Diritto di educare

DIRITTO DI EDUCARE di Umberto Tenuta

CANTO 704 Chi ha il diritto di educare?

 

Chi ha il diritto di educare?

Chi conferisce ai docenti il diritto di educare?

A nome di chi i docenti educano?

Queste sono le domande che i docenti e i dirigenti dovrebbero porsi.

La risposta sta nell’Articolo 30 della Costituzione italiana:

<<È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio>>.

Se questo diritto fosse dello Stato, avremmo l’educazione spartana, franchista, comunista, nazista, fascista.

Ma così non è.

Anche se spesso, molto spesso, non se ne ha consapevolezza.

Le pubbliche scuole italiane sono istituite dallo Stato, ma sono al servizio delle famiglie.

È questo il significato degli Organi collegiali che conferiscono alla scuola il carattere di una comunità che interagisce con la più vasta comunità sociale, in particolare con le famiglie[i].

Non tragga in inganno la dizione SCUOLE STATALI.

L’espressione SCUOLE STATALI significa solo SCUOLE ISTITUITE DALLO STATO.

Ma non significa affatto SCUOLE DELL’EDUCAZIONE STATALE, quali erano le scuole franchiste, comuniste, naziste, fasciste.

Le scuole previste dalla Costituzione repubblicana del 1948 non sono né franchiste, né comuniste, né naziste, né fasciste.

Sono scuole al servizio dei genitori.

E, se tali sono, spetta ai genitori scegliere i dirigenti che, a loro volta, sceglieranno i docenti.

In particolare, se sono i dirigenti a scegliere i docenti, risulta quanto mai necessario che la scelta dei dirigenti sia affidata alla comunità scolastica, della quale i genitori sono magna pars.

Certamente questo discorso suona ostico a quanti ancora non si sono liberati dalla concezione di una scuola statalista, quale è stata in Italia quella fascista.

Scuola autoritaria.

Scuola elitaria.

Scuola che ancora non è stata dimenticata.

Non è stata dimenticata, come dimostra lo scarso spazio dato ai genitori nella gestione della scuola.

Spazio che ai genitori spetta, perché l’educazione dei giovani è un loro inalienabile diritto.

L’educazione dei giovani è un diritto dei genitori.

Spetta ai genitori governare la scuola!

 

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

https://www.facebook.com/utenuta/posts/10208519934589217?pnref=story

 

 

 

 

[i] In merito cfr.: http://www.rivistadidattica.com/famiglie/famiglie_7.htm

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.