Lacrime di gioia

LACRIME DI GIOIA di Umberto Tenuta

CANTO 694 Non c’è allegria alla fine di un anno scolastico.

Ci sono lacrime di gioia!

 

Maestra, vi porteremo sempre nel cuore!

Maestra, non ci avete mai rimproverate!

Maestra, ci avete sempre incoraggiate!

Maestra, ci avete sempre aiutate!

Maestra, tu sei bella!

Maestra, come te non c’è nessuna!

E già le lacrime.

Le lacrime della Maestra.

Le lacrime dei giovanetti.

Lacrime dolci, lacrime belle, lacrime d’amore.

Sono le perle della tua collana, Maestra.

Sono le perle che ti sei conquistate, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese, anno dopo anno.

Ora non ricordi più le fatiche, gli affanni, le preoccupazioni.

Ora vedi che i tuoi bimbi sono cresciuti.

Sono cresciuti perché tu li hai alimentati.

Li hai alimentati guardandoli negli occhi ad uno ad uno, come se volessi travasare nei loro cuori la fiducia in se stessi, nelle loro potenzialità, nelle loro risorse.

Sì, per te potevano alimentarsi, potevano crescere, potevano realizzarsi.

Tutti, nessuno escluso!

I loro errori non erano errori loro, erano richiesta di un aiuto maggiore da parte tua.

I loro successi non erano successi tuoi, erano frutto del loro impegno.

Tutto hai donato, sempre, senza nulla chiedere.

Ed ora, i tuoi alunni sono cresciuti.

E vanno via.

Ma una parte di te va con loro.

E tu piangi con loro.

Piangi di gioia!

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

https://www.facebook.com/utenuta/posts/10208519934589217?pnref=story

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.