Concorso docenti, la domanda inoltrata è modificabile sino all’ultimo giorno

da La Tecnica della Scuola

Concorso docenti, la domanda inoltrata è modificabile sino all’ultimo giorno

È modificabile sino all’ultimo giorno la domanda per accedere al concorso per l’assegnazione dei 63.712 posti per docente.

Lo ha specificato il Miur alla Tecnica della Scuola. “Il candidato, anche se ha inoltrato la domanda, la può, in qualsiasi momento modificare o annullare”, ha scritto il ministero dell’Istruzione.

“Tutto questo – sottolinea sempre l’amministrazione scolastica centrale – dovrà avvenire al massimo entro le ore 14.00 del 30 marzo 2016, quando a chiusura delle funzioni verranno prese in considerazione ai fini del concorso le sole domande che risulteranno inoltrate”.

Il ministero dell’Istruzione ha infine sottolineato che “è indispensabile che dopo qualsiasi modifica venga rieffettuato l’inoltro”.

Le indicazioni tecniche di quanto specificato dal Miur, sono contenute nella “Guida alla compilazione della domanda online” che ogni candidato alla selezione per esami e titoli troverà nella ‘mascherina’ “Concorso Ordinario Personale Docente DDG 106 del 23 febbraio 2016 – Secondaria di I e II grado” cliccando sul link “Istruzioni per la compilazione”.

Ecco il testo che riguarda il nuovo inoltro delle domande (punto 4.3):

MODIFICA O CANCELLAZIONE DELLA DOMANDA Dopo aver inviato la domanda è possibile rientrare nell’istanza per modificarla o cancellarla.

4.3.1 Modifica della domanda Andando in modalità di modifica la dicitura dello stato della domanda cambia da: “inoltrata” (se è stato possibile validare automaticamente il titolo di accesso consultando le graduatorie ad esaurimento o le graduatorie d’istituto) o “inoltrata per convalida” (se non è stato possibile validare automaticamente il titolo di accesso consultando le graduatorie ad esaurimento o le graduatorie d’istituto) a “inserita, non inoltrata”.

Si può procedere con le modifiche da apportare premendo il tasto modifica. Alla pressione del tasto, una mail avviserà l’utente dell’avvenuta cancellazione del pdf in quanto corrispondente alla versione dei dati precedenti la modifica. Dopo l’aggiornamento sarà quindi necessario un nuovo inoltro.

Lascia un commento