Domandarsi innanzitutto

DOMANDARSI INNANZITUTTO di Umberto Tenuta

CANTO 763 NON C’è UN DOMANDARE SE NON C’è UN DOMANDARSI

 

Io domando agli altri quello che ho domandato a me stesso, senza saper rispondere.

Non sapendo rispondere, domando agli altri.

Dal mio insoddisfatto desiderio di conoscere nasce la domanda che faccio agli altri.

Prima di farla agli altri, la domanda la faccio a me.

E il porsi domande è proprio dell’uomo.

Chi non si pone domande non cerca e non ascolta risposte.

Noi ascoltiamo quello che desideriamo ascoltare.

Il resto è flatus vocis, rumore.

I perché dei bambini sono rivolti a se stessi, prima che agli adulti.

All’origine della conoscenza dei bambini sono le loro domande, i perché ai quali non sanno dare risposta.

E la risposta la richiedono agli adulti.

È proprio dei bambini porre domande.

Scienziati sono gli uomini che sono rimasti bambini.

Eva e Adamo erano bambini.

E bambini Iddio li lasciò!

Condannati a conoscere il loro paradiso terrestre.

Adamo ed Eva. E tutti i loro discendenti.

Ogni figlio di donna.

Nessun figlio di donna eredita un pacchetto di conoscenze.

Ma tutti i figli di Eva ereditano la sete della conoscenza.

I perché dei bambini.

La Scuola Buona non deve ignorare i perché dei bambini.

La peggiore delle scuole è quella che dà risposte a domande mai poste.

Le risposte a domande mai poste sono le lezioni.

I bambini hanno diritto ad una scuola che non ignori, ma favorisca, coltivi, incrementi l’innata curiosità dei bambini.

Occorre che la scuola coltivi l’innata curiosità dei bambini, il loro porsi e porre domande.

Domandarsi che c’è dietro il muro, dietro la collina, dietro la montagna.

Domandarsi perché ci sono gli alberi, i fiumi e le stelle.

Domandarsi il perché delle formiche che salgono e scendono dal tetto, di anno in anno.

Domandarsi…

Come? Quando? Perché?

O caro Guido Petter, dov’è il tuo COME QUANDO PERCHÉ, bel sussidiario degli anni ’70 per la scuola primaria?

Non sarebbe che la benemerita casa editrice ne facesse una nuova edizione per tablet?

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.