Nuovo Modello Energia Eco-Compatibile

Nuovo Modello Energia Eco-Compatibile nel quadro innovativo della bio-economia circolare  in area Geotermica in Toscana.

 

Premessa all’incontro con il Distretto Tecnologico Energie Rinnovabili della Regione Toscana del 15/07/2016

 

 

La transizione verso un’economia circolare rappresenta un cambiamento sistemico che tende ad integrare i business di impresa per ottimizzare l’adozione di una produzione cooperativa capace di stimolare un indotto di sviluppo socio economico del territorio geotermico della Toscana. In tale contesto divengono aree prioritarie di intervento la gestione economica di sottoprodotti quali il calore residuo dalla produzione di elettricità geotermica e la anidride carbonica estratta dal sottosuolo.

EGOCREANET in qualità di infobroker dell’innovazione delle relazioni tra sviluppo delle conoscenze ed impresa, si è proposta di sviluppare un piano di comunicazione e di favorire le relazioni tra imprese, in modo che diversi processi di produzione dell’Energia Geotermica (elettricità e calore) e della produzione e commercializzazione della CO2, vengano rivisti oggi nel quadro della transizione verso la bio-economia circolare e dei processi eco-compatibili di “decarbonizzazione dell’economia”(1). In tal modo diviene possibile rendere prioritaria una strategia di utilizzazione del calore geotermico e delle emissioni di CO2 dal sottosuolo, a netto vantaggio dei processi innovativi di produzione agricola e vivaistica in serra e di quelli per la essiccazione di varie produzioni agro-forestali (funghi, castagne, frutta secca. ecc.) e quelli di sviluppo dei vari processi di fermentazione alimentare (vino, birra, latte, formaggi, prosciutti, ecc.) ed altri, così che possano ricavare dalla condivisione dei business di impresa una più completa valorizzazione di insieme, capace di aumentare la catena del valore mediante una maggiore correlazione fra ricerca ed innovazione di impresa. In questa strategia di innovazione strategica, una particolare attenzione è stata messa a punto nell’individuazione delle possibilità di cogestione del Calore Geotermico e di CO2 per la produzione di nuovi prodotti, tra essi la “realizzazione di biomassa di microalghe, utilizzabile per integratori alimentari ad elevate qualità nutraceutiche”.(2)

Le azioni di comunicazione, realizzate recentemente da Egocreanet, sono state: l’organizzazione di un convegno presso i Georgofili in Firenze(3) e vari seminari ed incontri con le parti interessate e la proposta e la animazione di progetti mirati a realizzare la suddetta complessa strategia di bio-economia circolare, che riguarda oltre alla produzione e le caratteristiche di efficienza delle energie rinnovabili, in specialmodo i settori chiave della utilizzazione dei sottoprodotti della Energia Geotermica.

Tali attività di promozione e divulgazione di innovazione strategica, sono state svolte per creare le condizioni di consenso in base alle quali gli sviluppi della energia green in Toscana, inseriti nel quadro Europeo della bio-economia circolare(4) possano essere compresi dai vari stakeholder pubblici e privati e quindi prosperare in modo che le risorse economiche e sociali e di know how possano essere mobilitate contemporaneamente per creare dinamiche sinergiche di sviluppo territoriale.

L’innovazione strategica, vista in termini di “friendly competition(5) avrà pertanto un ruolo chiave in questo cambiamento sistemico basato su un nuovo “modello energetico di sostenibilità-green” che in sostanza conduce a riflettere e ripensare sul necessario cambiamento delle tradizionali modalità lineari di sviluppo del business aziendale competitivo proprio di ogni singola impresa.

 

Aree di intervento strategico promosse ed attivate recentemente con la partecipazione di EGOCREANET:

  • Studio di Fattibilità sulla Coltivazione della Microalga “Spirulina” in ambiente Geotermico. Collaborazione ENEL, COSVIG, Univ.Firenze, CNR-ISE(6)
  • Indagine sulla rimozione di CO2 alimentare da Radon e purificazione da altri residui inquinanti. Idea progettuale attualmente condivisa da Rivoira-Gas, COSVIG, ENEL e coordinata dal Sindaco di Pomarance (PI).
  • Promozione del Gruppo Operativo sul tema “Valorizzazione Geotermica della Produzione Agro-Forestale”, in risposta al Bando Regionale AGRI-PEI 2016. Partner Diretti ed Indiretti sono: Imprese Agricole, CNR-IVALSA, con il coordinamento del Sindaco di Montieri (GR) ed il coinvolgimento dei comuni di Massa Marittima e di Monterotondo Marittimo e dell’Unione Comuni Montana Colline Metallifere. Il progetto è basato sull’utilizzazione del calore geotermico in serricoltura per la produzione di orto-frutta e l’utilizzazione di CO2 ad elevata concentrazione (tra 800 e 1200 ppm) come fertilizzante della produzione vegetale(7).
  • Proposta di realizzazione di una Cordata Europea per la partecipazione alla call Horizon BG-08-2017 (deadline: 14:02:2017) sul tema: “Innovative sustainable solutions for improving the safety and dietary properties of seafood”. Principali interessati ad attivare la collaborazione: Università di Firenze – Prof.ssa Giuliana Parisi, CNR-ISE – Dr.ssa Graziella Chini Zittelli, Dr. Francesco Lenzi – Maricoltura Rosignano Solvay, dr. Marco Gilmozzi – Biologo c/o COSA Società Agricola a.r.l. Vice Presidente FEAP (Federazione dei Produttori d’Acquacoltura Europei). Questa idea progettuale è basata sulla utilizzazione di Micro-alghe per incrementare la qualità della mangimistica della acqua coltura e della mari-coltura.(8)

 

Conclusioni

In questo incontro richiediamo di poter collaborare come ONG-EGOCREANET con il Distretto Tecnologico Energie Rinnovabili, per attivare ogni Risorsa Energetica Green al fine di migliorare le attività economiche e di impresa del territorio geotermico toscano, favorendo uno sviluppo strategico innovativo, nell’interesse produttivo e sostenibile teso a valorizzare le specificità energetiche e le risorse biologiche del mondo agricolo e forestale locale, al fine di creare un indotto di imprese capaci produrre alimenti e mangimi sicuri, realizzati con modalità innovative basate su nuove tecnologie e conoscenze, e nell’insieme capaci di avviare una nuova catena del valore fondata su nuovi e rinnovati processi produttivi propri della moderna bio-economia circolare.

 

 

Paolo Manzelli e Marcello Traversi

EGOCREANET: <egocreanet2016@gmail.com>

 

 

Biblio on line:

(1)     http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=78006

(2)     http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=77523

(3)     http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=216291

(4)     http://ec.europa.eu/environment/circular-economy/index_en.htm

(5)     http://www.caosmanagement.it/archivio-riviste/36-numero-98/289-friendly-competition-transdisciplinarita-e-crescita-culturale-per-la-formazione-giovanile

(6)     http://www.alghe.org/2016/alghe/le-alghe-geotermiche-che-creano-lavoro

(7)     http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=79034

(8)            Algae & Fish Meal: http://www.thefishsite.com/articles/1767/the-use-of-algae-in-fish-feeds-as-alternatives-to-fishmeal