Dirigenti scolastici, sbloccato il Fondo Unico per la retribuzione

da La Tecnica della Scuola

Dirigenti scolastici, sbloccato il Fondo Unico per la retribuzione

È stato sbloccato il Fondo Unico per le retribuzioni di risultato e posizione dei dirigenti scolastici.

A comunicarlo è stato il ministero dell’Istruzione, alla vigilia della protesta organizzata dai sindacati maggioritari, proprio per evidenziare le peggiorate condizioni di lavoro e gli stipendi ridotti dei capi d’Istituto.

“Oggi la Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie del Miur – spiegano da Viale Trastevere – ha adottato il provvedimento necessario che, previa registrazione presso gli organi di controllo, consentirà i pagamenti per l’anno scolastico corrente. Negli scorsi mesi il Miur aveva già sbloccato i pagamenti relativi agli anni scolastici precedenti che risultavano fermi dal 2012/2013”.

Il Miur ha aggiunto che con la riforma della Buona Scuola il Fondo Unico è stato incrementato in modo permanente di 26 milioni (lordo dipendente) a decorrere dal 2016. E grazie ad una ulteriore erogazione straordinaria il finanziamento per il 2015/2016 sarà di 163 milioni (lordo dipendente), il più alto mai stanziato.

Nel 2014/2015, prima della Buona Scuola, era pari a 114 milioni. Le risorse extra sono destinate in particolare alle retribuzioni di risultato, per remunerare in modo adeguato la categoria dei dirigenti scolastici, riconoscendo loro quel rafforzato ruolo nel sistema dell’Istruzione previsto proprio dalla riforma.

Con l’atto di oggi si inverte il trend negativo che ha caratterizzato la quantificazione delle risorse in passato e si sbloccano e si risanano le situazioni pregresse consentendo ai dirigenti di recuperare le somme mancanti.

Lascia un commento