Premi eTwinning 2016, tra i vincitori 7 progetti firmati da scuole italiane

da Il Sole 24 Ore

Premi eTwinning 2016, tra i vincitori 7 progetti firmati da scuole italiane

di Al. Tr,

Premi eTwinning 2016, dopo la Spagna è l’Italia il paese a vantare il maggior numero di vincitori: su 11 progetti premiati, infatti, 7 coinvolgono scuole italiane e 14 insegnanti. Sono i risultati del concorso per i migliori gemellaggi elettronici fra scuole in Europa annunciati ieri dall’unità Ue Twinning. Creazione di un magazine online per confrontare differenze e similarità culturali alle scienze, ma anche matematica, storia, giornalismo, letteratura e cittadinanza attiva: queste le materie didattiche affrontate dai progetti che saranno premiati a maggio nel corso di una cerimonia a Bruxelles.

I vincitori
Nelle categorie per fasce d’età il progetto della docente Simonetta Sigralli dell’istituto comprensivo «A. Tiraboschi» di Paladina (Bg) ha vinto in quella compresa tra alunni di 12-15 anni. Premiata anche l’insegnante Patrizia Roma dell’istituto tecnico e tecnologico «A. Volta» di Perugia nella categoria 16-19 anni. Un riconoscimento è andato al progetto in lingua spagnola delle insegnanti Angela Lupo, Francesca Salvemini e Patrizia Caty Iafrate del Liceo «Isabella D’Este» di Tivoli (Rm); le insegnanti Maria Teresa Asprella e Rosanna Russo dell’istituto superiore “Duni-Levi” di Matera si sono aggiudicate il premio per la lingua inglese.
Per la categoria Marie Skłodowska Curie è stata premiata l’insegnante Armanda Magioncalda dell’istituto comprensivo di Staglieno (Ge). Il premio «Mevlana» per la comprensione interculturale è andato alla classe della docente Giuseppa Piccotti della scuola secondaria statale di I Grado «Mastro Giorgio-Nelli» di Gubbio (PG). Il Liceo Classico «Q. Orazio Flacco» di Bari, con l’insegnante Paola Cascione, ha ricevuto il premio area Mediterraneo per un gemellaggio che coinvolge anche le docenti Piera Parisi del liceo classico statale «M. Cutelli», Concetta Mazzullo e Maria Franchino del liceo «Lombardo Radice» di Catania e Marisa Madonini del liceo scientifico statale «Novello» di Codogno (Lo).

Lascia un commento