Didattica potenziata

DIDATTICA POTENZIATA di Umberto Tenuta

CANTO 614 E CHI MAI L’HA POTENZIATA!

 

La storia della pedagogia, soprattutto degli ultimi secoli, è una storia della DIDATTICA.

L’EMILIO di Rousseau e la DIDACTA MAGNA di Comenio sono trattati di didattica.

Dopo le LEZIONI DI DIDATTICA di Giuseppe Lombardo Radice, soprattutto nella seconda meta del 1900, è stato un fiorire di interesse per la didattica, le cui più significative testimonianze sono i Programmi per la scuola secondaria di primo grado del 1979, i Programmi per la Scuola primaria del 1985 e, a loro coronamento, gli Orientamenti educativi del 1991.

Le INDICAZIONI NAZIONALI del 2012 ne sono una sintesi.

Non c’era bisogno di altro se non sostenere l’attuazione di tali orientamenti didattici.

Ma la BUONASCUOLA ha fermato questo processo.

L’attenzione è stata spostata sul reclutamento dei docenti.

E la DIDATTICA è passata in terz’ordine.

Depotenziata!

Ultimi arrivati, i docenti tappabuchi!

Mortificazione, non dei potenziatori, ma della funzione docente!

Pastori erranti, i docenti itineranti, ora qua, ora là, come tira il vento.

Ma non sono, anche i docenti potenziatori, portatori di competenze didattiche specifiche da utilizzare per un’offerta educativa più ricca?

In effetti, si è perduto il significato che poteva avere il discorso del TEAM TEACHING: “preparare un orario in modo tale che l’insegnante più adatto si trovi nell’aula giusta, con il materiale più opportuno, al momento opportuno, per il ragazzo o per il gruppo di ragazzi che possano trarne il massimo beneficio”(BAIR M., WOODWARD R.G., La pratica del team teaching, Loescher, Torino, 1973, p.36).

Una scuola di qualità!

Non è la potenza del numero che conta, ma la qualità dell’offerta formativa che valorizza le migliori competenze dei docenti presenti in una scuola.

Che forse il bravo docente di Matematica non è il migliore docente della logica della lingua italiana?

Che forse la Matematica non è sorella della poesia?

<<Matematici e poeti. In un saggio pubblicato a New York nel 1947 si legge: “La matematica è generalmente considerata proprio agli antipodi della poesia eppure la matematica e la poesia sono nella più stratta parentela, perché entrambe sono il frutto dell’immaginazione. La poesia è creazione, finzione: e la matematica è stata detta da un suo ammiratore la più sublime e la più meravigliosa delle finzioni” (D.E. SMITH, La poesia della matematica e altri saggi).

D‘altra parte, già WEIERSTRASS, uno dei padri dell’ analisi affermava: ” Non esiste la matematica senza la poesia: Un matematico che non sia anche un po’ poeta non sarà mai un perfetto matematico”. (PIAGET J., Dove va l’educazione, Armando, Roma, 1974, p. 51).

Si è perduto il significato delle CLASSI APERTE di cui alla Legge 517/1977.

Le competenze specifiche dei docenti sono utilizzate in tutte le classi della scuola, e non nella sola classe di titolarità.

Ed allora era auspicabile che le competenze specifiche dei docenti potenziatori, così come quelle degli altri docenti, fossero messe a disposizione di tutte le classi, creando la scuola del TEAM TEACHING.

In questo modo avremmo avuto i migliori docenti delle specifiche attività didattiche a disposizione di tutti gli alunni della scuola.

Il fine Dicitore di Poesie avrebbe fatto sentire la bellezza della poesia a tutti gli alunni della scuola.

La brava Maestra di Canto avrebbe fatto dell’intera scuola un coro.

Il Poeta della Geografia avrebbe portato in giro per monti, per cieli e per mari tutti gli alunni della scuola.

L’appassionato Storico avrebbe trascinato nel lungo Cammino dei Millenni tutti gli alunni della scuola.

E tu, fresca Potenziatrice, alla pari dei tuoi colleghi, avresti messo a disposizione di tutti gli alunni della scuola le tue indiscusse competenze specifiche.

Allora sì, allora la DIDATTICA sarebbe stata potenziata e la Scuola migliorata!

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

Lascia un commento