L’ordinamento degli studi e il profilo del Dirigente scolastico in Germania

L’ordinamento degli studi e il profilo del Dirigente scolastico (Schulleiter) in Germania

di Pietro Boccia

 

L’istruzione tedesca – come ho scritto in Manuale di preparazione al concorso per Dirigente scolastico, Maggioli editore, 2016 – è obbligatoria dai sei ai sedici anni ed è scuola sia a tempo pieno sia a tempo parziale fino a diciannove; la scuola primaria dura quattro anni; quella secondaria inferiore, a indirizzi differenziati, dura sei anni; la secondaria superiore è normalmente triennale; di quest’ultima alcune filiere possono essere frequentate in alternanza scuola-lavoro. Il sistema scolastico tedesco si suddivide, pertanto, in:

  1. Grundschule (Scuola primaria dai sei agli undici anni).
  2. Hauptschule e Realschule (Scuola secondaria dagli undici ai sedici anni).
  3. Gimnasium (Scuola media e Liceo dagli undici ai diciannove anni). Gli alunni del Gymnasium studiano le seguenti discipline: arte, lingue-letteratura, matematica, scienze sociali, scienze naturali e tecnologia.

Le discipline obbligatorie nella scuola primaria della Germania sono: area disciplinare introduttiva alle scienze naturali e sociali, aritmetica, arte, educazione religiosa, lettura, musica, scrittura, sport.

Il Dirigente scolastico ha, in Germania, una denominazione che varia in base al livello d’istruzione. Nella scuola primaria (Grundschule) è detto Rektor; nella scuola secondaria continua ad essere denominato Rektor nella Hauptschule; diventa, poi, Realschulrektor nella Realschule. Al Gimnasium (scuola media o Liceo) assume l’appellativo di Studiendirektor o Oberstudiendirektor. Il capo d’istituto tedesco è, come termine generico, detto Schulleiter ed è un dipendente pubblico, assunto dal Länd. In tale realtà, per accedere al ruolo di Dirigente scolastico (Schulleiter), è richiesto:

  • la qualifica d’insegnante;
  • una formazione specifica;
  • l’esperienza sia d’insegnamento sia di gestione;
  • un giudizio positivo ottenuto nelle valutazioni durante il periodo d’insegnamento;
  • un’esperienza fatta, come vice capo dell’istituzione scolastica;
  • un periodo di esperienza effettuato nell’ambito della funzione direttiva.

La disponibilità dei posti che viene messa a concorso per la nomina a Schulleiter è ufficialmente presentata e diffusa come informazione su Ministerialblätter (bollettino ministeriale) o sui giornali.

Il candidato, per superare il concorso, deve dimostrare capacità e competenze sia a livello didattico-amministrativo sia a livello valutativo e autovalutativo.

Gli Enti locali, come finanziatori delle istituzioni scolastiche, e l’organo consultivo della scuola o Schulkonferenz, costituito da alunni, genitori e insegnanti, partecipano democraticamente e attivamente alla selezione delle candidature a Schulleiter.

Lo Schulkonferenz è, in verità, coinvolto in maniera diversa nei vari Länder. La decisione finale, riguardante la nomina a Schulleiter, spetta, tuttavia, per legge allo Schulaufsichtsbehörde (Ispettorato scolastico).

Lo Schulleiter, mentre svolge il ruolo di dirigente, contemporaneamente insegna, anche se con un orario ridotto per consentirgli di soddisfare le funzioni amministrative e gestionali dell’istituto che dirige. Egli ha il compito di attribuire a ogni insegnante le classi, di fissare l’orario settimanale delle lezioni, di vigilare sugli alunni. Lo Schulleiter ha, inoltre, il compito e la responsabilità di valutare gli insegnanti, basandosi sull’osservazione durante le lezioni; i risultati della valutazione sono trascritti nei rapporti che descrivono le conoscenze, le capacità didattiche e le competenze degli insegnanti. Ha la responsabilità finale, in collaborazione con gli Schulaufsichtsbeamten (Ispettori scolastici), della valutazione degli insegnanti per l’avanzamento di carriera, attraverso colloqui, rapporti di rendimento dell’insegnamento e condotta professionale. Lo Schulleiter è, infine, come tutti i dirigenti pubblici, soggetto a valutazione. L’organo, che è responsabile della valutazione dello Schulleiter è il dipartimento per la supervisione scolastica di ogni consiglio distrettuale. Tale dipartimento è formato da ispettori scolastici. I criteri di valutazione sono fissati dalle linee guida concernenti il servizio pubblico nel settore dell’educazione. Tali linee guida sono emanate dai Ministri dell’educazione e degli affari culturali di ogni Länd.

In Germania è da precisare che gli esiti della valutazione non incidono sulla retribuzione, perché quest’ultima viene stabilita dai regolamenti, che riguardano i dipendenti, dei singoli Länder; essa dipende, quindi, dalle dimensioni dell’istituzione scolastica (numero di alunni e di insegnanti) e dal livello d’istruzione (primario, secondario di primo grado o di secondo grado).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.