Scuola buona per il successo formativo di tutti

SCUOLA BUONA PER IL SUCCESSO FORMATIVO DI TUTTI I GIOVANI NESSUNO ESCLUSO di Umberto Tenuta

CANTO 752

-D.P.R. 275/1999, art.1: <<L’autonomia delle istituzioni scolastiche… si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie e alle caratteristiche specifiche dei soggetti coinvolti, al fine di garantire loro il successo formativo, coerentemente con le finalità e gli obiettivi generali del sistema di istruzione e con l’esigenza di migliorare l’efficacia del processo di insegnamento e di apprendimento>>

 

Tutte le leggi dello Stato terminano con questa prescrizione: <<La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta Ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.

È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato>>.

Tutti i cittadini debbono osservare le Leggi dello Stato.

Tutte le Leggi, compreso l’art.1 del DPR 275/1975 soprariportato.

A maggior ragione debbono osservarle e farle osservare i Ministri ed il Governo.

Ne consegue che la Scuola, la scuola senza aggettivi, DEVE GARANTIRE IL SUCCESSO FORMATIVO A TUTTI I GIOVANI, indipendentemente dalle loro condizioni personali, sociali, economiche.

Se una scuola non garantisce il successo formativo a tutti i suoi alunni, non è una SCUOLA.

E come tale va chiusa!

Non sono consentite Scuole buone e Scuole cattive.

La Scuola o è scuola o non è scuola.

Non sono consentire SCUOLE CATTIVE.

E quindi parlare di BUONASCUOLA non ha senso.

Tutte le scuole debbono essere SCUOLE BUONE.

È inaccettabile che lo Stato tolleri l’esistenza di scuole cattive, cioè di scuole che non garantiscono il successo formativo a tutti i loro alunni.

Ne consegue che tutte le scuole che non garantiscono il successo formativo a tutti i loro alunni, nessuno escluso, vanno chiuse immediatamente.

E, pertanto, vanno licenziati immediatamente:

  • tutti i dirigenti le cui scuole non garantiscono il successo formativo a tutti i loro alunni;
  • tutti i docenti che non garantiscono il successo formativo a tutti gli alunni delle loro classi.

All’obiezione che non tutti gli alunni sono dotati delle capacità apprenditive si risponde col DOLL che: <<Per capacità potenziali dei singoli noi intendiamo quelle potenzialità di grandezza imprevedibile che possono scaturire dall’interno della personalità: potenzialità che possono venire sviluppate o ridotte col processo educativo… le capacità potenziali non sono considerate come delle qualità congenite nell’individuo, che divengono attuali attraverso un processo di maturazione su cui non influisce in alcun modo l’ambiente. Anzi, queste capacità si sviluppano e si “manifestano nello scambio dinamico di influssi fra l’individuo e il suo ambiente”.

<<Vengono definite capacità “potenziali” perché sono un modo di essere dell’individuo, sono una capacità individuale di reagire positivamente e in modo praticamente imprevedibile: “senza alcun preconcetto quanto ai …limiti” delle capacità potenziali….

L’essenza della concezione ebraica e greca dell’uomo era … di porre l’accento sulla personalità umana dotata di capacità potenziali illimitate, di considerare positivo il fatto che gli sviluppi della personalità umana sono imprevedibili…>>

Concludiamo, dicendo che nessuno può diagnosticare quello che ciascuno dei venticinque mocciosetti che siedono nei banchi dell’aula potrà diventare: netturbino o sindaco, commessa o dirigente, autista o ingegnere…

Nessun educatore degno di questo nome può ritenere che i figli di donna nascono predestinati, dotati e non dotati.

Certamente non lo credono le mamme, educatrici nate!

Certamente non lo credono i bravi docenti.

Certamente non lo credono i bravi dirigenti.

E nella SCUOLA tutti gli alunni raggiungono il successo.

Perché nella scuola tutti i docenti e tutti dirigenti sono meritevoli.

 

PER CHI AMA LEGGERE

http://www.edscuola.it/archivio/didattica/riforma_e_successo_formativo.html

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.