Libri e Libri

LIBRI E LIBRI CHE NON PESANO di Umberto Tenuta

CANTO 740 LA CARTELLA CHE PESA

LA SCOLIOSI, LA CIFOSI, LA LORDOSI?

 

Inizio d’anno scolastico.

Che spesa per i genitori!

Che peso per i loro figlioli!

Caro bambino, portati a scuola la biblioteca!

Alla scuola della lezione, della lettura, dei libri di testo.

Libro e zainetto!

Il professore spiega e tu segui sul libro di testo.

Il professore legge e tu segui sul libro di testo.

Il professore interroga e tu leggi sul libro di testo.

Il professore assegna i compiti e tu segni sul libro di testo.

Libri di carta.

Libri di carta Fabriano.

Mi raccomando.

Niente libri digitali!

È vietato.

I libri tu li devi toccare, sfogliare, annotare.

Ne devi sentire l’odore, il sapore, il rumore.

Mica il tablet!

Senza odore, senza sapore, senza rumore.

La trasmissione della cultura ha avuto inizio dalla viva voce degli anziani.

Oh quanti megabyte nelle testoline delle bambine!

Poi è sopravvenuta la tavoletta di argilla.

Troppo fragile per i bambini irrequieti.

Ci volevano i papiri.

Che belli!

Come distaccarsene?

Certo, le pelli delle pecore dovevano pure servire alle pecorelle che a scuola non riuscivano a mandare a memoria.

Cartapecora.

Pecora sarai tu!

Io uso la carta di Fabriano.

I boschi che ci stanno a fare?

Disboschiamo la Terra!

Così nessuno potrà nascondersi nelle foreste.

Qualcuno dovrà pur cadere!

Facciamo cadere gli alberi.

Il DIGITALE?

Quando cuciva, mia madre usava il DITALE.

E noi bambini invece utilizzavamo il PITALE.

E che?

Oggi vorreste che nelle repubblicane scuole si usasse il DIGITALE?

Mai, mai, mai, e poi mai!

Carta a tavola, carta nel bagno, carta a scuola.

A scuola ci giochiamo la carta migliore.

La carta della vita dei nostri giovani.

La carta dei quaderni.

La carta dei libri di testo.

Che meravigliosi ricordi consegniamo loro!

Quando tutto intorno a loro sarà digitale, essi ricorderanno con nostalgia la cara carta d’Amalfi!

E gli occhi delle maestre amalfitane luccicheranno di gioia!

Vero, Luky?

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.