Lodi o biasimi

LODI O BIASIMI di Umberto Tenuta

CANTO 647 LODARE O BIASIMARE GLI ALUNNI?

PREMI O CASTIGHI.

OVVERO EFFETTO PIGMALIONE.

 

Antica diatriba.

<<Una delle cose che, in ogni modo, l’insegnante non deve fare, è di interferire per lodare, per punire o correggere errori. Sembra a molti educatori un principio sbagliato ed essi sono contrari al nostro metodo sempre su questo punto. Dicono: “Come potete far progredire il bambino se non ne correggete gli errori?”. Nell’educazione comune il compito fondamentale dell’insegnante è quello di correggere, tanto nel campo morale che in quello intellettuale; l’educazione cammina secondo due direttive: dare premi o dare punizioni; ma se un bimbo riceve premi o punizioni, significa che non ha l’energia di guidarsi e che egli si rimette alla continua direzione dell’insegnante>> (MARIA MONTESSORI)

In altri termini, se l’educatore deve rendere autonomo l’alunno, non può ottenere questo risultato guidando il suo comportamento coi premi e coi castighi.

Le cavezze non renderanno mai autonomo il cavallo!

Liberi si diventa solo attraverso l’esercizio della libertà.

Ed allora?

Allora, il docente non tira per la cavezza l’alunno.

Ma lo lascia andare, assecondandolo nel suo impegno di autorealizzazione.

Ogni essere vivente tende alla sua autorealizzazione.

Il filo d’erba fuoriesce dalla pietra che lo schiaccia e si solleva verso il sole che lo alimenta.

E la farfalla svolazza di fiore in fiore per suggere il miele che la alimenta.

Che fa il bimbo appena nato se non aprire gli occhi per conoscere e dominare il mondo?

E tu, Maestra Tetella, non sei lì pronta a incoraggiare Dino e Lina a salire ed a scendere la scala numerata dallo zero al dieci?

  • Che brava, sei già al TRE!
  • Già al QUATTRO!
  • Un passo e sei al CINQUE!

Il funambolo a metà della corda sospesa nel vuoto.

Applaude la folla, e lui ci gioca, lassù, sicuro di sé.

Fischia la folla, e cade nel vuoto!

Non fischiate mai, Professori!

Applaudite ed i vostri alunni scaleranno le cime dei monti più alti che si stagliano nei cieli azzurri del loro futuro.

Ah, tu, Grassona, non sei d’accordo?

Lo dici e lo ripeti da una vita che ci vogliono le punizioni.

  • Certamente, cara!
  • Ora arriva il Dirigente, e ti darà una bella punizione!

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

Lascia un commento