Il cinese sbarca alla maturità dei licei linguistici: a Trento scritto ed orale in mandarino

da La Tecnica della Scuola

Il cinese sbarca alla maturità dei licei linguistici: a Trento scritto ed orale in mandarino

L’insegnamento del cinese fa capolino alla maturità: accade in un liceo di Trento, dove gli studenti lo affronteranno nella terza prova scritta ed anche all’orale.

La lingua del Sol levante, in effetti, a seguito della riforma delle scuole superiori, voluta dall’ex ministro Maria Stella Gelmini, è stata introdotta un quinquennio fa: al liceo linguistico di Trento – scrive il 15 febbraio il Corriere del Trentino – è giunta appunto al quinto anno l’attività dell’insegnamento del cinese, il mandarino in particolare, e così gli studenti che hanno seguito i corsi affronteranno alla maturità anche le relative prove, scritte ed orali.

Nel frattempo gli studenti della quarta classe si stanno preparando per una gita scolastica che li porterà al di là della Grande muraglia. Accompagnati dalla loro professoressa di cinese, i ragazzi si recheranno nella città nord orientale di Shenyang.

Non sappiamo, al momento, se anche altri licei linguistici italiani porteranno la lingua cinese all’esame conclusivo del secondo ciclo: se dovessimo avere notizia di altri istituti che tratteranno scritto ed orale in mandarino, lo faremo sapere ai nostri lettori.

Lascia un commento