Expo 2015, i progetti realizzati dalle scuole diventano un e-book per studenti e prof

da Il Sole 24 Ore 

Expo 2015, i progetti realizzati dalle scuole diventano un e-book per studenti e prof

di Al. Tr.

I progetti degli studenti per Expo 2015 diventano uno strumento didattico sui temi della nutrizione, delle lotta agli sprechi e delle sostenibilità. Il Miur, insieme con Expo e Padiglione Italia e con il sostegno di Fondazione Bracco, hanno realizzato un e-book che raccoglie i lavori realizzati da oltre 15mila ragazzi di 700 istituti scolastici e presentati nel Vivaio Scuole di Palazzo Italia nel corso dei sei mesi dell’Esposizione Universale.

Un patrimonio di esperienze
La pubblicazione restituisce i contenuti dei progetti suddividendoli per tipologia di argomento trattato, per regione e città e per ordine di istituto scolastico.
«Expo 2015, visitato da oltre due milioni di studenti, è stato uno dei più importanti momenti di education della storia del nostro Paese – ha detto Diana Bracco – e grazie anche all’impegno del Ministro Stefania Giannini e di Confindustria, che ha partecipato con il progetto Adotta una scuola, l’Esposizione Universale ha davvero contribuito a formare quella che mi piace chiamare Expo Generation: ragazzi più attenti alla sostenibilità, al tema dei rischi legati a comportamenti alimentari non corretti, e più consapevoli dell’importanza della lotta agli sprechi» E «il cibo – ha aggiunto Patrizia Galeazzo, responsabile del progetto Vivaio Scuole a Palazzo Italia – ha saputo stimolare e coinvolgere tutte le discipline scolastiche, un potente fattore interdisciplinare che ha unito arte, filosofia, storia e musica».
L’e-book è disponibile per tutti all’indirizzo www.quintadicopertina.com/doc/vivaioscuole.xhtml

Lascia un commento