Concorso: come funzionerà la prova scritta

da La Tecnica della Scuola

Concorso: come funzionerà la prova scritta

Prepararsi al concorso a cattedre vuol dire anche conoscere con sufficiente chiarezza le modalità con cui si svolgeranno le diverse prove.

La prova concorsuale più importante, dalla quale dipende gran parte dell’esito finale dell’intera procedura, è la prova scritta che si svolgerà con modalità un diverse rispetto a quelle precedenti.
L’articolo 5 del DM 95 fornisce tutte le istruzione al riguardo.
Vediamole.

Contenuti della prova
Sono indicati per ciascuna classe di concorso o per ciascun ambito disciplinare nell’allegato A del decreto stesso

Durata della prova
150 minuti (aumentabili per i candidati beneficiari delle disposizioni previste dalla legge 104/92

Forma della prova
Otto quesiti, 6 relativi alle competenze metodologiche e disciplinari e 2 relativi alla lingua straniera

Contenuti
Per i candidati che concorrono ai posti comuni i quesiti prevedono la trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento
Per i posti di sostegno i quesiti si riferiscono alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità e sono altresì finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte al’inclusione scolastica degli alunni con disabilità

Tipologia dei quesiti
I 6 quesiti a carattere metodoligico-didattico consistono in altrettante domande aperte
I due quesiti di lingua straniera sono formati ciascuno da 5 domande a risposta chiusa.
Per la scuola primaria i quesiti si riferiscono tutti alla lingua inglese.

La prova scritta per le classi di concorso di lingua straniera si svolge interamente in lingua straniera ed è costituita da 8 quesiti a domanda aperta.

Lascia un commento