Guerra e… Scuola

GUERRA E… SCUOLA di Umberto Tenuta

CANTO 794 GUERRA E PACE  NO, GUERRA SENZA PACE!

A SCUOLA NON C’È PACE.  C’È GUERRA.

GUERRA E FERITI. GUERRA E MORTI.

 

  • Mamma, io a scuola non ci vado!
  • Perché, figlia mia?
  • Perché ho paura.
  • Paura di che?
  • Paura che la Maestra mi interroghi!
  • Mmbè, che male ti fa?
  • Mamma, tu capisci: Quella non vuole sapere quello che io so!
  • Quella lì vuole sapere quello che io non so.
  • Certo, figlia mia, è importante, non quello che sai, ma quello che non sai.
  • Ma allora, mamma, tu vuoi che Quella mi mortifichi? Tu vuoi che tutti ridano di me? Tu vuoi che io mi annienti?
  • Tu vuoi che io muoia?

Sentirsi morire!

Sentirsi morire come persona.

Come persona che vuole essere, come ogni essere vivente che vuole affermarsi, come il filo d’erba che fuoriesce dalla pietra che lo schiaccia, come l’esile pioppo che svetta verso la luce del sole che lo alimenta?

La scuola è un campo di battaglia.

Pochi gli eroi.

Medaglie al merito!

Sì, medaglie sul petto.

Medaglie della mortificazione di coloro che non le portano.

Mortificazione!

Mortalità scolastica.

Morti e feriti!

Morti coloro che abbandonano.

E, ancor peggio, i feriti!

Il Principe del Foro che vanta la sua ignoranza matematica: ignoranza della Logica, mica dell’Aritmetica dei compensi!

Coloro che non hanno appreso a sentire la poesia, la poesia dei poeti, la poesia della vita!

Coloro che non appreso a suonare uno strumento musicale.

Coloro che non hanno appreso a sentire la NONA di Beethoven…

Coloro che…vivono ai margini della cultura, dell’umanità, della vita.

Docenti cari, la scuola non serve a fare un professionista.

La scuola serve a far nascere un uomo.

Un uomo completo, maturo, autonomo, adulto.

Un uomo integrale, ricco di tutte le virtù umane, del poeta e del musicista, del letterato e dello scienziato, del pittore e dell’agricoltore.

Un uomo originale, singolare, unico sulla faccia della Terra.

Docenti cari, non mortificate i vostri alunni.

Docenti cari, coltivate i vostri alunni, alimentateli di ogni umana virtù, aiutateli a crescere in virtute e conoscenza.

Un giorno, dall’alto della Cattedra più alta del mondo si ricorderanno di voi! 

Tutti i miei Canti −ed altro− sono pubblicati in:
http://www.edscuola.it/dida.html
Altri saggi sono pubblicati in
www.rivistadidattica.com
E chi volesse approfondire questa o altra tematica
basta che ricerchi su Internet:
“Umberto Tenuta” − “voce da cercare”

 

Lascia un commento