Ortografia

ORTOGRAFIA CORREZIONE DETTATI O TABLET di Umberto Tenuta

CANTO 766 La corretta scrittura (Ortografia): Dettati, Temi, Correzione

Che gran fatica!

 

Vexata questio!

Ortografia e Correzione.

Gioie e dolori!

Per gli alunni e per i docenti.

Intanto, diciamo che la fatica dei docenti per la correzione degli elaborati degli alunni non serve!

È tempo sprecato.

Forse, anche dannoso per gli alunni, umiliati dal giudizio negativo.

Ed allora, che si fa?

Innanzitutto, occorre prendere consapevolezza che si scrive come si parla.

Se io dico MON DAGNA, scriverò mondagna.

Se io dico AN DONIA, scriverò Andonia.

Quindi il lavoro va fatto sulla pronuncia.

Per scrivere bene, occorre parlare bene.

Agli alunni dialettofoni, occorre prima far apprendere a parlare in italiano.

Ed a parlare si impara parlando e leggendo, leggendo molto.

E poi, occorre associare bene il fonema al relativo simbolo.

Se la vocale A la associo al simbolo U, io scriverò UMICU!

E nulla impedisce che i simboli siano i più diversi possibili.

Attenzione, quindi!

Quando si apprende a leggere ed a scrivere, occorre prestare molta attenzione all’ortofonia, prima che all’ortografia.

Si deve curare la fonia, prima della grafia.

Ma, questo detto e fatto, veniamo alla correzione, cioè all’esatta corrispondenza tra fonemi e grafemi.

Se la corrispondenza non c’è, occorre crearla!

Ed infine, l’ultima cosa.

La correzione la deve fare l’alunno.

Non il docente!

È l’alunno che deve imparare che “PREZZO” si scrive “prezzo”.

In tal senso, molti docenti, accortamente, non correggono, ma sottolineano le parole da correggere, lasciando la correzione agli alunni.

Bravi docenti!

Ma ancora più bravi, se lasciano al correttore del Tablet la sottolineatura ─ e non la correzione─ degli errori ed agli alunni la correzione.

PC, NBK, TABLET servono anche a rendere efficace la correzione ortografica.

Se saputi utilizzare!

Il che non sempre avviene.

 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

 

Lascia un commento