Criteri per l’assegnazione del bonus. La proposta DiSAL-Diesse

da tuttoscuola.com

Criteri per l’assegnazione del bonus. La proposta DiSAL-Diesse

Le associazioni DiSAL e Diesse hanno elaborato una interessante proposta di criteri per l’assegnazione del bonus annuale prevista dalla legge 197/2015. Tali criteri dovranno essere stabiliti dal Comitato di valutazione istituito in ciascuna istituzione scolastica. Ne riportiamo una sintesi qui di seguito, ricordando che le tre aree dell’attività professionale del docente per le quali il Comitato è chiamato a definire i criteri da sottoporre al Dirigente scolastico sono:

1. la “qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti”;

2. i “risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche”;

3. le “responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale”.

La versione integrale del documento può essere consultata sul sito DiSAL.

 

Premessa

La qualità dell’insegnamento, prima e principale “area” di ricognizione, è quella che presenta anche le maggiori difficoltà per l’identificazione di indicatori e descrittori consolidati, oggettivamente rilevabili e valutabili. In altri termini, è su questa voce – che possiamo condensare nel termine “reputazione docente” – che pesano la maggiore aleatorietà dei riferimenti (indicatori/descrittori), l’estrema individualità dei giudizi e la loro composita platea di soggetti implicati; una situazione complessa e variegata, che richiederebbe una base temporale estesa delle rilevazioni e una operazione accurata della loro selezione per poter dare indicazioni valutative affidabili e quindi utili. Proviamo quindi a fare una breve scheda su questo aspetto “reputazionale” dell’attività professionale del docente, richiamando in toto le avvertenze sopra elencate.

Scheda 1 – Qualità dell’insegnamento, reputazione del docente

Ipotesi di scheda di valutazione

Area A (max punti 45/100):

–   qualità dell’insegnamento – caratteristiche professionali ….. (max punti 15)

–   contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica ….. (max punti 15)

–   successo formativo e scolastico degli studenti ….. (max punti 15)

Area B (max punti 35/100):

–   potenziamento delle competenze degli alunni ….. (max punti 15)

–   innovazione didattica e metodologica ….. (max punti 10)

–   documentazione e diffusione delle buone pratiche ….. (max punti 10)

Area C (max punti 20/100):

–   responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico ….. (max punti 10)

–   formazione del personale ….. (max punti 10)

Scheda 2 – Criteri per la valorizzazione dei docenti

La scheda, molto articolata,  contiene numerosi indicatori e descrittori e può essere consultata al seguente link:

http://www.diesse.org/cm-files/2016/02/20/scheda-2-criteri-per-la-valorizzazione-dei-docenti-19-02-2016.pdf

Lascia un commento