Potenziamento Miglioramento

POTENZIAMENTO MIGLIORAMENTO di Umberto Tenuta

CANTO 613 La Scuola deve essere migliorata.

Cioè resa capace di garantire il successo formativo a tutti i giovani.

A tal fine serve, oltre al potenziamento, il miglioramento delle competenze culturali e professionali dei docenti e dei dirigenti.

 

Raddoppiare gli organici?

Meglio triplicarli.

Ma rendendo la scuola capace di garantire il successo formativo a tutti i suoi alunni.

Questo occorre.

Questo è necessario.

Questo è indispensabile.

Questa è una esigenza alla quale la Scuola non deve mai venire meno!

Ma questa è un’araba fenice.

Nessuno parla della ragione d’essere della scuola.

Se la scuola -chiamatela pure BUONASCUOLA- non garantisce il SUCCESSO FORMATIVO a tutti i suoi alunni, non ha ragione di esistere.

I figli del dottore possono fare a meno della BUONASCUOLA.

Per gli altri è la condizione sine qua non per nascere alla condizione umana.

Uomini si diventa solo attraverso l’educazione.

Se la scuola non promuove, se la scuola non cura, se la scuola non garantisce la formazione umana dei suoi alunni, non ha ragione di esistere.

E perciò occorre il miglioramento della scuola.

Occorre prioritariamente garantire che tutti coloro che operano nella scuola siano capaci di garantire il successo formativo a tutti giovani, migliorando le loro competenze professionali, da quelle culturali a quelle didattiche.

Occorre potenziare la cultura dei docenti e dei dirigenti.

Occorre potenziare le competenze didattiche dei docenti e dei dirigenti.

Ma di questo nessuno parla.

C’è un silenzio tombale!

Su quella che dovrebbe essere la preoccupazione primaria di coloro che governano la scuola c’è un silenzio inspiegabile!

La scena è occupata dalla quantità.

Non dalla qualità.

La formazione e l’aggiornamento degli operatori scolastici è lasciato alle buone intenzioni degli uomini di scuola che, per loro alto senso del dovere, avvertono l’esigenza di un aggiornamento continuo.

L’utilizzo del BONUS dei 500 euro non garantisce la formazione dei docenti.

E, comunque, ne possono fruire solo i docenti già entrati nella scuola, non quelli che vi debbono ancora entrare.

Dovendo la scuola necessariamente garantire il successo formativo di tutti gli alunni, sarebbe il caso, sia di mandare via dalla scuola coloro che non lo garantiscono, sia di non immettere nella scuola coloro che non siano capaci di garantirlo.

La nascita dei giovani alla condizione umana è un diritto che non può correre alcun rischio.

Potenziare è opportuno.

Migliorare le competenze culturali e professionali dei docenti è una necessità.

Primaria, assoluta, ineludibile!

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

Lascia un commento