propri studenti e ogni studente che avrà completato l’Efset riceverà sia un attestato del livello linguistico registrato dal test in base ai parametri internazionali del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue sia l’offerta gratuita per la frequenza di un corso di inglese online per quattro settimane.

Lascia un commento