Comunità educante

COMUNITÀ EDUCANTE di Umberto Tenuta

CANTO 636 -DIREZIONE SCOLASTICA E INNOVAZIONE: REALIZZARE COMUNITÀ DI APPRENDIMENTO – 24° CONVEGNO NAZIONALE DISAL -DIREZIONE SCOLASTICA E INNOVAZIONE: REALIZZARE UNA “COMUNITÀ DI APPRENDIMENTO”.

 

Finalmente!

Era ora.

Ora è.

È ora che qualcuno ascolti il mio canto.

Il canto di chi richiama all’osservanza della Legge.

La Legge della scuola come comunità.

Come COMUNITÀ EDUCANTE.

L’Istruzione non serve.

Occorre l’EDUCAZIONE.

Cumu te l’aggia a dì?

L’istruzione non basta più.

Occorre educare.

Educare ad apprendere.

Educare ad apprendere per tutta la durata della vita (LIFELONGLEARNING).

Apprendere il mestiere di uomo (Sertillanges).

Il figlio di donna deve diventare un uomo.

Ed uomo si diventa nella comunità umana.

Homo politicus!

L’uomo è figlio della polis.

Della città.

Portate l’uomo nella foresta e ne farete il SELVAGGIO DELL’AVEYRON.

E che altro è la scuola delle fila di banchi monoposti?

È una stupida scuola dell’inutile istruzione.

L’abbiamo già cantato: l’istruzione non serve!

Occorre educare.

Educare ad apprendere per tutta la durata della vita umana (LIFELONGLEARNING).

Ed allora?

Allora la scuola è una comunità educante (TEAM TEACHING).

O mia bella Maestra, tu non sei più sola!

Io sono accanto a te.

Io sorrido a te.

Io parlo a te.

E dico dei miei alunni, dei tuoi alunni, dei nostri alunni.

-Non saranno più soli!

Cooperativelearning!

Semplice, no?

Nella scuola non ci sono più classi.

Nella scuola non ci sono più aule.

Nella scuola non ci sono più lezioni.

Nella scuola non ci sono più insegnanti.

E che c’è, pazzo mio?

Follie.

Un sogno di mezza estate.

Laboratori di apprendimento!

Laboratori di apprendimento matematico.

Laboratori di apprendimento storico.

Laboratori di apprendimento linguistico.

Laboratori…

Laboratori con tavoli tetraposti.

Laboratori con tavoli pentaposti.

Laboratori con tavoli esaposti…

Ed alle pareti armadi di materiali agazziani.

Ed alle pareti armadi di materiali montessoriani.

Ed alle pareti armadi di materiali digitali: 2D, 3D…

Apprendere con le mani si deve!

Apprendere con i piedi si deve!

Apprendere con la testa si deve!

Apprendere per conoscere.

Apprendere per fare.

Apprendere per essere.

Oh che bello!

Ora anche i Dirigenti apprenderanno.

Apprenderanno a svuotare le aule di banchi e professori.

Apprenderanno a creare i MUSEI DIDATTICI.

Apprenderanno a fare i muratori per costruire le CASE DEI BAMBINI.

Apprenderanno a non lasciare mai soli i professori.

Con loro grande sorpresa, apprenderanno che non esistono le CLASSI.

Con loro grande sorpresa, apprenderanno che non esistono le SCOLARESCHE.

E, con loro immensa gioia, apprenderanno che nella scuola non ci sono più DOCENTI e, meraviglia delle meraviglie, non ci saranno più nemmeno DIRIGENTI!

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

 

Lascia un commento