Confessionale e non camera di consiglio

CONFESSIONALE E NON CAMERA DI CONSIGLIO di Umberto Tenuta

CANTO 677 Scrutini

È una camera di consiglio o un confessionale?

 

Riuniti per gli scrutini, i docenti stanno per pronunciare le loro sentenze.

MARCO: L’alunno non ha raggiunto gli obiettivi programmati!

Ovvero: miserere me, non ho programmato obiettivi e metodologie adeguati alle caratteristiche personali dell’alunno!

GIACOMINA: L’alunna non si è impegnata abbastanza!

Ovvero: abbiate pietà di me che non ho saputo motivare abbastanza la mia adorata Giacomina!

FILIPPO: L’alunno è inetto, incapace, inadatto agli studi!

Sentenza di morte!

Questo figlio di donna non diventerà mai un uomo.

Resterà allo stato animale.

Anzi, peggio!

I figli degli animali diventano animali.

A questo figlio di donna è negata la sua natura umana.

Come Victor, il Selvaggio dell’Aveyron, morirà animale.

Forse alle pareti delle camere dei Consigli di classe si dovrebbe appendere la seguente insegna:

         QUI SI DECIDE DELLA NASCITA O DELLA MORTE DI UN UOMO

                 Sarà perseguito a norma di legge il responsabile della morte

E, sì, cara Professoressa, a te è stato affidato un cucciolo d’uomo.

Tu sei responsabile della sua nascita alla condizione umana.

Perché uomini non si nasce ma si diventa solo attraverso l’educazione!

E la Scuola ha il compito di garantire il successo formativo a tutti i figli di donna!

Se non lo garantisce, vanno perseguiti i responsabili.

   

   Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:

http://www.edscuola.it/dida.html

Altri saggi sono pubblicati in

www.rivistadidattica.com

E chi volesse approfondire questa o altra tematica

basta che ricerchi su Internet:

“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.